Metodo di pulizia super efficace? Prova il pratico sistema "top down"

Isabella Ripoli image
di Isabella Ripoli

23 Gennaio 2024

Metodo di pulizia super efficace? Prova il pratico sistema "top down"
Advertisement

Pulire casa a volte sembra un'impresa impossibile da realizzare. Le stanze sono numerose, gli oggetti da spostare tanti, i ripiani da pulire quasi non si riescono a contare. Insomma, vorremmo solo sparire e rientrare a sistemazione ultimata. Ma servirebbero poteri magici per riuscire a pulire senza essere presenti - è possibile certo, ma solo nei cartoni animati, non illudiamoci - ecco perchè si deve cercare assolutamente un modo per riuscire in questo arduo compito. 

Ci sono moltissimi professionisti che si servono di internet per mettere al servizio delle persone il loro sapere, cercando in qualche modo di alleviare simile onere. In questo caso vogliamo parlarvi di una tecnica in particolare, uno stratagemma che potrebbe rivelarsi risolutivo per la nostra routine di pulizia. 

Advertisement

Un'impresa titanica

Un'impresa titanica

Pixahive

Vi facciamo una domanda: come siete soliti pulire? Da che parte iniziate, da quale mobile, da quale stanza? Ognuno ha il suo metodo e segue, diciamo così, una strategia per fare tutto e in poco tempo. Eppure, ci sarà sempre qualcosa che dimenticheremo di fare, un lampadario che resta impolverato, la parte superiore dell'armadio in camera, oppure le finestre. 

Dunque, come si fa a non tralasciare nessuno spazio o superfice? Prima di tutto, non facciamolo in una sola giornata. Il rischio sarebbe quello di impazzire inutilmente, non vedendo l'ora di scappare dalle mura domestiche. E, ammettiamolo, sarebbe un peccato visto che proprio in quel momento la casa sarebbe pulita. Meglio, allora, programmare le pulizie e suddividerle

Una volta fatto il "piano di lavorazione" mettiamoci all'opera. E qui ritorniamo alla domanda precedente: da dove si inizia? Esiste un metodo chiamato top down che potrebbe tornarci molto utile.

Advertisement

Metodo top down

Metodo top down

Karolina Grabowska/Pexels

Il metodo top down è un particolare procedimento che si usa per organizzare al meglio la pulizia di casa. Consiste nel procedere in modalità precisa e metodica, riuscendo a non tralasciare nemmeno l'angolo più remoto della stanza in cui ci troviamo. La pulizia inizia dalle parti alte della camera e procede gradualmente verso il basso, fino ad arrivare al pavimento. Dunque, dal cielo alla terra, passando per i vari piani, così da disinfettare e lucidare qualsiasi superfice. 

Inizieremo, allora, dando una spolverata proprio al soffitto, passando poi per i lampadari, la parte superiore dei mobili - avete presente quegli antri oscuri dove non trapela mai luce e che noi facciamo finta di non vedere? - ogni singolo scaffale, magari da pulire dentro e fuori, e così a scendere fino alla pulizia del pavimento. Un ordine che non solo ci darà modo di non tralasciare i "piani", ma che ci risparmierà una doppia fatica

Se, infatti, iniziassimo dal pavimento per poi spolverare - cosa che facciamo in tanti, non lo neghiamo - sarebbe sprecare il doppio del tempo perché i nugoli di polvere cadrebbero dai mobili a terra e si sporcherebbe di nuovo, costringendoci a un ripasso. Muovendoci dall'alto, al contrario, favorisce una pulizia più schematica e senza la necessità di ritornare in alcune zone. 

Non solo dall'alto in basso...

Non solo dall'alto in basso...

cottonbro studio/Pexels

Ma utilizzare il metodo top down non vuol dire solo muoversi dai piani alti a quelli bassi, ma anche da destra a sinistra e viceversa. Cioè? Significa che non procederemo secondo sentimento, ma anche qui in modo matematico. Per cui, se partiremo da destra, puliremo tutto ciò che troveremo durante il nostro passaggio fino ad arrivare al lato opposto. Potremmo persino decidere di usare questo stratagemma in unione con il precedente, in modo da essere quanto più accurati possibile. 

Nel rassettare ogni angolo della stanza da cui iniziamo - e ovviamente anche le successive - serviamoci di panni morbidi per spolverare, acqua possibilmente tiepida per lavare, aceto o bicarbonato per disinfettare. Ogni angolo sarà rinvigorito dal nostro passaggio. 

Un tocco in più...

Per una pulizia ancora più approfondita, potremmo anche decidere di lavare la tappezzeria, spolverando e lavando i cuscini del divano, il tappeto che abbiamo in salone o in camera da letto, fare lo stesso con i cuscini e magari con il copriletto. Insomma, approfittiamo della metodicità del top down per non tralasciare davvero nulla. Certo, la fatica si farà sentire a un certo punto, ma noi non pensiamo a quella, concentriamoci piuttosto sull'obiettivo e vedremo che la stanchezza non sarà la nostra compagna costante. 

Un nuovo e utile trucco per dire addio a pulizie sommarie e godere di una casa rinfrescata e rinnovata in ogni suo angolo. E, se lo desideriamo, dopo tanto duro lavoro perché non accomodarci sul divano spolverato e profumato per goderci una meritata bibita al suon del nostro artista preferito?

Advertisement