Scopri i segreti per mantenere i taglieri in legno e plastica sempre perfettamente puliti

di Cassandra Testa

25 Gennaio 2024

Scopri i segreti per mantenere i taglieri in legno e plastica sempre perfettamente puliti
Advertisement

Una scorretta pulizia dei taglieri può essere abbastanza pericolosa per la nostra salute in quanto su questi utensili possono depositarsi e proliferare un elevato numero di germi e batteri. Vediamo, quindi, quali sono i metodi migliori per pulire in modo impeccabile sia i taglieri in legno che quelli in plastica.

Advertisement

Come effettuare la pulizia dei taglieri in legno?

Come effettuare la pulizia dei taglieri in legno?

Freepik

I taglieri in legno sono quelli più difficili da pulire in quanto il legno, essendo un materiale organico, costituisce un ottimo terreno fertile per germi e batteri che possono andare a infilarsi nei piccoli solchi lasciati dal coltello. E proprio per questo tipo di problemi di igiene, i taglieri di legno non trovano più posto nelle cucine dei ristoranti!

Il rischio menzionato non è un problema se l'utensile viene utilizzato solamente per tagliare il pane, ma lo diventa se lo stesso tagliere viene anche utilizzato per tagliare la verdura oppure la carne e il pesce.

L'ideale sarebbe fare uso di un tagliere diverso per ogni tipo di alimento in questo modo si possono evitare le possibili contaminazioni.

Tuttavia, spesso questo non è possibile e, quindi, bisogna prestare la massima attenzione nel processo di pulizia di questo utensile.

Per pulire in modo approfondito un tagliere in legno:

1. Mettilo in ammollo in una bacinella con acqua calda e sapone.
2. Strofinalo con una spugna al fine di rimuovere tutti i residui alimentari.
3. Sciacqualo abbondantemente con dell'acqua.
4. Asciuga il tagliere attentamente con un panno avendo cura di controllare che sia completamente asciutto per evitare la formazione della muffa.
5. Lascialo respirare all'aria in posizione verticale.

Una pulizia ancora più approfondita varia a seconda del tipo di alimento che è stato tagliato sul tagliere. Se, ad esempio, hai tagliato della carne cruda, è bene utilizzare il perossido di idrogeno al fine di disinfettare il tutto e passare poi una miscela di aceto e acqua ossigenata. Completati questi passaggi, puoi procedere alla pulizia ordinaria menzionata in precedenza.

Advertisement

Come pulire i taglieri in plastica?

Come pulire i taglieri in plastica?

Pexels

Come abbiamo visto sopra, i taglieri in legno richiedono un lavoro di pulizia abbastanza complesso al fine di assicurarsi una completa igienizzazione.

Per questo si sta sempre più passando all'utilizzo dei taglieri in plastica che sono realizzati generalmente in propilene e che consentono una migliore igiene, nonché un pulizia nettamente più rapida.

La pulizia dei taglieri in plastica può essere, infatti, effettuata quotidianamente con il normale detergenti per piatti oppure lavandoli direttamente in lavastoviglie.

Tuttavia, anche in questo caso, se utilizzi l'utensile per tagliare della carne è bene strofinare il tagliere con della soluzione di limone e bicarbonato di sodio in modo particolare dove ci sono i segni lasciati dal coltello e poi procedere con il normale lavaggio.

Per una pulizia ancora più approfondita, che consigliamo di effettuare ogni due o tre settimane, potresti fare uso di una miscela di alcol etilico e acqua e poi lavare normalmente.

Seguendo i pratici consigli che ti abbiamo indicato in questo articolo potrai pulire in modo perfetto i tuoi taglieri in legno e plastica senza rischiare delle contaminazioni.

Advertisement