Casa in ordine senza rendersene conto: i trucchi quotidiani per tenere il disordine a bada

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

11 Febbraio 2024

Casa in ordine senza rendersene conto: i trucchi quotidiani per tenere il disordine a bada
Advertisement

Il disordine sembra generarsi spontaneamente in qualsiasi casa: basta dimenticarsi di qualche faccenda per anche solo un paio di giorni e sembra che non si sia fatto nulla per chissà quanto tempo. Essere schiavi delle pulizie non è la soluzione, ma trovare un compromesso ci può aiutare. Ci sono infatti delle mansioni molto facili e veloci, che possiamo far diventare abitudini da fare senza nemmeno pensarci troppo, e che rendono molto meno oneroso occuparsi della pulizia e riordino settimanale. Così poi abbiamo più tempo libero per noi!

Advertisement

Camera da letto

Camera da letto

@hunkerhome/Instagram

Ci sono due cose che ci aiutano un sacco a vedere la camera da letto immediatamente più ordinata e piacevole.

  • Il letto rifatto. Le lenzuola scomposte e ammucchiate sono il segno più evidente di disordine, quindi è un'ottima abitudine quella di rifarle ogni mattina. C'è però un'accortezza che andrebbe ricordata: non rifarle appena ci si alza, ma aspettare un po'. Magari andiamo a fare colazione o lavarci, e quando torniamo in camera per cambiarci, sistemiamo il letto.
    Perché attendere? Perché lasciare che l'umidità accumulata sotto le coperte si asciughi è un'ottima abitudine per l'igiene, perché batteri e parassiti che amano gli ambienti umidi, specie gli acari della polvere, così non trovano più il loro ambiente ideale.
  • I vestiti lasciati sulla proverbiale sedia (o qualche suo sostituto). È vero che ci sono abiti che abbiamo indossato e non possiamo rimettere nell'armadio, ma che non sono nemmeno così sporchi da dover finire nella pila del bucato. Per quelli, invece di fare la montagna di disordine sulla sedia, prepariamo delle soluzioni. La cosa più facile è una cesta d'arredo ampia e bella, altrimenti un appendiabiti di quelli da terra abbastanza ampi da contenere diversi oggetti.

Advertisement

Cucina

Cucina

@em_henderson/Instagram

Anche in cucina possiamo limitarci al minimo essenziale per le faccende quotidiane:

  • Non andare a dormire con la pila di piatti da lavare nel lavandino.
  • Dopo aver finito di mangiare, o comunque prima di andare a dormire, puliamo i ripiani di lavoro. Possibilmente, anche una pulizia sommaria dei fornelli, ma già solo vedere i ripiani sgomberi e puliti fa sembrare tutta la cucina molto ordinata.
  • Se notiamo macchie o sporcizia a terra, spazziamo e laviamo al volo.

Ceste dei panni

Ceste dei panni

@sostrenegrene/Instagram

Quello che abbiamo detto per la camera da letto funziona ovunque, specie se parliamo di indumenti e oggetti che attendono di essere lavati.

L'ideale è portare tutto nel punto di raccolta e smistamento del bucato che abbiamo designato in casa. Se però siamo pigri e non ci va, allora sistemiamo almeno delle ceste in cui "nascondere" temporaneamente tutto. Almeno sapremo che i panni sporchi saranno da pescare solo lì, e non da andare a cercare in giro per ogni stanza.

Non rimandare la gestione della posta

Non rimandare la gestione della posta

@kimbersansonedesign/Instagram

Sembra paradossale che, in un'epoca in cui utenze e mille altre questioni sono ormai digitalizzate, in casa arrivino ancora così tante buste e lettere. Però succede, e basta un attimo per vederle impilate nei pressi dell'entrata o in qualche altro punto di casa in cui poi è un disastro ritrovare quello che ci serve.

Quindi, per un primo intervento "d'emergenza", provate a creare una stazione di raccolta e smistamento anche della posta in entrata. Dividete per grandi categorie, ma non più di tre, così da infilare automaticamente la posta dove serve, appena entrate. E poi andrete a riprenderla con calma quando serve.

Bagno

Bagno

gpointstudio/Freepik

In bagno possiamo fare almeno tre cose che non rubano troppo tempo ogni giorno.

  • Tenere pronta una spugnetta o panno vicino al lavandino, per dare una pulita al volo dopo ogni utilizzo, o comunque prima di andare a dormire.
  • Non aspettare spazzare o lavare a terra quando si forma dello sporco evidente
  • Tenere pronto, in doccia, un tergicristalli, da usare sia sulle pareti di vetro del box doccia, che su quelle rivestite di piastrelle, subito dopo aver finito di lavarci, quando ancora c'è il tepore dell'acqua calda, prima di uscire dalla doccia stessa. Rimarranno molto più pulite a lungo, e noteremo subito che non si vedranno aloni, residui di calcare, e altre macchie simili. Inoltre, non dovremmo mai uscire dalla doccia senza aver raccolto tutti i capelli visibili, e meglio ancora, dovremmo usare il filtro sullo scarico, così che non finiscano mai giù per le tubature (o molto di rado), e svuotarlo dopo ogni doccia.

Sembrano tante cose, ma se le distribuiamo nella giornata subito dopo aver finito di "usare" lo spazio relativo, non saranno così pesanti. E davvero poi la pulizia settimanale - che spesso ci occupa parti del weekend che proprio non vorremmo dedicare alle faccende domestiche - sarà molto più veloce. Il che significa più tempo per noi!

Advertisement