La scelta di un nuovo divano non è facile: ecco 5 cose da prendere sempre in considerazione

Isabella Ripoli image
di Isabella Ripoli

29 Gennaio 2024

La scelta di un nuovo divano non è facile: ecco 5 cose da prendere sempre in considerazione
Advertisement

Il divano: quant'è importante all'interno delle nostre case? A volte viene addirittura sottovalutato, ma è un componente del nostro arredamento che non è solo funzionale e non serve solo per farci rilassare, ma aiuta tantissimo la creazione del proprio stile ed è espressione della personalità di ognuno. Com'è possibile? Semplicemente perché ci sono tante cose da valutare nella scelta di un nuovo divano e queste non faranno che accordarsi con il nostro stile e le nostre preferenze. 

Ma quali sono i dettagli da tenere ben a mente quando ci accingiamo ad acquistarne uno nuovo?

Advertisement

1. Dimensioni e forma

1. Dimensioni e forma

@j.hermesinteriors/Instagram

La prima cosa che, logisticamente, va considerata è lo spazio a disposizione in cui inserire il nostro divano. Piccolo, grande, medio, lo mettiamo al centro della stanza, in un angolo? Insomma, le domande da porsi sono davvero tante. In base alle risposte che daremo, potremmo concentrarci sulle dimensioni del nostro complemento. Importantissime e decisive, sono il punto di partenza per andare, poi, su altri dettagli. 

Capiamo, dunque, quanto grande o piccolo dev'essere e, in base a questo, scegliamo anche la forma. 

Circolare, morbido, squadrato, rialzato o poggiato completamente a terra, con o senza piedini a vista, in composizione con una poltrona, da solo. Le soluzioni possono essere davvero tante e tutto dipende dal punto in cui andremo ad inserirlo. Ecco che ritornano lo spazio e le dimensioni. È tutto correlato.

Advertisement

2. Stile

2. Stile

@marinahomeinteriors/Instagram

Fatte queste valutazioni, passiamo allo stile. Un aspetto che dice molto di noi, di come siamo, di quali siano le nostre preferenze e le nostre passioni. Vogliamo un divano classico, magari morbido e tondeggiante? Oppure lo vogliamo squadrato, moderno, minimalista e senza badare troppo alla profondità della seduta e alla comodità che ne deriva? Possiamo anche scegliere qualcosa di originale, magari di una forma strana ed eccentrica. 

Non poniamo limiti alla nostra fantasia e al nostro estro creativo. E, se possibile, scegliamo anche un complemento che possa resistere stilisticamente nel tempo e riadattarsi a cambi di impostazione del salone.

3. Tipologia

3. Tipologia

myaashis.com

Abbiamo dimensioni, forma e stile, passiamo alla tipologia. Come lo vogliamo? Potremmo sceglierne uno standard, quindi a tre o due sedute, ideale per la famiglia e per un relax insieme. Uno componibile, però, è quello che sogniamo da sempre, per cui non avrà solo un'anima centrale, ma anche dei puff laterali, una penisola, magari si svilupperà a L, insomma, avrà più posti a sedere, un modello molto indicato per chi ama organizzare serate tra amici. 

Ma non è finita, perché potremmo aver bisogno di un divano che all'occorrenza si trasforma in un letto e sarà adatto per il sonno dei nostri ospiti. Ecco, allora, che dovrà avere caratteristiche più specifiche e dovrà anche essere comodo. Pensiamo ancora. Cosa vorremmo in un divano? Che fosse anche contenitore. Bene, ce ne sono di diversi con scomparti e cassetti che potrebbero risultare molto utili.

Le tipologie sono davvero tante, valutiamo prima di tutto qual è la nostra idea.

4. Tessuto

4. Tessuto

@melaniejadedesign/Instagram

E ora andiamo sull'aspetto estetico. Pelle, cotone, velluto: quale tessuto scegliamo? Molto dipende dallo stile e dal tocco che vogliamo dare. Dipende dal nucleo familiare, quindi dalla presenza o meno di bambini che giocano, colorano e saltano all'impazzata sul complemento, per cui la necessità sarebbe quella di un tessuto lavabile. Ma potremmo essere anche soli e usare il divano per rilassarci semplicemente. 

Tenendo conto di questi fattori, pensiamo alla nostra scelta, decidendo se renderlo completamente parte integrante del nostro ambiente, oppure di metterlo in contrasto, così che risalti rispetto al resto dell'arredamento. Ecco, allora, che potremmo osare un po' di più.

5. Colore

5. Colore

@modern_sally_furniture/Instagram

Ma osare non significa solo scegliere una forma particolare o un tessuto specifico, osare significa anche lasciarsi andare alle mille sfumature di colore tra cui scegliere. Contrasti, toni su toni, disegni, fantasie, non è possibile prendere questa decisione senza pensarci per giorni e giorni. 

Il colore completerà il quadro che avevamo in mente, sarà il tocco decisivo per rendere il salotto il punto focale della casa, o semplicemente quello dove rintanarci a fine giornata, godendo della comodità avvolgente del divano. L'importante, qualunque sia il nostro orientamento, è non sottovalutare né tralasciare mai nemmeno uno di questi 5 fattori. Considerarli tutti ci porterà verso la scelta pressoché perfetta.

Cominciamo?

Advertisement