Armadio sempre in disordine? Organizzalo al meglio con queste dritte utili - Creativo.media
x
Armadio sempre in disordine? Organizzalo…
Centrotavola rustici: decora cucina e salone con fantastiche composizioni buone per tutte le stagioni Piante grasse in tazza? Ti spieghiamo come creare queste composizioni originali e irresistibili

Armadio sempre in disordine? Organizzalo al meglio con queste dritte utili

23 Maggio 2021 • di Angelica Vianello
39.166
Advertisement

Un armadio ben organizzato è un grande vantaggio per chiunque: ci aiuta a trovare tutto quello che ci serve velocemente, così come ci evita di perdere tempo nel trovare lo spazio a ciò che dobbiamo riporre.

Inoltre, quando arriva il momento delle pulizie di primavera, avere un armadio ben organizzato è un fattore utile per sbrigarsi della faccenda in modo rapido ed efficiente.

Quanto più spesso si riordina l’armadio, tanto più facile sarà tenerlo in ottime condizioni! Vale allora la pena mettersi di fronte al proprio guardaroba e finalmente portare ordine al suo interno seguendo qualche dritta utile


immagine: Emily May/Flickr

Svuotare e pulire l’armadio

Per prima cosa, svuotate il mobile di tutti i vestiti, togliendoli anche da eventuali contenitori, che sposterete fuori dall’armadio insieme alle grucce. Lasciatelo vuoto come appena acquistato e mettete tutti gli indumenti sul letto o anche a terra, magari poggiando sul pavimento una coperta.

A questo punto divideteli per categorie, e così facendo fate una cernita, per decidere se tenerli tutti o meno. Ci sono tanti criteri per decidere cosa tenere e cosa no, il più utile è quello che si basa sulla frequenza di utilizzo: se li avete indossati spesso nell’ultimo anno, fanno per voi, altrimenti sarebbe meglio considerare di disfarsene a meno che non abbiano qualche particolare valore affettivo.

Dividete quindi i capi a seconda delle stagioni in cui indossarli, in modo da tenere in evidenza quelli che servono al momento. E anche all’interno di questi gruppi, separate le cose da indossare ogni giorno da quelle che invece servono più di rado. Se c’è spazio a sufficienza, sposterete nei punti più remoti e difficili da raggiungere i capi che tenete per puro valore sentimentale ma che di fatto non vi servono. Meglio ancora se li riponete in scatoloni ben chiusi, da tenere sopra i mobili, sotto al letto o in qualche ripostiglio (anche il garage, per esempio).

Potete anche considerare l’idea di sfruttare questi indumenti non più indossati ma comunque amati per trasformarli in oggetti d’arredo o da esporre. C’è chi ricicla le T-Shirt preferite in federe per cuscini, chi invece incornicia gli abitini o qualche uniforme memorabile. Si possono anche creare lavori patchwork come coperte e trapunte con le magliette, persino quelle sportive.

Questa selezione e cernita andrebbe fatta alla fine di ogni stagione, così da liberare il guardaroba dai capi che negli ultimi tre o quattro mesi non sono stati mai indossati, e avere sempre a portata di mano i vestiti adatti alla stagione in corso.

Tra le cose di cui volete disfarvi, dividete quelli ormai rovinati e inutilizzabili da quelli che invece possono essere donati o venduti. I primi, comunque, potrebbero dar vita a tantissimi progetti di riciclo creativo, soprattutto nel caso di jeans e T-Shirt, ma anche camicie e maglioni possono trovare tanti impieghi diversi in casa.

È difficile separarsi dai capi in buone condizioni, ma se davvero non li abbiamo mai indossati nell’ultimo anno e anzi ci eravamo anche dimenticati di averli o magari non entrano più per via di un cambio di peso, è meglio donarli piuttosto che aspettare che vadano bene di nuovo.

Una volta finita la cernita dei vestiti, arriva il momento di pulire e rinfrescare l’interno dell’armadio. Iniziate passando l’aspirapolvere o spolverando a fondo ogni superficie, e poi proseguite con il lavaggio delicato delle superfici. Tenere un armadio pulito e disinfettato è anche un’ottima misura contro la comparsa delle tarme.

Potete usare:

  • Aceto. L'aceto sgrassa ed elimina odori cattivi, oltre che essere un ottimo rimedio in caso di umidità. Riempite allora una bacinella di acqua calda e diluiteci 1 tazza di aceto bianco (di vino, di mele o di alcol), poi immergeteci e strizzate per bene un panno morbido  da passare poi nell’armadio. Tenete pronta anche una bacinella di acqua calda per sciacquare subito con un altro panno pulito e anche un terzo strofinaccio o panno morbido per asciugare immediatamente. Se volete, aggiungete qualche goccia di olio essenziale a scelta. Evitate l’aceto nel caso di legno con finitura lucida o laminato.
  • Bicarbonato: sciogliete due cucchiai di bicarbonato in un litro di acqua calda, e poi usatelo in una bacinella immergendoci un panno oppure usate un flacone spray. Anche in questo caso potete usare dell'olio essenziale per dare un aroma piacevole.
  • Sapone di Marsiglia: quando avete paura che gli altri metodi possano rovinare la finitura dei materiali, usate il sapone di Marsiglia. Basta scioglierne una manciata in una bacinella di acqua calda e poi lavare come negli altri casi.

