Cuffie sporche e piene di aloni? Puliamole con questi facili trucchetti

Isabella Ripoli image
di Isabella Ripoli

17 Febbraio 2024

Cuffie sporche e piene di aloni? Puliamole con questi facili trucchetti
Advertisement

Ormai tutti noi usiamo spesso gli auricolari per ascoltare la musica o fare le nostre telefonate. Che siano con i fili - un po' "all'antica" dunque - oppure wireless, la cosa che li contraddistingue è la comodità nel loro utilizzo e il modo in cui hanno rivoluzionato l'ascolto dell'audio da cellulare, ma anche da computer. 

Uso dopo uso, però, le nostre cuffiette si sporcano. Trattengono residui, cerume e si possono creare fastidiosi aloni. Come facciamo per pulirle senza creare danni? Vediamo qualche metodo.

Advertisement

Cosa utilizzare per pulire gli auricolari?

Cosa utilizzare per pulire gli auricolari?

Pixahive

La prima cosa di cui tenere conto quando vogliamo pulire i nostri auricolari è quella di non bagnarli eccessivamente. La tecnologia non va molto d'accorso con l'acqua, nonostante diversi modelli siano water resistant e non corrano alcun rischio, evitiamo quanto più possibile, però, di farli entrare in contatto. Come procediamo, allora? 

Muniamoci di un panno in microfibra morbido - anche quelli per la pulizia degli occhiali vanno benissimo poiché, in quanto delicati, non rischieranno di danneggiare l'oggetto. Per raggiungere i punti più stretti, invece, ci servirà un cotto fioc e potremmo usare un pizzico di alcol o detersivo neutro per una pulizia ottimale. 

Advertisement

Procedimento

Procedimento

Creativo

I passi da seguire per la pulizia di quest'oggetto sono pochi e facili.

  • Assicuriamoci prima di tutto che le cuffiette non siano collegate ad alcun dispositivo e che non siano in funzione. Se si tratta di quelle con il filo, provvediamo a staccarle dal telefono o dal pc, così da non far insorgere problemi.
  • Se sono presenti gommini in silicone smontiamoli e laviamoli sotto l'acqua corrente con un po' di sapone, mettendoli poi ad asciugare alla perfezione prima di utilizzarli di nuovo.
  • Iniziamo a pulire l'intera superfice con il panno delicato, e se serve inumidiamolo leggermente così da facilitare la rimozione dei residui più persistenti. Un po' di alcol in questa fase potrebbe tornarci utile per disinfettare, se vogliamo, ma facciamo attenzione sempre a non esagerare. 
  • Se non riusciamo a raggiungere gli spazi più piccoli, sostituiamo al panno un cotto fioc, oppure uno stuzzicadenti, così da non lasciare sporco incrostato. Siamo accurati nei movimenti, in modo da non danneggiare gli auricolari. 
  • Se stiamo pulendo cuffiette che hanno una custodia, provvediamo a pulire anche quella. I connettori presenti al suo interno, soprattutto per quelle ricaricabili, potrebbero non funzionare bene se ricoperti da una patina di sporco.
  • Ultimati tutti i passaggi, e se abbiamo usato un po' d'acqua, lasciamo asciugare bene prima di riutilizzare gli auricolari.

Frequenza di pulizia

La domanda che sorge spontanea a questo punto è: con quale frequenza vanno puliti? Non c'è una risposta esatta e matematica, ma dipende da diversi fattori. Prima di tutto da quanto ce ne serviamo. Se li usiamo di rado, allora una volta al mese oppure ogni due può bastare. Se, al contrario, siamo sportivi e li teniamo sempre con noi mentre corriamo e ci alleniamo, allora va fatto ad ogni utilizzo. Il sudore è il peggior nemico degli auricolari, meglio eliminarlo subito per evitare sgradevoli aloni. 

L'importante è fare attenzione, controllarli di tanto in tanto ed essere in qualche modo costanti. Se la pulizia sarà regolare in base alle esigenze, lo sporco non si accumulerà e saranno più semplici da pulire.

L'avevi mai fatto o la pulizia degli auricolari non era una cosa che avevi considerato prima d'ora?

Advertisement