Microonde sempre sporco? Puliscilo a fondo con le mosse giuste

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

11 Dicembre 2023

Microonde sempre sporco? Puliscilo a fondo con le mosse giuste
Advertisement

Difficile pensare di gestire la routine quotidiana senza l'aiuto di un forno a microonde, al giorno d'oggi! Ci riducono i tempi di preparazione di un sacco di piatti, scaldano gli avanzi velocemente, e hanno ormai tante di quelle funzioni per ogni tipo di cottura che non è più raro trovare case in cui si usa quello e non un forno tradizionale. 

Il che, inevitabilmente, significa che la camera di cottura di questi apparecchi è costantemente sporca di qualche residuo di cibo, e quanto più aspettiamo a pulire, tanto più aumentano rischi per la salute, ma anche di danneggiare l'apparecchio. Senza contare che la patina di sporco sulle pareti interne può influire anche in senso negativo sul consumo di energia del forno stesso.

Rimbocchiamoci le maniche, quindi, e vediamo come pulire il nostro forno a microonde con buona frequenza.

Advertisement

Cosa serve quando si pulisce il forno a microonde

Cosa serve quando si pulisce il forno a microonde

Freepik

Per sciogliere depositi di sporco che, con ulteriore esposizione al calore delle cotture, si sono ormai carbonizzati anche solo un po', serve una sostanza acida e, lo immaginate già, il nostro migliore amico torna ad essere l'aceto bianco. Prendete poi una ciotola adatta alla cottura in microonde, e dei panni in microfibra. Ancora, servirà un detersivo per piatti, che però sia il più possibile privo di profumazioni e bio.

Se poi diventa necessario, fa comodo tener pronto un po' di bicarbonato di sodio e una spugnetta morbida per usarlo.

Quanto al tempo, considerate un tre quarti d'ora al massimo, per star tranquilli di non dover fare nulla di fretta.

Advertisement

Come pulire il microonde senza fatica

Come pulire il microonde senza fatica

IKEA

  1. Riempite la ciotola di acqua, circa mezzo litro e aggiungete mezzo bicchiere di aceto bianco
  2. Mettete nel forno, chiudete e fate partire un ciclo di cottura alla massima potenza per cinque minuti.
  3. Lasciate il microonde chiuso per altri 15 minuti ancora. In questo frangente, il vapore prodotto dalla mistura liquida agirà sulle incrostazioni di sporco.
  4. A questo punto aprite per far uscire il vapore dal microonde, e togliete la ciotola, tenendola lì vicino.
  5. Se c'era una griglia, levatela insieme al piatto rotante, che sposterete nel lavandino, per essere lavati per bene ora che lo sporco sarà più facile da rimuovere.
  6. Diluite un po' di detersivo per piatti in una ciotola di acqua, oppure aggiungete il detersivo in quella con l'aceto ma solo quando si sarà sufficientemente raffreddata.  
  7. Intingete il panno nell'acqua col sapone, strizzate e passate su tutta la superficie interna del forno.
  8. Se notate che ci sono punti ancora un po' ostici, bagnate e strizzate una spugnetta e versateci sopra un cucchiaino di bicarbonato, strofinando poi direttamente sulle aree da scrostare.
  9. Ripetete il lavaggio col panno e il sapone.
  10. infine, sciacquate con un panno pulito e sempre ben strizzato dell'acqua, fino a rimuovere tutto.
  11. Non resta che asciugare, e il vostro microonde sarà come nuovo.

Ingredienti alternativi da usare

Al posto dell'aceto, sempre per avere qualcosa di acido con cui squagliare lo sporco, potete usare 

  • Succo di limone, eventualmente lasciando anche spicchi e fette del frutto (dopo averli strizzati) nella ciotolina mentre "cuoce" nel microonde;
  • Acido citrico, da dissolvere nell'acqua calda prima di infilare il tutto nel forno. Usatene due o tre cucchiai.

L'acido citrico può funzionare anche come sostituto del bicarbonato come sostanza leggermente abrasiva per la pulizia ulteriore e specifica che abbiamo visto prima.

Sarebbe bene fare questa operazione una volta ogni settimana o due volte al mese, specie se il microonde viene usato piuttosto spesso, così da tenerlo sempre in condizioni ottimali.

Advertisement