Gli step da ricordare per pulire il telecomando, uno degli oggetti più sporchi in casa

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

10 Dicembre 2023

Gli step da ricordare per pulire il telecomando, uno degli oggetti più sporchi in casa
Advertisement

Quando si parla di telecomando pensiamo subito a quello con cui controlliamo la televisione, seduti comodamente sul divano o sul letto. Ma in realtà ormai sono tantissimi i dispositivi in casa che gestiamo con l'aiuto di telecomandi: ci sono ancora gli impianti stereo, quelli di climatizzazione e purificazione dell'aria, eventuali lettori DVD o Blu-ray e chissà quanti altri oggetti. Vero, ormai tanti dispositivi sono smart e collegati alle app del cellulare tramite internet, ma il telecomando apposito di certi apparecchi rimane lì, a volte anche più affidabile senza dover avere sempre il telefono sottomano.

Così, ci capita di usare certi telecomandi davvero tutti i giorni, il che significa che ci finisce sopra il sebo delle nostre mani, e poi la polvere ed eventuali briciole o altra sporcizia. Si mischia tutto, e i tasti di scuriscono, e tra quelli vediamo concrezioni di sporco. Sono davvero tra gli oggetti meno igienici in casa! Però sono anche elettronici, quindi non si può lavare alla bell'e meglio. Come fare per pulirli? In realtà è semplicissimo!

Advertisement

Cosa conviene avere a portata di mano per pulire i telecomandi

Cosa conviene avere a portata di mano per pulire i telecomandi

Freepik

Per pulire e igienizzare, ecco cosa torna comodo:

  • sapone per piatti liquido, o anche per le mani;
  • alternativamente: aceto, alcol al 60 o 70%, o salviette igienizzanti;
  • panno in microfibra o che non produca pelucchi;
  • uno stuzzicadenti o, in alternativa, una bomboletta di aria compressa, oppure un cotton fioc.

La pulizia dei telecomandi è veloce: ci vuole davvero una decina di minuti al massimo!

Advertisement

Come pulire i telecomandi in casa

Come pulire i telecomandi in casa

Rawpixel

 Iniziate rimuovendo le batterie: anche se non faremo colare acqua, c'è sempre il rischio che un po' di umidità o prodotti possano infilarsi nel loro scomparto.

Se c'è parecchio sporco, bisogna lavare, ma sempre evitando di usare tanta acqua.

  1. Quindi prendete una ciotolina e metteteci acqua tiepida e una lacrima di sapone per piatti, mescolando bene.
  2. A questo punto, prendete il vostro panno morbido pulito, intingete una punta nella mistura e strizzate perfettamente, fino a che rimane solo inumidito e non grondante di acqua.
  3. Strofinate su tutto il telecomando, e quando vi trovate tra i tasti, aiutatevi con le unghie sotto al panno, per raggiungere gli interstizi. Se fosse comunque troppo difficile, usate la punta dello stuzzicadenti per staccare lo sporco, o inumidite (e strizzate un po') il cotton fioc.

Se invece non vedete troppo sporco, potete limitarvi a igienizzare, uno step che comunque si consiglia anche dopo la pulizia appena descritta.

  1. (Se non avete lavato già) Togliete il grosso dello sporco con l'aiuto dell'aria compressa. È meglio di pennelli vari, ma vanno bene anche quelli, in caso.
  2. In una ciotolina mescolate una parte di aceto e due di acqua, oppure diluite un po' di alcol in acqua.
  3. Come prima col sapone, anche qui si deve intingere una punta del panno, strizzando per bene. E poi si passerà sul telecomando come visto nel caso del lavaggio.
  4. Anche in questo caso, aiuta lo stuzzicadenti a rimuovere lo sporco

In alternativa, potete usare direttamente delle salviette igienizzanti, oppure quelle che si usano per la pulizia degli schermi dei cellulari o computer, che contengono sempre un po' di alcol.

Asciugate per bene con la parte asciutta del panno, o un altro panno, ed avrete fatto. Rimontate le pile e il telecomando sarà ben pulito e funzionante!

Advertisement