Pulizia del pavimento: vediamo come procedere a seconda del materiale scelto

Isabella Ripoli image
di Isabella Ripoli

21 Gennaio 2024

Pulizia del pavimento: vediamo come procedere a seconda del materiale scelto
Advertisement

I pavimenti sono molto importanti nelle nostre case. Sono un biglietto da visita, se ci riflettiamo. Occupando molto spazio all'interno delle stanze non passano inosservati, ma danno carattere al nostro arredamento. È anche in accordo con questi, infatti, che orchestriamo tutta la composizione della nostra casa e scegliamo quali materiali inserire. La pavimentazione, poi, è una delle cose che puliamo con più frequenza: il passaggio con le scarpe, la polvere che si accumula, residui di sporco che cadono e si depositano su questa superficie devono essere sempre eliminati. Ma come è meglio procedere con la pulizia del pavimento? 

Tutto dipende dal materiale scelto: pietra naturale, vinile, legno, moquette e molto altro. A seconda di quello che abbiamo in casa dobbiamo procedere in modo e con una frequenza diversi.

Advertisement

Piastrelle

Piastrelle

@thetileshop/Instagram

Questa tipologia di pavimento è in assoluto la più diffusa e anche la più semplice da pulire. Pochi ingredienti, poca fatica e il gioco è fatto. Al di là di prodotti specifici che troviamo in commercio, possiamo procedere anche con metodi fai da te. 

  • La prima cosa da fare è spazzare, con scopa o aspirapolvere, per eliminare eventuali residui.
  • Uniamo, poi, acqua, aceto e qualche goccia di detersivo per piatti e imbeviamo nella miscela un panno morbido. Passiamo su tutta la superfice. 
  • Una volta fatto, lasciamo asciugare aprendo le finestre, così che l'umidità possa fuoriuscire da casa.

Se notiamo che le fughe tra le piastrelle sono particolarmente sporche, potremmo procedere a una pulizia mirata servendoci di uno spazzolino e di una mistura di acqua e bicarbonato, oppure acqua e perossido di sodio se lo sporco è più resistente.

Advertisement

Legno

Legno

@v4woodflooring/Instagram

Il pavimento in legno è uno dei più delicati e l'eccesso di acqua potrebbe provocare problemi. Puliamolo in modo da evitare penetrazioni di umido e rigonfiamenti.

  • Spazziamo bene la superfice con scope o aspirapolvere che siano indicati appositamente per questo materiale. La delicatezza delle spazzole e setole che usiamo è fondamentale per evitare graffi e segni permanenti. 
  • Se il pavimento non è troppo sporco potremmo usare un semplice panno di cotone inumidito in acqua che consentirà di rimuovere facilmente i residui di sporco. 
  • In caso di incrostazioni, al contrario, possiamo procedere sempre con un panno, ma stavolta imbevuto di una mistura di acqua e aceto. Facciamo sempre attenzione a strizzarlo bene, in modo da non farlo gocciolare sulla superfice e infiltrare tra i listoni di legno, parquet o anche bambù. 

Laminato

Laminato

bestlaminate.com

Molto simile al legno, ma con un'altra composizione, è un materiale resistente e allo stesso tempo delicato, e va trattato con cura e senza esagerare con l'acqua

  • Possiamo pulirlo accuratamente con un panno asciutto e morbido per la rimozione di peli e residui di polvere e sporco. 
  • Per il lavaggio, invece, è possibile usare prodotti specifici, ma, in mancanza di essi, possiamo creare il nostro detergente fai da te, mischiando acqua, alcol denaturato e qualche goccia di detersivo per piatti. Una mistura nella quale andremo ad immergere lo straccio, lo strizzeremo e poi tratteremo tutta la superficie. Attenzione sempre a non esagerare con l'acqua per evitare infiltrazioni e rigonfiamenti. 
  • Una volta fatto, lasciamo asciugare alla perfezione. Ricordiamo anche che, per evitare un uso eccessivo di prodotti e di acqua, è bene prestare attenzione alle macchie giorno dopo giorno ed eliminarle appena si verificano, così da eludere eventuali incrostazioni.

Pietra natuale

Pietra natuale

naturalstoneconsulting.co.uk

Materiale poroso e delicato, la pietra va trattata costantemente in modo da evitare accumuli di sporco. Il consiglio è di spazzare con regolarità, eliminando con un panno umido le eventuali macchie che si formano. Essendo un elemento che trattiene l'umido e anche le altre sostanze con cui viene in contatto, è meglio evitare di utilizzare per il suo lavaggio materiali troppo aggressivi, ma soprattutto acidi. Non usiamo candeggina, aceto, ammoniaca, ma serviamoci prevalentemente di acqua semplice, imbevendo e strizzando il panno che andremo a passare per pulire, oppure, se dovessero esserci macchie, usiamo un detergente delicato quale può essere il detersivo per piatti o un sapone neutro. 

Moquette

Moquette

Laverty S/Pinterest

La moquette è uno dei pavimenti più confortevoli per la sua morbidezza, per il calore che sprigiona e per il relax che ne deriva a contatto con la pelle, ma è anche uno dei più complicati da pulire. La cosa che si consiglia di fare con più frequenza è aspirare con spazzole appositamente indicate per questa superfice a favore del "verso" del tessuto, così da non provocare danni. 

Evitiamo di lavare con acqua, ma serviamoci di pulitori a vapore e di prodotti specifici affinché non restino spiacevoli aloni. In caso di macchie, non strofiniamo sulla moquette, ma con un tovagliolo di carta tamponiamo la zona interessata e "catturiamo" il liquido in eccesso. Eviteremo in questo modo che penetri a fondo, lasciando macchie permanenti.

Advertisement

Vinile

Vinile

@bm_stores/Instagram

Eleganti e durevoli, questi pavimenti sono diventati sempre più diffusi e amati. La manutenzione non è difficile e basta avere costanza nella pulizia settimanale. Spazzare è sufficiente nella maggior parte dei casi, come lo è passare un panno umido imbevuto in acqua tiepida e qualche goccia di detergente neutro. 

In caso di macchie e a seconda della loro natura, possiamo decidere di usare, ad esempio, un po' di alcol denaturato misto ad acqua per trattare l'inchiostro, oppure acqua e aceto per l'olio. L'importante è che non resti umido tra le fessure, così da non rovinare il pavimento e consigliamo sempre di fare una prova in qualche punto nascosto prima di procedere per l'intera superficie. 

Ad ogni pavimento la sua pulizia...

Dunque, ogni tipologia di pavimentazione segue un processo di pulizia, diciamo pure, però, che ci sono due grandi gruppi: quelli che vanno puliti più "a secco" e quelli che possono essere lavati con acqua. In ogni caso possiamo agire con un panno umido, ma facciamo attenzione che sia ben strizzato e non provochi danni. 

A questo punto non ci resta che augurare a tutti un buon lavoro!

Advertisement