La usi per il bucato, ma può aiutarti anche a far sparire velocemente i cattivi odori dagli scarichi

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

04 Gennaio 2024

La usi per il bucato, ma può aiutarti anche a far sparire velocemente i cattivi odori dagli scarichi
Advertisement

Entriamo in cucina e sentiamo un odore poco gradevole, ma non c'è sporcizia in vista: il colpevole sarà sicuramente qualche ingorgo nello scarico del lavandino. A volte non ci rendiamo conto, infatti, che tantissime delle sostanze che ci lasciamo finire dentro possono "legarsi" insieme e creare delle ostruzioni in un batter d'occhio, specie se lasciamo scorrere negli scarichi qualsiasi forma di grasso animale o vegetale.

Quando succede, oltre ai rimedi di certo più conosciuti, c'è anche un altro prodotto che non dovrebbe mai mancare in casa, ma che di solito usiamo nel bucato, il quale ci aiuta a contrastare i cattivi odori: è la candeggina delicata.

Advertisement

Usare la candeggina delicata per i cattivi odori nello scarico

Usare la candeggina delicata per i cattivi odori nello scarico

Freepik

A differenza della candeggina normale, che contiene cloro ed è decisamente nociva per l'ambiente, la candeggina delicata è molto meno inquinante, ma altrettanto efficace. Deve il suo nome proprio all'azione più delicata rispetto alla candeggina classica, ma i risultati equivalenti sono ottenuti con l'aggiunta di acqua ossigenata, a volte si parla anche di formulazione all'ossigeno attivo.

Ha bisogno di un tempo di contatto maggiore, ma è caratterizzata anche da un profumo decisamente più gradevole. L'acqua ossigenata (perossido di idrogeno) contrasta i cattivi odori per via dell'ossidazione che provoca sulle sostanze con cui viene a contatto, quando scinde le molecole responsabili dei cattivi odori stessi, neutralizzando l'effetto sgradevole all'olfatto. È anche in grado di sciogliere sporco unto e grasso, quello che di solito aderisce alle pareti delle tubature, o che tiene insieme i detriti che formano l'ostruzione. 

Come usarla?

  1. Scaldate dell'acqua, anche con un bollitore o in una pentolina sui fornelli, e versate l'acqua molto calda nello scarico.
  2. Fate seguire subito da un bicchiere di acqua ossigenata e lasciate agire per 5-10 minuti.
  3. Versate ancora dell'acqua calda dopo, e gli odori dovrebbero essere spariti.

Advertisement

Come evitare i cattivi odori nello scarico

Come evitare i cattivi odori nello scarico

wirestock

La prima difesa è nel filtro dello scarico: facciamolo sempre funzionare per raccogliere tutti i detriti che non siamo così diligenti da rimuovere dagli oggetti che laviamo a mano.

Inoltre, impariamo a disporre di olio e residui grassi (che siano vegetali o animali, come burro o grasso rimasto dalla cottura di carne sulle padelle). Soprattutto l'olio esausto, quelle delle fritture e soffritti non andrebbe mai gettato negli scarichi, nemmeno del WC, ma conferito in appositi contenitori di raccolta che normalmente sono presenti sul territorio.

Per le piccole quantità che rimangono sui piatti e padelle, dobbiamo sempre avere l'accortezza di lavarlo via con acqua molto calda, e magari gettare subito un po' di acetoacido citricosucco di limonebicarbonato di sodio nello scarico (senza dimenticare anche in questi casi l'acqua calda), così da introdurre negli scarichi, subito, anche sostanze acide che sciolgono i grassi, aiutando a far defluire tutto nelle tubature. E ovviamente, anche in questo caso un'alternativa alle sostanze indicate potrebbe essere la candeggina delicata.

Vale proprio la pena averne sempre un po' in casa, no?

Advertisement