Perché seminare il prato in inverno? I vantaggi della semina dormiente

Laura Ossola image
di Laura Ossola

29 Dicembre 2023

Perché seminare il prato in inverno? I vantaggi della semina dormiente
Advertisement

Avere un bel prato verde e rigoglioso in giardino richiede molto impegno e in certi casi potrebbe essere davvero difficile riuscire nell'impresa, soprattutto se non si conoscono quali siano le condizioni ideali per una corretta germogliazione dei semi. 

Temperatura e umidità sono due componenti fondamentali da monitorare costantemente per la corretta crescita del vostro prato, ma anche il momento della semina gioca un ruolo di fondamentale importanza. Siamo soliti pensare che il prato debba essere seminato in primavera, affinché le condizioni giuste di temperatura e umidità siano già presenti e permettano una rapida germogliazione dell'erba.

Anche seminando in inverno tuttavia si possono ottenere interessanti risultati nella realizzazione di un prato bello e rigoglioso durante l'estate. Questa tecnica è nota come semina dormiente e vi permetterà di guadagnare tempo e non ritrovarvi sovraccarichi di lavoro in primavera. 

Quali sono le condizioni necessarie per la pratica della semina dormiente e come realizzarla? Ve lo spieghiamo di seguito. 

Advertisement

Condizioni ideali per la realizzazione della semina dormiente

Condizioni ideali per la realizzazione della semina dormiente

FreePik

La semina dormiente è una pratica che può essere effettuata con successo se sussistono particolari condizioni climatiche. L'umidità in particolare è fondamentale ai fini della buona riuscita di questo tipo di semina e perciò i luoghi ideali per questo metodo sono quelli interessati da abbondanti precipitazioni invernali con temperature costantemente fredde oppure quelli in cui le precipitazioni nevose ricoprono il terreno per tutta la stagione invernale. 

Qualora queste condizioni non sussistano la semina potrebbe non andare a buon fine per mancanza di umidità oppure per una germogliazione troppo precoce che verrà annullata da una successiva gelata o ancora a causa della rimozione dei semi da parte del vento o degli animali selvatici. 

Per questo motivo è importante irrigare regolarmente il prato qualora non vi siano precipitazioni per un lungo periodo di tempo, mentre possiamo sostituire l'importante protezione fornita dallo strato di neve con uno strato di paglia.

Advertisement

Come effettuare la semina dormiente

Come effettuare la semina dormiente

whatwolf/Freepik

La semina dormiente si effettua con pochi semplici passaggi:

  • scegliete il momento giusto: per la semina invernale del vostro prato il momento ideale è quando la temperatura del suolo è sufficientemente bassa per impedire la germinazione, generalmente nel momento in cui le temperature scendono al di sotto dei 7 gradi;
  • scegliete la giusta miscela: anche la miscela di semi è importanti, dal momento che soltanto le specie resistenti al freddo potranno germogliare in primavera;
  • preparazione del terreno: iniziate preparando il terreno; se il prato è già presente, tagliatelo impostando il tosaerba sulla posizione più bassa possibile e ripetendo l'operazione diverse volte, in modo da preparare l'area al meglio per la semina. Successivamente rastrellate con un rastrello metallico, raschiando l'area più che potete, al fine di creare i solchi necessari al costante contatto tra i semi e il terreno;
  • semina: potete effettuarla a mano o preferibilmente servendovi di uno spargitore portatile o una seminatrice su ruote. In questo modo i semi verranno cosparsi sul terreno in modo più regolare e uniforme;
  • rastrellate nuovamente il terreno e comprimete saldamente il seme al suo interno;
  • non vi resta che attendere l'arrivo della primavera e la partenza della germinazione.

Grazie alla semina dormiente guadagnerete tempo in primavera e il vostro prato crescerà prima.

Advertisement