Avete deciso di rinnovare la cucina? Ricordatevi di seguire queste 8 regole di design

Laura Ossola image
di Laura Ossola

09 Gennaio 2024

Avete deciso di rinnovare la cucina? Ricordatevi di seguire queste 8 regole di design
Advertisement

La cucina è il cuore delle nostre case e per questo è fondamentale che si mantenga sempre funzionale e piacevole da vivere. Può capitare talvolta che cambino le nostre esigenze e il nostro stile di vista e la cucina perda la sua funzionalità, oppure semplicemente potrebbe iniziare ad apparirci un po' datata o esteticamente poco gradevole. 

Qualunque sia il motivo per cui abbiate deciso di ristrutturare la cucina, sarà bene che prima di approcciarvi ai lavori abbiate ben presenti in mente alcune semplici regole di design, per evitare di commettere errori di arredo e conseguentemente trovarvi a disagio o scomodi nel vostro nuovo ambiente e dover cambiare di nuovo tutto. 

La ristrutturazione della cucina rappresenta infatti un grande cambiamento per tutta la famiglia, oltre ad essere un notevole investimento sia in termini economici che di fatica ed è essenziale che venga svolto a regola d'arte, tenendo conto di tutti i dettagli importantie prevedendo una corretta suddivisione degli spazi. 

Quali sono dunque le 8 importanti regole di design per la corretta ristrutturazione della cucina? Ve le indichiamo di seguito.

Advertisement

1. Considerate le vostre esigenze

1. Considerate le vostre esigenze

Pexels

La primissima cosa da fare quando si pianifica la ristrutturazione di una cucina è porsi delle domande sulle proprie esigenze: se il nostro uso della cucina si limita alla colazione e a qualche drink con gli amici, sarà prioritario uno spazio dedicato agli accessori e ai prodotti da colazione, mentre se trascorriamo lunghe ore ai fornelli sarà invece importante dare la precedenza al piano cottura; se la nostra famiglia è numerosa e ci suddividiamo i compiti, avere un cassetto delle posate distante dall'area di preparazione dei cibi e vicino all'area pranzo sarà preferibile per evitare di intralciarsi, mentre se quando cuciniamo utilizziamo molto spazio allora dovremo pensare a soluzioni che creino ulteriori piani di lavoro.

Advertisement

2. Scaffali aperti o mobili chiusi?

2. Scaffali aperti o mobili chiusi?

Estelle Page/Flickr

Altra importante valutazione da effettuare è la vostra preferenza fra gli scaffali aperti, che rendono l'ambiente più spazioso e luminoso lasciando tuttavia prodotti e accessori ben in vista, oppure mobili con antine, che vi garantiranno una maggiore privacy e proteggeranno i vostri accessori dalla polvere, ma potrebbero rendere il vostro spazio ancora più ristretto. Se scegliete i mobili con antine, poi, occorrerà valutare attentamente il materiale e il colore, in modo da andare incontro al vostro gusto estetico senza tuttavia penalizzare la vostra cucina, mettendone al contrario in risalto i punti di forza

3. Attenzione alle prese di corrente

3. Attenzione alle prese di corrente

thesethreerooms.com

Oggi non possiamo fare a meno degli elettrodomestici ed è dunque molto importante pianificare con attenzione la presenza delle prese di corrente, che non solo dovranno essere in numero sufficiente per non costringervi a scomodi scambi, ma necessiteranno anche della posizione corretta, per essere facilmente raggiungibili senza essere invadenti o pericolose. 

4. Ridurre i confini con l'esterno

4. Ridurre i confini con l'esterno

roundhousedesign.com

In un'ottica di uno stile di vita il più possibile sano, sostenibile e vicino alla natura potrebbe essere importante, ove possibile, operare una riduzione dei confini tra gli spazi interni ed esterni, valorizzando le finestre e sfruttando al meglio la luce naturale che lasciano entrare, oltre ovviamente a orientare il vostro arredamento in funzione del panorama. L'uso di porte a vetro per l'accesso al giardino, inoltre, contribuirà a integrare esterno e interno nei mesi più caldi, mentre in inverno favorirà l'ingresso della luce. 

5. Considerate gli ingombri

5. Considerate gli ingombri

@lisa_loves_vintage/Instagram

Soprattutto nelle cucine piccole è fondamentale considerare gli ingombri di tutte le diverse componenti; anhe in questo caso occorrerà tenere conto delle proprie esigenze sia per quanto riguarda il numero di elettrodomestici grandi e piccoli, che per i piani di lavoro e per l'eventuale posizionamento di un tavolo da pranzo. Se non considerate gli ingombri di tutto il necessario, rischiate di ritrovarvi con una cucina eccessivamente dispersiva oppure, al contrario, con un ambiente piccolo e soffocante dove il vostro lavoro verrà continuamente intralciato.

Advertisement

6. L'importanza dell'illuminazione

6. L'importanza dell'illuminazione

@stonebrook.home/Instagram

Oltre alla valorizzazione della luce naturale delle finestre, è importante anche considerare la giusta disposizione dei punti luce, in modo da non ritrovarvi con fastidiose zone d'ombra. L'illuminazione corretta deve infatti illuminare la preparazione e la cottura dei pasti, la pulizia della cucina, del lavandino e dei suoi piani di lavoro, ma anche l'area dedicata al tavolo da pranzo, in modo da sentirvi sempre a vostro agio. 

Pianificate in anticipo la posizione dei vostri punti luce e scegliete lampade che non solo forniscano la luce più adatta, ma siano anche di vostro gusto.

7. Spazio alla personalità

7. Spazio alla personalità

@collinsandgreenart/Instagram

Non pensate alla vostra cucina solo in termini funzionali, sarebbe riduttivo. Questo spazio è infatti un luogo perfetto per l'espressione della personalità attraverso la scelta del colore e delle trame decorative, l'aggiunta di opere d'arte e l'uso della disposizione degli oggetti come elemento decorativo e non solo come accessori necessari. 

Aggiungete un mobile particolare, dipingete le pareti, il soffitto o i mobili del vostro colore preferito, posizionate a terra un tappeto che sia espressione della vostra personalità, appendete quadri alle pareti: sono davvero infinite le personalità di personalizzazione nella vostra cucina, sfruttatele.

Advertisement

8. Soluzioni di riponimento

8. Soluzioni di riponimento

@les_inspirations_de_rose/Instagram

Valutate attentamente le vostre esigenze di riponimento quando progettate la vostra cucina, così da studiare delle soluzioni ad hoc per ogni vostra necessità; potreste valutare ad esempio l'uso di piccole mensole attaccate ai pensili o ai lati dei mobili per esporre spezie e prodotti che usate con maggiore frequenza, creare cassetti extra se avete molti tessili, rivedere l'organizzazione di armadietti e cassetti in funzione delle vostre pentole e dei vostri accessori e aggiungere cesti e portatazze o bicchieri in sospensione per sfruttare meglio gli spazi disponibili. Se amate intrattenere gli ospiti con un buon calice di vino valutate l'inserimento di una cantinetta, mentre se consumate molta frutta studiate delle soluzioni con pratiche ceste per contenerla.

Ricordate queste 8 regole fondamentali e la ristrutturazione della vostra cucina sarà un vero successo!

Advertisement