Bollette troppo salate? Cambiate alcune semplici abitudini e risparmiate con questi 8 consigli

Laura Ossola image
di Laura Ossola

29 Novembre 2023

Bollette troppo salate? Cambiate alcune semplici abitudini e risparmiate con questi 8 consigli
Advertisement

Recentemente la questione del risparmio energetico è diventata sempre più centrale nelle nostre vite, sia per i costi sempre più alti delle nostre bollette, che per l'attenzione posta dal governo e dagli enti istituzionali sulla riduzione dei consumi non solo per il riscaldamento ma più in generale per ogni nostra azione quotidiana. 

Proprio per questo l'ENEA, l'Ente nazionale per l'Efficienza Energetica, ha stilato insieme agli esponenti del governo un elenco di regole che possiamo seguire per cambiare le nostre abitudini a favore di una riduzione del dispendio energetico, con notevoli vantaggi non solo per noi ma anche per l'ambiente, in un'epoca in cui la sostenibilità sta permeando ogni ambito della nostra vita, dai trasporti all'arredamento ai viaggi e si sta rapidamente trasformando da tendenza a vera e propria mentalità fondante. 

Quali abitudini possiamo modificare per evitare brutte sorprese in bolletta e rendere la nostra quotidianità più sostenibile? Vi suggeriamo di seguito 8 utili consigli.

Advertisement

1. Uso consapevole di lavatrici e lavastoviglie

1. Uso consapevole di lavatrici e lavastoviglie

Marco Verch Professional Photographer/Flickr

Gli elettrodomestici sono oggi fondamentali nelle nostre case e ci aiutano a conservare e preparare i nostri cibi e a mantenere i nostri ambienti e i nostri oggetti sempre puliti e igienizzati. Essi tuttavia devono essere utilizzati in modo consapevole poiché sono tra le principali cause dell'aumento dei consumi di energia elettrica. 

Utilizzate lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico, preferendo i cicli brevi e le basse temperature per il vostro bucato e il programma eco per la lavastoviglie. Anche l'asciugatrice andrebbe utilizzata preferibilmente a pieno carico e inserendovi capi che siano già stati centrifugati in lavatrice, per velocizzare i tempi di asciugatura. Provate anche a ridurre il numero di lavaggi, anche un solo lavaggio in meno a settimana può incidere in modo non indifferente sulla vostra bolletta.

Advertisement

2. Attenzione a frigorifero e forno

2. Attenzione a frigorifero e forno

Barry Arnson/Flickr

Anche nella conservazione e preparazione dei nostri pasti occorre porre particolare attenzione per evitare gli sprechi:

  • valutate la sostituzione dei vostri elettrodomestici se molto datati e preferiti modelli ad alta efficienza energetica;
  • non riempite eccessivamente il frigorifero e mantenetelo sempre in ordine per permettere la corretta circolazione dell'aria; evitate inoltre di inserire cibi caldi in frigorifero per non sovraccaricare l'elettrodomestico;
  • ricordate di sbrinare regolarmente il freezer se il vostro modello non è dotato della funzione no frost e non lasciate il frigorifero o il congelatore aperto troppo a lungo per evitare inutili rialzi di temperatura al loro interno;
  • il forno consuma molto, ma potete ridurre i costi combinando la cottura con i fornelli e il microonde, scegliendo modelli più piccoli e mantenendolo pulito.

3. Una doccia rapida

3. Una doccia rapida

Steven Zolneczko/Flickr

Sappiamo già da decenni che la doccia è da preferire al bagno per un consumo inferiore di risorse, ma occorre anche evitare di dilungarsi troppo a lungo sotto il getto caldo. La doccia non dovrebbe durare più di 5 minuti, meglio se abbassate la temperatura di pochi gradi e non aprite il getto con eccessivo anticipo per ridurre i consumi fino al 15%.

4. Uso del gas in cucina

4. Uso del gas in cucina

Oregon State University/Flickr

Adottate dei semplici accorgimenti per ridurre il consumo di gas in cucina:

  • combinate la cottura con il microonde e il forno per ridurre i consumi;
  • sfruttate quando possibile la cottura passiva, spegnendo il gas in anticipo e lasciando che pasta, riso, verdure e legumi concludano la cottura sfruttando il calore accumulato da acqua e padelle;
  • preferite la cottura in pressione per cibi a lunga cottura per ridurre i tempi e di conseguenza anche i consumi;
  • preferite il microonde per riscaldare l'acqua per il tè e il latte: otterrete un risparmio non indifferente. 

5. Attenzione ai consumi nascosti

5. Attenzione ai consumi nascosti

DadFight2/Reddit

Caricabatterie inutilizzati lasciati nelle prese, elettrodomestici e dispositivi elettronici collegati e lasciati in standby possono essere una fonte nascosta di spreco energetico. Collegate i vostri dispositivi alle multiprese, preferibilmente con interruttore per spegnerle con facilità nel momento in cui non li utilizzate, scollegate i caricabatterie quando i dispositivi hanno raggiunto la piena carica e impostate la modalità di risparmio energetico.

Advertisement

6. Lampadine a risparmio energetico

6. Lampadine a risparmio energetico

Pickpik

Anche nell'illuminazione una scelta consapevole ci permette di risparmiare; preferire le lampadine a LED è già un notevole passo avanti nella sostenibilità delle nostre case, dal momento che consumano meno e durano più a lungo, ma si può fare un passo in più scegliendo lampadine con la potenza adatta:

  • per il comodino della vostra camera da letto sono sufficienti 3-5 W;
  • una lampadina da 5-10 W è quella più adatta per piani di lavoro e piani cottura in cucina e angoli di lavoro in salotto;
  • una lampadina a 10 W è sufficiente in camera da letto, nella specchiera del bagno e il ripostiglio;
  • per il punto luce centrale del soggiorno, della cucina e del bagno basteranno lampadine da 15-20 W.

7. Riscaldamento sostenibile

7. Riscaldamento sostenibile

Schorle/Wikimedia Commons

Per mantenere un sufficiente comfort termico nelle nostre case mantenendole al tempo stesso sostenibili usate dei semplici accorgimenti:

  • rinnovate i vecchi impianti installando radiatori ad alta efficienza energetica e termostati regolabili, preferibilmente smart;
  • abbassate la temperatura del termostato di un grado, mantenendola a non più di 20 gradi nella zona giorno e 16-18 gradi nella zona notte;
  • lasciate i termosifoni liberi per permettere all'aria calda di circolare liberamente diffondendosi in modo uniforme e rapido; un foglio riflettente sulla parete posteriore faciliterà la diffusione dell'aria calda all'interno invece della sua dispersione all'esterno.

Advertisement

8. Fasce orarie e offerte giuste

Fate attenzione alle vostre bollette, se la fatturazione è effettuata su fasce orarie preferite l'uso degli elettrodomestici nelle ore in cui il consumo è meno costoso e preferite l'offerta più adatta alle vostre esigenze e abitudini di consumo. 

Occorre inoltre fare molta attenzione nella scelta di elettrodomestici e dispositivi elettronici, preferendo quelli con la classe energetica migliore in modo da ridurre costi e consumi. 

Con queste nuove abitudini la vostra quotidianità sarà più sostenibile.

Advertisement