Qual è la lunghezza giusta per le mie tende? Tutti i consigli degli esperti di design

Laura Ossola image
di Laura Ossola

31 Dicembre 2023

Qual è la lunghezza giusta per le mie tende? Tutti i consigli degli esperti di design
Advertisement

Nella decorazione d'interni la scelta delle tende più adatte per le vostre finestre è un momento immancabile e di fondamentale importanza. La decisione su quale sia la lunghezza più adeguata per le vostre finestre è infatti determinante nella definizione dell'aspetto finale delle vostre stanze e sono diversi gli elementi da prendere in considerazione per trovare la soluzione più adatta alla stanza che dovete decorare: l'altezza del soffitto e della finestra, la funzione della vostra tenda, gli elementi architettonici strutturali ma anche il progetto d'arredo sono dettagli fondamentali nella determinazione del tendaggio più adeguato alla vostra finestra. 

Una tenda della lunghezza sbagliata potrebbe dunque rovinare l'aspetto finale della vostra stanza e voi non desiderate certamente che ciò accada. Ma non solo: anche il modello e il tessuto prescelti avranno un forte impatto visivo e modificheranno l'atmosfera dell'intero ambiente. Come fare dunque per scegliere le tende giuste per ogni stanza della vostra casa? Seguiamo i consigli degli esperti.

Advertisement

Come misurare la lunghezza delle tende

Come misurare la lunghezza delle tende

Freepik

Per misurare la lunghezza più adatta per le vostre tende munitevi di un metro a nastro e prendete le misure dal pavimento al punto in cui viene posizionato il bastone. Solitamente un'altezza di 10 centimetri al di sopra della finestra è sufficiente, ma se vi alzate fino a pochi centimetri dal soffitto la vostra stanza sembrerà più spaziosa e più luminosa. 

Un altro aspetto di cui tenere conto è l'altezza dal pavimento:

  • una tenda che si appoggia sul pavimento per almeno 4 centimetri aggiungerà morbidezza all'arredamento rendendo l'atmosfera più romantica, ma perderà praticità essendo molto più facile che accumuli polvere e sporcizia, soprattutto in ambienti come il bagno e la cucina;
  • una tenda che lambisce appena il pavimento è la scelta più comune e di più facile mantenimento, soprattutto per il soggiorno;
  • una tenda a davanzale è invece la scelta più adeguata alle cucine e ai bagni, dove la finestra è solitamente rialzata rispetto al pavimento e si preferisce una soluzione più pratica;
  • le tende che scendono di circa 10 centimetri al di sotto del davanzale, infine, sono l'ideale per gli ambienti in cui il termosifone è posizionato proprio al di sotto della finestra.

Advertisement

Largezza e tessuto sono altrettanto importanti

Largezza e tessuto sono altrettanto importanti

@quintanagram/Instagram

Una volta scelta la lunghezza occorrerà determinare la larghezza più adeguata, solitamente calcolata moltiplicando da 1.5 a 3 volte la larghezza della finestra. La larghezza adeguata è determinante per far sì che le tende possano avere il giusto impatto sull'aspetto della stanza. 

Anche la scelta del tessuto deve infine tenere conto delle caratteristiche della stanza: un tessuto potrà infatti essere più adatto di altri per stanze più o meno luminose, più o meno formali, in cui le finestre abbiano più o meno spifferi:

  • il velluto è ideale ad esempio per tende oscuranti che riparino anche dal caldo e dal freddo;
  • il cotone è perfetto per qualunque stile d'arredamento, è molto facile da pulire e permette alla luce di filtrare;
  • il lino, come il cotone, filtra la giusta quantità di luce, ma è più difficile da mantenere;
  • il poliestere è infine la scelta più diffusa, economica, durevole e di facile mantenimento.

Voi quali tende avete preferito per le vostre finestre?

Advertisement