Unto ostinato sui mobili e sulla tappezzeria? Prova questi metodi per eliminarlo

Isabella Ripoli image
di Isabella Ripoli

16 Dicembre 2023

Unto ostinato sui mobili e sulla tappezzeria? Prova questi metodi per eliminarlo
Advertisement

Quando cuciniamo e mangiamo sia a tavola che comodamente seduti sul divano mentre guardiamo un film, è possibile che si vengano a creare sporco e macchie sulle superfici. Quelle che interessano di più la sfera "culinaria" sono senza dubbio legate al grasso e, se non pulite a dovere, l'unto si approprierà delle nostre superfici. Ecco, allora, che serve correre ai ripari immediatamente prima che sia troppo tardi. 

In commercio ci sono tantissimi prodotti per sgrassare ed eliminare le incrostazioni di unto, ma ci sono altrettanti rimedi naturali che possono essere messi in pratica servendosi solo di elementi che tutti noi abbiamo in casa.

Advertisement

Come eliminare le macchie di unto dai mobili

Come eliminare le macchie di unto dai mobili

Creativo

Cucinando è normale che il piano cottura si sporchi e che i mobili, anche con il trascorrere del tempo, si impregnino di unto e grasso. Certo, non è bello sentirli appiccicosi al tatto o percepire con l'olfatto un cattivo odore di stantio e "usato", ma nessun problema, perché di modi per porvi rimedio ce ne sono diversi. Non solo sgrassatori e detersivi per stoviglie, ma anche altri prodotti che quasi tutti noi abbiamo in casa.

  • Bicarbonato di sodio e aceto. Prepariamo una mistura tra i due elementi usati in parti uguali. Amalgamiamo bene e andiamo ad applicare il composto sulla macchia di unto. Lasciamo in posa per almeno 10 minuti e poi rimuoviamo con un panno morbido e acqua dolce. Se non siamo soddisfatti, possiamo riprovare, così da avere risultati migliori.
  • Limone. Anche questo elemento ha grandi proprietà sgrassanti, ma attenzione a come si usa, perché l'acidità contenuta in esso potrebbe provocare danni su superfici come il marmo o i ripiani lucidi. In questi casi, meglio optare per altri metodi. Ad ogni modo, è sempre consigliabile diluire il succo di limone con acqua e fare una prima prova di pulizia in un punto nascosto della superfice interessata. Appurato che non si verifica nessun problema, possiamo procedere a nebulizzare il composto e a pulire con un panno morbido così da rimuovere le incrostazioni di grasso. 
  • Fondi caffè. Non tutti lo sanno, ma anche i fondi del caffè hanno ottime proprietà contro lo sporco. La granulosità di questo elemento, da sola o in combinazione con acqua e sapone, può dare ottimi risultati. Dopo aver sorseggiato la nostra bevanda calda, possiamo servirci del fondo sbriciolato per trattare la macchia di unto, oppure possiamo creare una miscela con l'acqua, così da applicarla con un panno nel punto interessato. Fatto ciò, andiamo ad eliminare qualsiasi tipo di residuo con una spugna pulita e asciughiamo alla perfezione.
  • Sapone di Marsiglia. Delicato e per nulla aggressivo, è indicato per tutti i tipi di superfici e ottimo nel trattare le macchie di unto. Basta scioglierne 50 grammi in mezzo litro di acqua, immergere un panno nella soluzione, strizzarlo e iniziare a pulire le superfici. Il risultato sarà eccezionale.

Advertisement

Come eliminare l'unto dalla tappezzeria

Come eliminare l'unto dalla tappezzeria

Hippopx

Le macchie di unto, però, possono interessare non solo le superfici della cucina dove prepariamo le nostre pietanze, ma anche il tavolo dove mangiamo e, perché no, il divano e i tappeti se amiamo consumare i nostri pasti comodamente seduti mentre guardiamo un film. Come fare nel caso in cui se formasse una macchia di unto sulla tappezzeria? Anche in questo caso i modi sono diversi e, a seconda del tessuto e delle indicazioni presenti sull'etichetta - a cui consigliamo di prestare molta attenzione - ci sono dei metodi per "tamponare" la situazione, prima di procedere alla rimozione. 

  • Borotalco e bicarbonato di sodio. Se la macchia è ancora bagnata e abbiamo necessità di assorbire il liquido in eccesso, allora possiamo cospargere la superfice di borotalco o di bicarbonato. Entrambi hanno funzioni specifiche come contrastare il cattivo odore dato dal liquido caduto, e assorbire quello in eccesso, facendo in modo che il tessuto non si impregni completamente.
  • Detersivo per piatti. Se il tessuto può essere trattato con acqua - sarà l'etichetta a dirlo - possiamo inumidire un panno in una miscela di acqua e detersivo per stoviglie, e passarla sulla macchia. In questo modo tratteremo in velocità lo sporco prima che si fissi sul divano o sul tappeto, ma anche su indumenti personali. Per evitare che anche i tessuti sottostanti si inumidiscano, mettiamo al di sotto della macchia un panno asciutto o un foglio di carta, così che possa assorbire la miscela in eccesso.
  • Aceto bianco. Anche questo prodotto può tornarci utile per trattare le macchie di unto non troppo incrostate e non troppo estese. Misceliamolo in parti uguali con l'acqua, imbeviamo una spugna, strizziamola e iniziamo a pulire la zona. Dopo averla trattata, procediamo all'asciugatura, in modo da non far sopraggiungere anche gli aloni.

Prestare attenzione prima di procedere

Le macchie di unto sono tra le più fastidiose e difficili da rimuovere, ma oltre ai prodotti in vendita nei negozi, ci sono molti metodi per fare in modo che non si espandano e che vengano rimosse completamente. L'importante è agire tempestivamente, così da non creare ulteriori danni. 

Per quanto riguarda sia i materiali delle superfici che i tessuti, consigliamo per entrambi di fare una prova in punti meno visibili, così da essere certi che non si rovinino, e per i tessuti in particolare di controllare sempre l'etichetta.

Advertisement