Cosa puoi usare per ripulire i mattoni del caminetto e farli tornare come nuovi?

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

06 Gennaio 2024

Cosa puoi usare per ripulire i mattoni del caminetto e farli tornare come nuovi?
Advertisement

Diciamolo subito: è normale che i mattoni del caminetto si anneriscano, e che rimangano sporchi praticamente sempre. Ma non è detto che non si possa fare qualcosa per pulirli e farli tornare praticamente come nuovi, periodicamente. È un tipo di pulizia che ha particolarmente senso per tutta la cornice esterna di mattoni, come pure per quelli più vicini all'imboccatura del camino stesso, che sono un po' più in vista e meno costantemente lambiti dalle fiamme o interessati dalla patina scura che annerisce tutto il fondo della camera di combustione.

Come fare per lavare quei mattoni? In casa abbiamo in realtà tutto quello che ci serve

Advertisement

I prodotti per pulire il camino che puoi preparare in casa

I prodotti per pulire il camino che puoi preparare in casa

pvproductions/Freepik

Ci sono detersivi appositi, pensati per pulire i vari tipi di rivestimenti in mattoni dei caminetti a legna, senza danneggiare il materiale. Anche a casa, poi, si possono preparare dei detergenti, e in ogni caso si può fare un test su una porzione piccola per vedere se ci piace il risultato.

  • Col detersivo per piatti: la prima cosa da provare è quella più delicata. Provate con 60 ml di un detersivo per piatti, preferibilmente non colorato o con additivi vari. Diluitelo in un litro di acqua, e non dovreste avere problemi su alcun tipo di mattone.
  • Con Aceto di alcol: è più acido e dunque consigliato su mattoni non troppo vecchi. Se il caminetto ha più di 20 anni, meglio evitare. Mescolate l'aceto e l'acqua in parti uguali e potete anche aggiungere una goccia di sapone per piatti.

Per le macchie ostinate si possono usare anche rimedi più aggressivi, che però potrebbero rovinare mattoni più delicati o vecchi.

  • Un cucchiaio di borace e 500 ml di acqua, con un cucchiaino di sapone per piatti.
  • 120 ml di ammoniaca diluita in un litro di acqua, e 3 cucchiai di sapone per piatti.

Advertisement

Il procedimento

Il procedimento

Tom Fisk/Pexels

Ovviamente, la pulizia del caminetto, anche fosse solo all'esterno, va fatta quando questo è spento e freddo. Se poi c'è da agire al suo interno, bisognerà per prima cosa svuotarlo di tutta la cenere, con palette e spazzole, e finendo aspirando la polvere più sottile che rimane. Dopodiché procedete in questo modo:

  1. Munitevi di una spugna o pennello grande per stendere la mistura che avete scelto per pulire
  2. Coprite qualche mattone e poi strofinate con una spazzola con le setole di plastica dure. 
  3. Prima di fare lo stesso sull'area successiva, sciacquate con un'altra spugna e un secchio o ciotola di acqua a parte.
  4. Proseguite per piccole aree, insistendo se le macchie non vengono via subito.

Qualora ci fossero dei punti isolati più ostici, prima di ricorrere a soluzioni più aggressive, mischiate un po' di bicarbonato di sodio con acqua abbastanza a formare una crema, e strofinatela con una spugnetta o con la spazzola stessa. Risciacquate dopo 10 minuti, e le macchie dovrebbero essere sparite.

Questo tipo di pulizia si può fare un paio di volte durante la stagione invernale, e soprattutto quando ormai si smette di accendere il camino, così da pulirlo per bene e prepararlo al meglio per la stagione successiva.

Pronti a far tornare il caminetto come nuovo?

Advertisement