Se poi voleste rimodernare il look del mobile, magari ridipingendolo, è questo il momento.

immagine: Pxhere

Organizzare i vestiti

A seconda della cernita appena fatta, tornate a riempire l’armadio. Cominciate con gli abiti da appendere, magari anche usando i trucchi per appender più stampelle insieme o per usare le stampelle per sciarpe, reggiseni e simili.

Ricordate di sistemare tutto in modo da poter ritrovare gli abiti ipù facilmente. in base alla stagione, all’utilizzo, al tipo di indumento. Separate anche gli abiti da lavoro da quelli per il tempo libero: ogni mattina e a ogni occasione particolare saprete dove andare a cercare e cosa scegliere.

Qualche dritta utile per usare al meglio lo spazio nell’armadio:

  • Usate divisori verticali per tenere separate le pile di maglie e maglioni sui vari ripiani. Anche le cassette di plastica usate per il trasporto del latte, oppure cesti o cassette di legno compatte sono perfette per organizzare l'armadio, sebbene sia sempre meglio preferire contenitori che abbiano coperchi.
  • Aggiungete una catena leggera, anche di plastica a una stampella per appendere anche altre grucce insieme. Se gli indumenti appesi sono leggeri, potete usare anche le linguette delle lattine
  • Con i ganci di plastica delle tende da bagno, invece, potete trasformare una stampella in un porta sciarpe
  • Le stampelle per cravatte e sciarpe possono tornare utili anche per abiti leggeri smanicati e canottiere
  • Degli elastici sulle estremità stampelle aiutano gli abiti a non scivolare giù creando un ammasso disordinato in fondo all'armadio
  • Preferite le stampelle di plastica o legno; quelle di metallo possono facilmente arrugginirsi o comunque deformare i vestiti.
  • Arrotolate le T Shirt per tenerle in ordine, fare spazio  nei cassetti e riconoscere all’istante quella che cercate
  • Usate scatoloni di cartone per ricavare comodi divisori per cassetti
  • Per non rovinare la forma degli stivali avete molte opzioni: riviste arrotolate, bottiglie di plastica vuote o anche i tubi galleggianti da piscina
  • Se volete poi evitare un cambio di stagione ogni pochi mesi, oppure se l’armadio è condiviso da più persone, potete usare delle targhette che si aggancino facilmente all'asta dell'armadio per dividere gli abiti
  • Potete anche aiutarvi a dividere gli abiti usando grucce di colori o modelli diversi
  • Se c’è spazio, aggiungete un’altra asta per appendere altri indumenti
  • Collocate nei contenitori di plastica quelli che usi più raramente e i capi che non devono essere appesi. 
  • Anche le scarpe andranno divise in base alla frequenza di utilizzo e all’occasione adatta per indossarle, e se c’è spazio nel mobile, dividetele con portascarpe da appendere (all’asta degli abiti o all’interno dell’anta), oppure proprio con piccole scarpiere da inserire nel vano guardaroba.

Se volete profumare l’armadio e gli abiti al suo interno, potete ricorrere a diversi rimedi fai-da-te.

  • Sacchetti profumati: dentro a sacchetti di cotone leggero, lino o garza potete inserire fiori, petali o foglie di erbe aromatiche essiccati. Pensate a lavanda, petali di rosa, foglie di menta o melissa e non solo. Se volete, potete anche versarci qualche goccia di olio essenziale che si abbini al loro profumo, e lasciarli nei vari punti dell'armadio o cassetto ormai puliti.
  • Scorze di agrumi essiccate e ridotte in pezzetti con cui riempire sacchetti o ciotoline, in cui inserire magari anche spezie (cannella o anice stellato, per esempio) o qualche goccia di olio essenziale.
  • Gessetti: mescolate due parti di gesso per calchi con una parte di acqua per formare una pasta, aggiungendo 5 gocce (o più, se volete) di un olio essenziale a scelta. Con questo preparato riempite un vassoio per i cubetti i ghiaccio (o qualche stampo simile, magari da pasticceria come quelli per i cioccolatini). Fate asciugare completamente e poi usare i gessetti dentro a contenitori o sacchetti da inserire nei mobili.
  • Anche una vaschetta di bicarbonato di sodio può assorbire odori, e potete aggiungerci dell'olio essenziale. Un'essenza ideale per un profumo fresco e che ha anche ottime proprietà antibatteriche è quella di tea tree.

A volte negli armadi si tengono anche scatole con tanti altri oggetti diversi dagli indumenti o le scarpe: fotografie e ricordi vari, che andranno anch’essi vagliati per decidere se tenerli, come eventualmente riorganizzarli o magari usarli per qualche decorazione.

Sbarazzatevi di eventuali riviste o oggetti privi di alcun valore sentimentale, così da ridurre le scatole che occuperanno meno spazio. Se poi il mobile è già pieno, potete trovare altri spazi a questi oggetti, come in scatoloni di plastica (di buona qualità), da tenere sopra ai mobili o in qualche ripostiglio. Etichettate ogni scatola per indicare il contenuto.

Se per caso ci sono pezzi di biancheria per la casa, valuta di spostarli nell’armadio dedicato, così da non avere lenzuola e asciugamani sparsi per tutta l’abitazione.

Dopo un’operazione del genere, di certo il vostro armadio sarà molto più ordinato, profumato e piacevole.

Tags: TrucchiGuide
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie