Qualche consiglio utile per coltivare i mirtilli in vaso: le soluzioni perfette per gustarli quando vogliamo - Creativo.media
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Qualche consiglio utile per coltivare…
11 soluzioni ingegnose per organizzare l'ufficio e la scrivania con stile, sfruttando tutti gli spazi 12 spunti creativi per riciclare i barattoli di vetro e trasformarli in originalissime lanterne

Qualche consiglio utile per coltivare i mirtilli in vaso: le soluzioni perfette per gustarli quando vogliamo

Advertisement

I mirtilli non sono solo tra i frutti più golosi, ma anche tra quelli più ricchi di antiossidanti e pare che siano anche molto benefici per la salute cardiovascolare. Se ne vogliamo un po' dobbiamo sperare di trovarli al supermercato e spesso non sono esattamente economici, ma con un po' di attenzione è possibile coltivarli per conto proprio e in modo molto pratico: possono crescere rigogliosi anche in vaso.

Sono piante abbastanza robuste e se curate nel modo giusto, infatti, produrranno frutti per molti mesi all'anno a patto che abbiano il terreno giusto e godano dell'esposizione ideale.

immagine: Pixabay

I mirtilli possono avere una resa fruttifera molto alta anche in vaso, l'importante è garantire loro il giusto contributo di nutrienti nel terreno. Per questo si consiglia di arricchire un terriccio universale di buona qualità con un po' di torba acida, fibra di cocco e perlite (che permette una buona areazione delle radici).

Quanto all'irrigazione: come moltissime piante bisogna evitare ogni forma di ristagno d'acqua. Quindi il vaso deve essere forato sul fondo, e prima di inserire il terriccio è sempre bene sistemare uno strato (alto un paio di dita) di argilla espansa, che trovate anche nei negozi di materiali edili. Questo, insieme al terriccio morbido e areato, garantirà il giusto drenaggio

Meglio ancora se acquistate vasi idroponici, capaci di garantire un clima interno sempre uguale.

immagine: peakpx.com

Messa a dimora: si consiglia di comprare piante che abbiano già tre anni, visto che cominciano a produrre frutti intorno ai 3 o 4 anni. I mirtilli hanno una crescita lenta. Si consiglia di piantarli in autunno o, ancora meglio, in primavera.

Posizione: il vaso deve esser sistemato in una posizione soleggiata. In caso di stagioni con temperature molto elevate, però, si consiglia di scegliere un punto che goda di un po' di riparazione dalla luce diretta del sole nelle ore più calde. Evitate anche punti che siano troppo esposti al vento. La coltivazione sarà dunque molto più difficile in zone calde e secche come nel Sud Italia: il mirtillo predilige un clima temperato.

Concimazione: vanno trattate come piante acidofile, quindi usate prodotti specifici per questa categoria e somministrateli ogni mese o mese mezzo.

Advertisement
immagine: Pinterest

Propagazione: per moltiplicare una pianta di mirtillo si ricorre alla talea, ovvero si recide un rametto e lo si pianta in un nuovo vaso in cui dovrà radicare. Anche le talee impiegano molto tempo per radicare e attecchire. Considerando che quando la pianta è adulta si consiglia di potarla regolarmente, avrete molte occasioni di creare altri vasi.

Vi va di provare a coltivare mirtilli in casa?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie