La gaura è la pianta perfetta per ogni giardino e balcone, e anche facile da coltivare

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

10 Giugno 2024

Advertisement

Belle a vedersi, ma soprattutto facili da coltivare: sono le piante di Gaura lindheimeri (nota anche come Œnothera lindheimeri, o più semplicemente "Gaura"), ancora relativamente poco conosciute ma davvero ottime in qualsiasi giardino o balcone. Decorano, piacciono agli insetti impollinatori e non chiedono molte cure. Ormai, poi, ne esistono diversi cultivar per scegliere anche infiorescenze di dimensioni e colori diversi, così da trovare sempre quella perfetta per i propri gusti!

La loro fioritura è lunghissima: iniziano dalla fine della primavera e continuano fino all'autunno, interrotte solo dalle prime gelate. I fiori sono in genere bianchi o rosa, molto leggeri, e crescono sulla cima di lunghi steli sottili. Questo portamento aggraziato le rende perfette anche come fiori da recidere ma sono bellissime a vedersi in tutto il loro splendore in aiuole, bordure, fioriere e persino giardini rocciosi.

Advertisement

Esposizione e terreno ideali per coltivare la Gaura

Chiome fiorite di esemplari di Gaura lindheimeri

@leichtergarten/instagram

La gaura dà il meglio di sé in estate, quando entra nel pieno della fioritura: per questo, preferisce posizioni assolate, sebbene possa tollerare anche un'ombra parziale (soprattutto nelle zone davvero molto soleggiate e calde). Quanto al clima, è una pianta decisamente resistente e capace di adattarsi a vari climi: tollera temperature molto alte, sebbene vada seguita più da vicino in periodi di siccità prolungati, ma resiste anche al freddo e in climi più umidi.

Il terreno ideale per coltivare una gaura deve essere perfettamente drenante: un terreno che diventa troppo bagnato e freddo in inverno può ucciderle. È importante quindi che il terriccio sia alleggerito con sabbia o perlite. Se il terreno di casa è troppo compatto e povero, meglio coltivare la gaura in aiuole rialzate dove sarete voi a riempire lo spazio con il terriccio adatto.

Advertisement

Irrigazione e concimazione della Gaura

Primo piano dell'infiorescenza bianca della Gaura lindheimeri

@ken_ponpoko/Instagram

La facilità di coltivazione di queste piante si ravvede anche nel fatto che non hanno bisogno di essere innaffiate costantemente. Nei periodi miti della primavera e dell'autunno, specie se vi sono sufficienti precipitazioni, non hanno quasi mai bisogno altro che della pioggia. E questo è ancora più vero durante il freddo invernale.

Quando fa caldo, però, sebbene tollerino le alte temperature, è bene innaffiare abbondantemente ma non troppo spesso: aspettate che il terreno si asciughi del tutto e poi innaffiate in modo molto abbondante, con un getto non troppo forte che possa fare buchi nel terreno. Assicuratevi che ci sia un buon drenaggio per scongiurare il rischio di ristagni idrici attorno alle radici, e vedrete che intervenendo una, massimo due volte a settimana riuscirete a far superare l'estate anche alla gaura senza troppi pensieri. Come sempre, però, le piante coltivate in vaso, a maggior ragione se non molto grande e se poggiato su pavimenti che si riscaldano, dovranno essere controllate più spesso per evitare che il terreno si secchi al punto di diventare troppo compatto.

La gaura non ha bisogno di terreni eccessivamente ricchi: un minimo di compost, specie dopo il riposo invernale, è spesso più che sufficiente. Altrimenti, durante la fase di ripresa vegetativa, somministrate piccole quantità di concimi organici e naturali, come la leonardite o l'humus di lombrico.

I cultivar di Gaura da conoscere

Aiuola di bordura con filare di piante di Gaura lindheimeri

@katiegracegardens/Instagram

I fiori della gaura possono arrivare a diverse altezze: da solo 40 cm fino anche a 120cm. Per fioriere non molto grandi, meglio scegliere le piante dal portamento più compatto, mentre per le bordure o lo sfondo di aiuole stratificate, ci si può permettere anche le piante più grandi. Oltre alla classica gaura dai fiori bianchi e gli steli molto alti, potete scoprire anche:

  • Gaura Gaudi 'Red', che ha gli steli sempre rossastri ma i fiori di un delicato rosa;
  • Gaura lindheimeri ‘Crimson Butterflies’, dalle foglie color rossiccio e fiori rosa scuro;
  • Gaura lindheimeri  'Rosy Jane', con fiori bianchi dai petali screziati di rosa sul bordo;
  • Gaura lindheimeri 'Siskiyou Pink', i fiori sono sfumati dal rosa intenso al centro a quello più chiaro verso i bordi;
  • Gaura lindheimeri 'Corrie’s Gold': il tocco "d'oro" suggerito dal nome è nel fogliame, che in questa varietà è splendidamente variegato.

Ce ne sono ancora molte altre: quale vorreste far vostra?

Advertisement