Come scegliere la giusta orchidea al momento dell'acquisto per iniziare con il piede giusto

Laura Ossola image
di Laura Ossola

26 Ottobre 2023

Come scegliere la giusta orchidea al momento dell'acquisto per iniziare con il piede giusto
Advertisement

Oggigiorno è molto facile ed economico acquistare delle piante d'appartamento e in particolare le orchidee. Sempre disponibili in grandi magazzini, supermercati e nei negozi online, le orchidee sono perfette idee regalo o meravigliose decorazioni per le nostre case sempre disponibili a basso costo, ma spesso purtroppo il loro valore decorativo svanisce in poco tempo con il progressivo appassimento delle nostre piante. 

Perdere delle piante è sempre un dispiacere ed è un vero peccato che le orchidee si rovinino e appassiscano prima del tempo, per questo è importante essere molto preparati sulle loro esigenze di luce, acqua e nutrimento, oltre che su tutte le cure accessorie che è necessario dedicare loro quando le si coltiva.

Anche la più grande conoscenza delle giuste tecniche di coltivazione sembra tuttavia insufficiente in qualche caso e questo accade perché spesso le orchidee che acquistiamo nei negozi sono già debilitate nel momento in cui arrivano in casa nostra. Questo è il motivo per cui è fondamentale saper scegliere la pianta giusta al momento dell'acquisto, in modo da evitare di perdere le nostre orchidee anzitempo.

Come fare dunque per scegliere l'orchidea più adatta alla nostra casa? Di seguito alcuni suggerimenti utili.

Advertisement

Come scegliere un'orchidea al momento dell'acquisto

Come scegliere un'orchidea al momento dell'acquisto

Pexels

Quando è il momento di scegliere la vostra orchidea, ci sono alcuni aspetti importanti da tenere in considerazione per accertarsi che la vostra pianta sia effettivamente sana e che possa essere longeva e proseguire a lungo la sua vita anche una volta terminata la prima fioritura. 

  • Radici: il primissimo aspetto di cui tenere conto sono certamente le radici, la parte più importante della pianta dal momento che sono deputate all'assorbimento di acqua e nutrienti, ma anche allo svolgimento della fotosintesi. Osservate attentamente le radici dell'orchidea che state per acquistare: dovrebbero essere lunghe e di un verde brillante, più chiaro se le radici sono asciutte, scure se sono bagnate. Se le radici sono scure e marroni oppure bianche o argentate singifica che sono morte o marce e una pianta le cui radici siano già morte certamente non potrà avere vita lunga. Allo scopo di valutare attentamente la salute delle radici, potrete fare un test preliminare: afferrate delicatamente la pianta vicino al substrato e scuotetela leggermente, se le radici non sono ancorate al vaso sollevatele per osservarle meglio.
  • Foglie: la seconda parte da valutare sono le foglie, che dovrebbero essere sode, spesse e gommose, di colore verde chiaro, simile alla mela Granny Smith. Controllate anche che siano prive di insetti, imperfezioni e macchie molli, spesso causate dalla proliferazione di batteri.
  • Fiori: dedicate una valutazione anche ai fiori; se desiderate godere a lungo della fioritura delle vostre orchidee, al momento dell'acquisto scegliete piante con i boccioli non completamente aperti, se è una specie a fioritura lunga i fiori potrebbero durare anche più di un mese e se saranno nelle fasi iniziali di apertura vi rallegreranno più a lungo.

Advertisement

Cure iniziali per la giusta orchidea appena giunta in casa

Cure iniziali per la giusta orchidea appena giunta in casa

Christine Matthews/Wikimedia Commons

Al momento dell'acquisto, informatevi con attenzione sul nome della specie di orchidea che state per acquistare: al mondo ne esistono infatti numerosissime varietà, che possono avere esigenze di coltivazione anche molto diverse l'una dall'altra. Conoscendo il nome esatto della specie di orchidea che state acquistando, potrete facilmente reperire informazioni sul loro habitat d'origine e di conseguenza anche sulle condizioni ambientali più corrette per la loro prosperità. 

Una volta giunti a casa, potrete mettere in mostra le vostre orchidee al centro della stanza, magari sul tavolo della sala da pranzo o sul tavolino da soggiorno, ma ricordate che la loro destinazione definitiva dovrà essere scelta accuratamente in modo da garantire le adeguate condizioni di luce e umidità. Attenzione alle correnti fredde e alle prese d'aria, ma anche a non esagerare con l'irrigazione. Pur essendo piante tropicali che necessitano di un ambiente umido, infatti, le orchidee tollerano meglio la secchezza piuttosto che l'eccesso di acqua. 

Ora siete davvero pronti a godervi la vostra orchidea!

Advertisement