Sapevi che il sale è un ottimo alleato per le pulizie? Ecco i metodi per sfruttarne al meglio le capacità

Isabella Ripoli image
di Isabella Ripoli

27 Gennaio 2024

Sapevi che il sale è un ottimo alleato per le pulizie? Ecco i metodi per sfruttarne al meglio le capacità
Advertisement

Stanchi di usare i soliti prodotti per la pulizia e desiderosi di trovare un ingrediente naturale che possa aiutarci nella quotidianità? Andate in cucina, aprire la dispensa e prendete il sale. Esatto! Questo prodotto usato per rendere gustose le nostre pietanze, non è da utilizzare in alternativa solo per la lavastoviglie, come si è soliti fare, ma è un ottimo alleato per pulire, disinfettare e smacchiare sia in cucina, che in bagno, che per il nostro bucato. 

Vediamo, allora, in che modo possiamo impiegarlo sia da solo che in abbinamento ad altri prodotti.

Advertisement

Come usare il sale per il bucato

Come usare il sale per il bucato

Creativo

Il sale è un prodotto naturale che siamo soliti utilizzare per la preparazione di pranzi e cene. Insaporisce, arricchisce e fa in modo che ogni piatto sia più gustoso. Ma le proprietà del sale sono molte altre e per questo viene impiegato come elemento principale in tanti trucchi di pulizia fai da te. Ad esempio per trattare i nostri indumenti.

  • Macchie di vino e caffè. Sono macchie scure, resistenti e difficili da rimuovere, non se ci serviamo del sale. Appena macchiati dobbiamo agire in fretta ricoprendo con questo prodotto. Lasciamolo agire per almeno mezz'ora, rimuoviamolo e laviamo in lavatrice o a mano. Altrimenti, e questo è indicato soprattutto per vestiti non troppo delicati, possiamo miscelare il sale con acqua tiepida e immergerli all'interno, lasciando in ammollo per un'ora prima di lavarli con il sapone.
  • Aloni di sudore. Per trattare queste fastidiose macchie giallastre possiamo procedere in due modi. Immergiamo il tessuto in una miscela di acqua tiepida in cui avremmo sciolto il sale, e lasciamo in ammollo finché non ci rendiamo conto che la macchia sta iniziando a sbiadire. In alternativa possiamo creare la stessa miscela, ma con una spugna imbevuta andiamo a tamponare la zona interessata senza mettere in ammollo il capo.

Advertisement

Uso del sale in bagno

Uso del sale in bagno

Creativo

Abbiamo visto quanto questo prodotto sia efficace in lavanderia, adesso passiamo a un altro ambiente della casa: il bagno. Come nelle altre stanze ciò che fa del sale un ottimo alleato solo le sue qualità abrasive, e la capacità di contrastare cattivi odori, unto e batteri. Vediamo, allora, come servircene in bagno.

  • Sturare gli scarichi. Si sporcano, si accumulano saponi e detriti e per evitare che si intasino completamente agiamo in maniera preventiva servendoci proprio del sale. Creiamo una miscela con bicarbonato e aceto, usati in parti uguali, e versiamo il composto nello scarico. Lasciamo agire per circa 15 minuti, dopodiché versiamo dell'acqua calda nel condotto in modo che possa lavare via non solo la miscela di sale, ma anche i detriti che questa avrà provveduto a "staccare" dalle pareti.
  • Eliminare residui di acqua dai rubinetti. Uniamo il sale al succo di limone, creiamo una pasta e applichiamola sugli aloni di acqua presenti sui rubinetti. Lasciamo agire per circa 10 minuti e sciacquiamo con acqua pulita. Vedrete che splendore.
  • Rimuovere macchie e sapone dai sanitari. Insieme all'aceto, invece, il sale è ottimo per pulire i sanitari da residui di sporco, saponi e incrostazioni di calcare. Basta creare la miscela e strofinarla delicatamente sulla zona interessata. Una volta fatto laviamo con acqua corrente.

E in cucina?

E in cucina?

Creativo

E infine passiamo alla cucina. Lo spazio della casa in cui di solito questo elemento naturale viene usato, ma che, in questo caso, non servirà per insaporire i piatti, bensì per far risplendere i nostri oggetti e ripiani.

  • Frigorifero. Creiamo un detergente naturale con sale e aceto, oppure sale e bicarbonato, o semplicemente sale e acqua. Inumidiamo una pugna e iniziamo a passare il composto sull'intera superfice del frigorifero. Non solo elimineremo lo sporco, ma anche i batteri e i cattivi odori.
  • Padelle e pentole. Ideale per sgrassare, il sale è ottimo anche per il suo leggero potere abrasivo. Cospargiamo il fondo delle stoviglie, inumidiamo una spugna e iniziamo a strofinare soprattutto sulle macchie. Laviamo e il gioco sarà fatto.
  • Tazze. Possono macchiarsi con tè e caffè, come le puliamo? Usando proprio il sale che, unito all'aceto, farà in modo che gli aloni scuri scompaiano dai nostri contenitori.
  • Tagliere. Un oggetto molto delicato che non andrebbe mai messo in lavastoviglie, soprattutto se di legno. Laviamolo, allora, con una soluzione di sale e limone. Le doti assorbenti del sale faranno in modo che la sostanza rimasta "intrappolata" nel legno possa essere riassorbita, eliminando il problema, mentre il limone agirà contro gli odori.
  • Forno. Unto, sughi, condimenti di ogni tipo sono fuoriusciti dalle teglie? Nessun problema, agiamo immediatamente cospargendo le macchie con sale, facciamo sì che si crei una sorta di crosta ed eliminiamo con acqua e un panno morbido.

Un alleato unico

Un alleato unico

Rawpixel

Abbiamo visto, dunque, quanto sia importante l'apporto dato da questo ingrediente per la pulizia di casa. Smacchia, disinfetta, pulisce a fondo ed è ottimo anche sui tessuti. Certo, per questi nello specifico, ma anche in cucina, leggiamo le indicazioni fornite dal produttore, oppure facciamo una prova in un punto nascosto, così da verificare che non insorgano problemi. 

Detto ciò, non ci resta che augurare a tutti buon lavoro e buone pulizie!

Advertisement