Macchie sul tappeto: funziona davvero l'olio di cocco per pulire?

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

14 Dicembre 2023

Macchie sul tappeto: funziona davvero l'olio di cocco per pulire?
Advertisement

Tappeti e moquette sono tra gli oggetti che si sporcano più spesso in casa, e lo sforzo per mantenere l'igiene a livelli accettabili su queste superfici è continuo. Cosa fare quando, oltre al traffico abituale, si sporcano con macchie di qualche sostanza che vi cade accidentalmente? Caffè, vino e altre bevande che capita di sorseggiare in casa sono un rischio, come pure cibi e le mille cose che ci capita di usare ogni giorno.

Esistono in realtà diversi metodi da provare per pulire un tappeto a casa, prima di ricorrere all'aiuto di esperti, e quei metodi dipendono anche dal tipo di sporco che si deve eliminare. Tra i suggerimenti che capita di leggere online, poi, c'è anche quello che prevede l'uso di olio di cocco.

Advertisement

L'olio di cocco sui tappeti

L'olio di cocco sui tappeti

Freepik

Una delle indicazioni che si legge online consiglia di mescolare bicarbonato di sodio e olio di cocco in parti uguali: questa mistura servirebbe a cancellare aloni e macchie non solo dai tappeti, ma anche dalla tappezzeria di divani e poltrone. Ebbene, non è in realtà un metodo così infallibile: l'olio di cocco, vista la sua consistenza, può in realtà peggiorare le cose, oltre che essere difficile da rimuovere dalle fibre di tappeti e tessuti.

Altro metodo che può trarre in inganno per via del suo nome è uno che menziona lo shampoo. Quando leggiamo, specie sui social, di persone che si dedicano allo shampooing, per quanto riguarda i tappeti e le moquette, non stanno in realtà usando proprio i prodotti per i capelli. Anzi, nello specifico, ci si riferisce a prodotti specifici, di solito enzimatici, che si adoperano con apparecchi appositi per lavare moquette e tappezzerie. Assomigliano a delle aspirapolveri col serbatoio ad acqua, e ne esistono di vari modelli e prezzi.

Advertisement

Come pulire il tappeto a casa

Come pulire il tappeto a casa

Freepik

Quanto all'uso del bicarbonato per la pulizia del tappeto, vi è un fondo di verità: quella sostanza multiuso in casa torna utile proprio anche con tappeti e moquette.

Prima di iniziare a pulire qualsiasi cosa, però, è sempre bene aspirare tutto lo sporco secco, la polvere, i peli e i detriti che possono annidarsi tra le fibre. Una volta fatto ciò, se volete trattare macchie recenti, cospargete di bicarbonato le aree da trattare, e aspettate almeno un'ora (ma anche tre!), dopodiché aspirate tutto.

Nel caso di macchie un po' più risalenti, potete disciogliere del bicarbonato in acqua tiepida (non calda), agitare bene e spruzzare sul tappeto. Con l'aiuto di una spugna o di una spazzola adatta, strofinate in una sola direzione per far penetrare il bicarbonato insieme all'acqua. Lasciate asciugare, senza camminare sul tappeto, e quando tutto sarà asciutto, aspirate perfettamente di nuovo.

Per tappeti fatti con materiali delicati poi, se volete lavare via lo sporco, meglio usare piccole quantità di sapone per bucato delicato, ben diluite e solo sulle macchia da trattare, tamponando per bene e con pazienza.

Se i prodotti fai-da-te non funzionano, tentate con quelli specifici, ma ricordate sempre di leggere le etichette dei produttori per evitare di rovinare i tessuti. E nel dubbio, sempre meglio rivolgersi agli esperti!

Advertisement