Pennelli del trucco: li pulisci abbastanza spesso e nel modo giusto?

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

07 Gennaio 2024

Pennelli del trucco: li pulisci abbastanza spesso e nel modo giusto?
Advertisement

Pulire frequentemente i pennelli con cui applichiamo il make-up è una pratica importante per la corretta igiene. Lasciare che polveri e fluidi vari rimangano tra le setole, insieme poi al sebo della pelle e alla sporcizia che finiscono per accumulare di giorno in giorno, significa non curarsi affatto della salute della nostra pelle.

A volte, infatti, i pennelli sporchi possono causare irritazioni e sfoghi cutanei, e considerando che anche episodi come il calazio possono derivare anche dalla mancata rimozione del make-up, a maggior ragione applicarne di nuovo con pennelli sporchi da tempo non sembra l'ideale. Come fare per pulire i pennelli in modo facile ed efficace?

Advertisement

Il metodo per pulire i pennelli consigliato dai dermatologi

Il metodo per pulire i pennelli consigliato dai dermatologi

Freepik

Se usiamo molto spesso i pennelli, non possiamo far passare più di una settimana o 10 giorni prima di lavarli. E come si fa? Ecco come consigliano di farlo i dermatologi:

  1. Iniziate sciacquando per bene sotto acqua corrente tiepida: serve a rimuovere tutto il residuo di make-up più grossolano. Bisogna solo mettere la punta delle setole sotto il getto d'acqua, cercando di non bagnarle troppo alla base. Alla lunga, infatti, l'acqua tiepida potrebbe rimuovere la colla che unisce le setole al manico.
  2. Munitevi quindi di una ciotola non troppo grande, e riempitela di acqua tiepida
  3. Aggiungetevi un cucchiaio di shampoo delicato (anche quelli schiarenti vanno bene). Altri saponi sono sconsigliati - se non per emergenze - visto che possono seccare le setole.
  4. Mescolate un po' lo shampoo e poi immergete la punta del pennello nella ciotola, muovendo il pennello in acqua.
  5. Per far penetrare meglio lo shampoo tra le setole, potete strofinarle delicatamente contro il palmo della mano (oppure su appositi tappetini di silicone)
  6. Sciacquate di nuovo sotto acqua corrente.
  7. Ripetete i passi da 4 a 6 fino a che l'acqua che esce dal pennello non è più del tutto pulita.
  8. Asciugate premendo le setole con delicatezza tra due strati di carta assorbente pulita e asciutta.
  9. Finite di far asciugare i pennelli poggiandoli di piatto su un asciugamano ben asciutto e fate in modo che le setole sporgano fuori dal bordo di un ripiano (anche un tavolo va bene, se non c'è spazio in bagno). Se invece faceste asciugare i pennelli in verticale nei loro contenitori, l'acqua ristagnerebbe sulla colla, con lo stesso rischio visto prima.

Advertisement

Un metodo alternativo per pulire i pennelli

Un metodo alternativo per pulire i pennelli

fabrikasimf/Freepik

Visto che lo shampoo è di solito considerato migliore del sapone normale per lavare le setole dei pennelli, potete aiutarvi a preparare un prodotto da riutilizzare a lungo, usando shampoo solido

Se avete una saponetta di shampoo solido, infatti, potete metterla grattugiarla in una ciotolina adatta al microonde, per una quantità pari a uno o due cucchiai. Versateci un cucchiaio di acqua calda e poi fate squagliare a potenza medio bassa (come si fa per il burro fuso). Potreste anche sciogliere a bagnomaria.

A quel punto, versate tutto in un barattolino di vetro che abbia l'imboccatura larga abbastanza da poter, poi, infilarci senza problemi anche i pennelli più grandi.

Lasciate a solidificare e ogni volta che dovrete pulire al volo, vi basterà bagnare le setole con acqua tiepida, e strofinare sulla superficie dello shampoo nel barattolo, sciacquando e ripetendo fino a che tutto è pulito. Poi, per togliere la parte di shampoo sporca, che sarà ancora liquida, fate scorrere un po' di acqua calda corrente dentro al barattolino fino a che emergerà lo strato pulito. 

È una forma più comoda per pulire al volo, ma periodicamente è sempre meglio usare il metodo visto sopra.

Advertisement