Pulire correttamente l'umidificatore per un'aria sempre sana tra le mura domestiche

Laura Ossola image
di Laura Ossola

31 Dicembre 2023

Pulire correttamente l'umidificatore per un'aria sempre sana tra le mura domestiche
Advertisement

Durante l'inverno capita di frequente di doverci fronteggiare con disturbi al sistema respiratorio come raffreddori notturni, congestione nasale e pelle secca; questo accade a causa del riscaldamento domestico, che tende a seccare l'aria portandola al di sotto dell'intervallo ideale di umidità del 30-50%

In questi casi può essere utile procurarsi un umidificatore, che con il suo getto di vapore acqueo ci aiuterà a mantenere i livelli di umidità costantemente all'interno dell'intervallo ideale. Questi prodotti tuttavia, per la costante presenza di acqua al loro interno, possono facilmente diventare terreno fertile per la proliferazione di muffe e batteri, che inevitabilmente verranno immessi nell'aria insieme al getto di vapore e ne danneggeranno la qualità. 

Se non desideriamo dover subire le conseguenze di questa disgustosa miscela di elementi inquinanti, dobbiamo preoccuparci di pulire regolarmente il nostro umidificatore, in modo da manternerlo sempre libero da muffe e batteri e garantirci una buona qualità dell'aria che respiriamo all'interno delle nostre mura domestiche. 

Fermo restando che dobbiamo sempre seguire le istruzioni riportate nel manuale di manutenzione dalla casa produttrice, ci sono dei passaggi da rispettare e dei prodotti naturali che possono aiutarci a mantenere i nostri umidificatori sempre puliti. Scopriamoli insieme.

Advertisement

Cure quotidiane per gli umidificatori

Cure quotidiane per gli umidificatori

@vetter4kids/Instagram

Essendo sempre a contatto con l'acqua, i nostri umidificatori certamente possono sviluppare muffe e batteri con grande facilità, ma ci sono dei gesti quotidiani con cui possiamo prenderci cura di questi preziosi apparecchi per garantirci sempre una buona qualità dell'aria all'interno delle nostre abitazioni:

  • utilizzate sempre acqua distillata o demineralizzata; l'acqua del rubinetto contiene molti minerali e microrganismi che possono facilitare la formazione di muffe e batteri, mentre l'acqua distillata e quella demineralizzata rallentano questo processo;
  • svuotate completamente il serbatoio dopo ogni utilizzo e lasciatelo asciugare completamente; questo vale anche nel caso in cui utilizziate il vostro umidificatore a cadenza quotidiana e potreste essere tentati di svuotare completamente il serbatoio con l'utilizzo. L'acqua ferma ristagna e facilita la proliferazione di germi;
  • assicuratevi che non vi sia sulle pareti del serbatoio una patina vischiosa e nel caso rimuovetela risciacquando accuratamente e lasciando asciugare completamente.

Advertisement

Pulizia settimanale e mensile dell'umidificatore

Pulizia settimanale e mensile dell'umidificatore

@essentially.ness/Instagram

Ci sono poi delle azioni settimanali e mensili che ci aiutano a rimuovere ogni possibile residuo di sporcizia dalle diverse componenti dell'umidificatore:

  • settimanalmente occorre smontare l'umidificatore e lavare accuratamente tutte le parti rimuovibili e prive di collegamenti elettrici. Per questa operazione potete usare una soluzione di aceto bianco o di acido citrico, ne bastano 2 cucchiai in 500 ml di acqua, che potrete strofinare servendovi di una spugnetta o di un vecchio spazzolino da denti. In questo modo potrete facilmente eliminare tutti i residui di calcare e minerali che tendono a depositarsi quando utilizzate acqua non distillata. In caso di incrostazioni particolarmente ostinate potete utilizzare aceto o acido citrico puro e lasciare in ammollo circa 20 minuti.
  • Una volta al mese dovreste invece occuparvi della completa sanificazione del vostro umidificatore, igienizzandolo con una soluzione di 1 cucchiaio di acqua ossigenata in 1 litro d'acqua. In questo modo potrete assicurarvi di rimuovere tutte le eventuali proliferazioni di muffe e batteri. Immergete nella soluzione soltanto le parti in plastica, trattando quelle in metallo soltanto con la soluzione di aceto o acido citrico. Asciugate completamente dopo il lavaggio per assicurarvi di evitare ogni possibile proliferazione.

Grazie a questa routine di pulizia i vostri umidificatori saranno sempre perfettamente puliti e igienizzati.

Advertisement