Il giardino è pieno di aghi di pino? Scopri i modi in cui riutilizzarli - Creativo.media
x
Il giardino è pieno di aghi di pino?…
Macchia di vino rosso sulla tovaglia? Toglila con il vino bianco! Riempi la casa di fioriere verticali: scopri come decorare il balcone, il patio o il giardino!

Il giardino è pieno di aghi di pino? Scopri i modi in cui riutilizzarli

01 Marzo 2022 • di Angelica Vianello
2.633
Advertisement

Chiunque ha in casa, o nelle vicinanze, qualche albero di pino o abete sarà ben cosciente del tappeto di aghi che producono praticamente tutto l'anno. Sono piante maestose e molto belle, spesso conferiscono grande pregio a parchi e giardini, e sono anche molto longevi e difficilmente vittima di malattie. Però costringono a una pulizia costante del suolo ai piedi delle loro chiome, visto che in quanto sempreverdi perdono aghi in ogni stagione.

Non è detto che però questo sia un male: gli aghi proteggono il terreno in inverno e lo arricchiscono poi di sostanze man mano che macerano, ma anche volendoli raccogliere è possibile utilizzarli in vari modi. Ve ne riportiamo alcuni di seguito.


immagine: maxpixel.net
  • Se per caso l'albero che vi regala tanti aghi è un pino silvestre oppure un abete rosso, potreste usarli per un sapone fai-da-te. Gli aghi di queste piante, infatti, contengono sostanze che hanno proprietà antibatteriche, che infatti si trovano anche nell'olio essenziale di pino silvestre. Se quindi volete preparare un sapone fai-da-te, potrete aggiungere qualche goccia di olio essenziale e anche gli aghi, interi o ridotti in polvere. Il sapone avrà un piacevole aroma balsamico, e se ci sono pezzetti di aghi può funzionare anche come scrub.
  • Sono ideali per pacciamare le aiuole: metteteli intorno alle piante acidofile, ad esempio azalee, ortensie e rododendri. Pian piano gli aghi si decompongono e aumentano l'acidità del terreno, cosa che quelle piante amano molto. Potete anche velocizzare il processo passandoli in un biotrituratore.
  • Preparate un infuso di aghi di pino per pulire le superfici: riempite un barattolo di vetro con gli aghi di pino, poi riempite con una parte di aceto bianco e cinque di acqua, fino a lasciare 3 cm dal bordo. Chiudete e agitate, poi lasciate in frigo per 4 settimane o più. Trascorso questo tempo, filtrate il tutto con una garza, buttate gli aghi e riempite con il liquido così ottenuto 3/4 di un flacone spray, il resto sarà invece riempito di acqua. Pronto per pulire le superfici di casa su cui usereste l'aceto!
  • Se siete certi che la varietà di albero che produce gli aghi da voi raccolti non sia tossico né che sia stato trattato con qualche prodotto, allora potete anche usare gli aghi per un pediluvio: vi basterà prendere una manciata di aghi puliti e metterli in una bacinella di acqua calda, poi immergere i piedi dopo una decina di minuti (eventualmente aggiungendo altra acqua calda) e tenerli immersi per un quarto d'ora. A volte si usa come rimedio per ii piede d'atleta.
  • Gli aghi più lunghi di certi pini possono anche essere immersi in acqua calda così da diventare morbidi ed essere usati per intrecciare cestini o altri oggetti.
  • Esistono tutorial per usare gli aghi ancora verdi per creare una tinta per cotone organica.
  • Quelli secchi sono ottimi per accendere il fuoco, nei camini o barbecue, senza bisogno di alternative chimiche!
Tags: TrucchiRicicloGreen
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie