Attenzione ai colorati insidiosi nel bucato: scopri come capire se possono stingere e rovinare tutto

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

09 Gennaio 2024

Attenzione ai colorati insidiosi nel bucato: scopri come capire se possono stingere e rovinare tutto
Advertisement

Sappiamo tutti che la prima regola del bucato è separare bene i capi a seconda del colore, oltre che del tessuto. Non solo, infatti, i vari tipi di stoffa devono essere divisi in modo che ciascuno sia lavato col programma più adatto e che minimizza rischi, ma i colori sono un fattore che la lavatrice da sola non può gestire. Siamo noi che dobbiamo dividere per bene.

Così, la prima grande distinzione è quella tra capi bianchi e colorati, ma anche all'interno di questa seconda categoria c'è da fare attenzione. Alcuni indumenti, infatti, quando vengono lavati per le prime volte, continuano a perdere un po' di colore durante i lavaggi, e se sono colori scuri finiscono per rovinare tutti gli altri. Come fare per capire se un capo stingerà o meno? Ci sono dei modi semplici.

Advertisement

Come capire se un capo rischia di stingere

Come capire se un capo rischia di stingere

pressfoto/Freepik

Capire se un capo rischi di trasferire il colore sugli altri con cui viene lavato è in realtà molto semplice. Tutto quello di cui c'è bisogno è un pezzo di stoffa bianco, o anche del cotone, o ancora un cotton fioccarta assorbente.

In un paio di gesti si capisce se quel capo è un potenziale sedizioso che causerà scompiglio nel cestello della lavatrice:

  1. Bagnate e strizzate per bene la stoffa bianca, o cotone, o carta.
  2. Strofinate la stoffa/cotone/carta sul capo sotto indagine. Attenzione a scegliere un punto che non sia in vista. Di solito è bene farlo a ridosso della cucitura interna dell'orlo, alle estremità dei vestiti, dove c'è abbastanza stoffa per fare un buon test.
  3. Se la stoffa/cotone/carta bianca si colorano anche poco, significa che certamente il capo perderà un po' di tinta durante il lavaggio, quindi andrà lavato a parte, da solo.
    Altrimenti, è abbastanza sicuro da lavare insieme agli altri.

Ricordiamo che questo problema si presenta su capi nuovi, magari non proprio di ottima qualità, ma dopo due o tre lavaggi normali (anche a mano), non dovrebbe esserci più rischio. L'importante è sempre non usare temperature alte, ma al massimo medie, sui colorati, specialmetne quelli scuri.

Advertisement

Buone abitudini per evitare il trasferimento di colore durante il bucato

Buone abitudini per evitare il trasferimento di colore durante il bucato

Rawpixel

Dicevamo della temperatura: quella è la prima responsabile dello scolorimento di qualsiasi indumento. Di solito i colorati non vanno mai lavati oltre i 40°, e nel caso dei colori scuri (come pure dei jeans), è meglio tenere come soglia massima anche solo 30°. In questi casi, per aiutarsi a smacchiare efficacemente nonostante le temperature ridotte di lavaggio, si può ricorrere a sostanze sicure come la candeggina delicata oppure l'acqua ossigenata

Queste si possono usare per pretrattare macchie ostinate, tenendo in ammollo i capi per un po', con questi prodotti, prima di passare al lavaggio in lavatrice, oppure aggiungendo una piccola quantità di candeggina delicata o acqua ossigenata direttamente durante il lavaggio.

Ancora, possono tornare utili i fogli acchiappacolore, che riescono a evitare i problemi nel caso di trasferimenti leggeri.

Basta un po' di attenzione e non dovremo più piangere un vestito tutto macchiato di scuro all'uscita dalla lavatrice!

Advertisement