Lavare i guanciali: tutte le indicazioni per farlo nel modo migliore

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

09 Dicembre 2023

Lavare i guanciali: tutte le indicazioni per farlo nel modo migliore
Advertisement

Dormire è fondamentale per il nostro benessere, e farlo in condizioni ottimali non può altro che migliorare la qualità del nostro sonno. Ecco perché tra le faccende di casa di cui non dovremmo dimenticarci troppo a lungo c'è la pulizia dei guanciali. I cuscini puliti e tenuti nel modo giusto sono un grande aiuto per un sonno ristoratore, e cambiare spesso le federe che li coprono, purtroppo, non è sufficiente.

Bisogna, infatti, prendersi del tempo  - non così spesso, per fortuna - per lavarli a fondo e adeguatamente, così da igienizzarli quanto più possibile e bandire acari, sebo, secrezioni corporee, pelle morta e magari anche i peli dei nostri amici a quattro zampe. Vediamo come pulirli nel modo migliore.

Advertisement

Preparate l'occorrente per la pulizia dei guanciali

Preparate l'occorrente per la pulizia dei guanciali

lifeforstock/Freepik

Sarà una questione che richiede un po' di tempo, quindi meglio avere dei cuscini di scorta da usare nel frattempo. Sebbene alcuni tipi di cuscini possano anche essere lavati in lavatrice o messi nell'asciugatrice, altri invece devono essere lavati a mano a mano, e ci vuole molto tempo per farli asciugare del tutto.

Ciò di cui avete bisogno è:

  • Un detersivo adatto per igienizzare il bucato: non parliamo di candeggina, ma se c'è magari dell'ossigeno attivo è meglio. In alternativa, anche del sapone di Marsiglia con un po' di acqua ossigenata va bene.
  • Uno smacchiatore per eventuali aloni più ostici. Anche qui, se volete pretrattare con candeggina delicata o acqua ossigenata, potete provare. Altrimenti, scegliete quelli all'ossigeno attivo.
  • Una bacinella ampia abbastanza da contenere il cuscino
  • Panni puliti, o vecchi indumenti puliti

Advertisement

Lavare i guanciali su cui dormiamo

Lavare i guanciali su cui dormiamo

Freepik

I guanciali dovrebbero sempre essere tendenzialmente ben puliti, ma non possiamo stare a lavarli in lavatrice, o a mano, troppo spesso visto che ci vuole tempo. Quello che possiamo fare per una manutenzione ordinaria è trattare le singole macchie o aloni, quando li notiamo, o comunque ogni settimana o due. Per quello ci vuole solamente una mezz'ora o poco più.

Ci vorranno dei detersivi appositi, come accennato, e vi basterà seguire le indicazioni. Di solito, comunque, i detersivi sono spray o comunque vengono versati sulla macchia direttamente, impregnando il tessuto. Si strofina un po' per farli andare in profondità, si lascia agire il tempo necessario (10 minuti circa, e sempre più quanto più sporco è il cuscino, fino anche a una notte intera), e poi si usano panni bagnati e strizzati per tamponare e sciacquare al meglio possibile.

Nel caso invece di cuscini da lavare a mano, riempite la bacinella di acqua calda e versateci un po' di detersivo (non serve esagerare), mettete i cuscini in ammollo e lasciateli anche per un paio di ore o più. Dovrete poi assicurarvi di sciacquarli perfettamente e a lungo strizzando con cura per non far perdere loro la forma. Asciugheranno all'aria, magari aiutandosi con ventilatori o tenendoli vicino (ma non troppo) a fonti di calore.

Lavare i cuscini in lavatrice

Lavare i cuscini in lavatrice

Freepik

I cuscini in memory foam (o schiuma) non possono essere lavati in lavatrice. Ed è meglio lavare a mano anche quelli in piuma. Per gli altri, invece, si può usare la lavatrice, soprattutto se ha il programma apposito. Altrimenti scegliete comunque un programma per delicati che non rischi di rovinare i guanciali in fase di centrifuga.

Per quelli, quindi, potete estrarre l'imbottitura e lavarla a mano, e mettere in lavatrice solamente la custodia. Può essere sufficiente farlo anche solo una volta all'anno.

Per i cuscini in piuma, o alternative simili, usate il ciclo delicato a basse temperature o lavateli a mano in acqua fredda o appena tiepida. Usate molto poco detersivo, che può rimanere sulle piume (proprio come il nostro sudore e sporcizia), e quindi alla fine tutto il cuscino risulta appiattito. È molto importante sciacquare per bene, e non si può eliminare la centrifuga proprio per far sparire anche il sapone. Potete quindi far partire anche un ciclo di solo risciacquo senza aggiungere altro sapone.

Altri consigli utili

  • Usate sempre delle federe sul cuscino, sotto a quelle del set di lenzuola, e cambiatele spesso: proteggeranno molto meglio le imbottiture da tutta la sporcizia e così i cuscini potranno essere lavati meno spesso e dureranno più a lungo.
  • Attenzione con l'asciugatrice: se proprio la usate, evitate temperature alte che possono rovinare l'imbottitura o rendere ancora più difficile rimuovere lo sporco residuo in futuro.
  • Sprimacciate i cuscini almeno una volta a settimana, anche quelli in memory/schiuma, per assicurarvi che siano sempre della consistenza ideale.
  • Sostituite i cuscini ogni anno (se si sporcano moltissimo) o ogni due anni in media.

Aver cura dei cuscini è un investimento nel nostro benessere!

Advertisement