Sacco a pelo: addio odori e sporco, ecco come lavarlo in modo corretto

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

09 Giugno 2024

Advertisement

Che siano usati al coperto o all'addiaccio, i sacchi a pelo sono oggetti che hanno bisogno di una bella pulizia a fondo dopo ogni utilizzo, per essere rinfrescati e igienizzati, e bandire quindi cattivi odori e il rischio del proliferare di acari, o persino muffe. Sono però anche molto voluminosi, spesso, e lavarli in casa sembra complicato, ma non lo è. Vediamo insieme qualche indicazione utile per una corretta manutenzione del vostro sacco a pelo.

Advertisement

Lavatrice o lavanderia a secco?

@hykeandbyke/Instagram

Per i sacchi a pelo, in genere, il lavaggio a secco è fortemente sconsigliato: il solvente usato in questo tipo di pulizia, infatti, può rovinare l'imbottitura dei sacchi a pelo.

Si consiglia, quindi, di usare la lavatrice ma solo se è davvero molto capiente e con carico frontale, evitando pure quelle a carica dall'alto che abbiano il braccio agitatore al centro. In quei casi, ci si adopererà con una vasca da bagno o una bacinella molto ampia da usare magari in doccia.

Advertisement

I consigli da ricordare per lavare i sacchi a pelo

@westernmountaineering /Instagram

Di solito le etichette dei produttori ci danno tutte le informazioni importanti, ma tendenzialmente qualsiasi sacco a pelo non dovrebbe entrare a contatto con

  • Ammorbidente
  • Candeggina o detergenti molto aggressivi (evitare anche l'aceto): questi possono rovinare lo strato idrorepellente.

Prima del lavaggio, poi, assicuratevi di separare ogni parte che si possa staccare dall'altra. Di solito c'è un involucro esterno e una fodera interna che per essere lavate adeguatamente non possono rimanere unite. Controllate anche con molta attenzione l'eventuale presenza di forellini da cui potrebbe fuoriuscire imbottitura durante il lavaggio, e riparateli prima di infilare tutto nella lavatrice.

Al momento del lavaggio, quindi, usate detersivi per delicati e infilate nel cestello della lavatrice anche delle palline da tennis, oppure quelle che si usano in asciugatrice per tenere separati i capi: aiuteranno acqua e sapone a raggiungere ogni parte del sacco a pelo, per un lavaggio ottimale.

Usate i programmi per piumoni o per capi sintetici, che di solito non hanno molti giri di centrifuga. Quanto alla temperatura, seguite le indicazioni del produttori che di solito consigliano i 30°. Se quindi volete essere sicuri, potete aggiungere un additivo igienizzante (di quelli attivi anche a basse temperature, e sempre con formulazioni delicate).

Altri consigli utili:

  • Lavate un sacco a pelo per volta, così da non sovraccaricare l'apparecchio né faticare troppo a mano.
  • Se notate macchie ostinate, inumiditele e trattatele prima strofinandoci un po' di sapone di Marsiglia, e proseguite al lavaggio dopo aver lasciato agire per una ventina di minuti.
  • Nel lavaggio a mano, è importante aspettare che tutto il sacco a pelo si sia imbevuto di acqua prima di cominciare ad aggiungere sapone e strofinare le varie parti.
  • Risciacquo: aggiungete un ciclo di risciacquo in lavatrice, e nella vasca da bagno sciacquate a lungo fino a che non vedrete più alcuna traccia di sapone. Ci può volere molto, ma è importante per non lasciare residui che possono irrigidire un po' il sacco a pelo, magari poi provocare odori sgradevoli o risultare in aloni visibili una volta che i tessuti si asciugano.
  • Asciugatura: si può usare l'asciugatrice ma solo con temperatura il più bassa possibile per non rovinare i tessuti tecnici.
    Se asciugate all'aria, prendetevi tutto il tempo necessario per strizzare a lungo, prima di stendere di piatto su uno stendino, e man mano che si asciuga controllate se ci sono ammassi di imbottitura, che dovrete dissipare a mano.

Con un po' di attenzione farete durare a lungo i vostri sacchi a pelo, e sarà un piacere trovarli freschi e puliti a ogni nuova avventura!

Advertisement