Candele fai da te: come profumare gradevolmente la vostra casa utilizzando materiali di riciclo

Laura Ossola image
di Laura Ossola

20 Maggio 2024

Advertisement

Le candele sono accessori molto diffusi e apprezzati nelle nostre case ma spesso la loro composizione potrebbe comprendere anche prodotti chimici potenzialmente dannosi.

Se desiderate avere la certezza che le vostre candele siano naturali e sicure potete realizzarle molto semplicemente anche a casa utilizzando contenitori di diversa natura per interessanti progetti di riciclo ecosostenibili a costo quasi zero. 

Vi spieghiamo di seguito come dare nuova vita a barattoli, ciotole e vassoi realizzando candele fai da te.

Advertisement

Materiale necessario alla produzione di candele fai da te

Pexels

Procuratevi innanzi tutto il materiale necessario alla preparazione delle vostre candele, facendo ben attenzione soprattutto nella scelta delle materie prime e del materiale del contenitore:

  • cera: principale materia prima per la preparazione delle candele, preferite quella naturale come la cera d'api o la cera di soia;
  • stoppini: potrete procurarvi degli stoppini già pronti in cotone, carta, zinco o legno oppure prepararlo da voi con fili di cotone e cera; il vantaggio dell'autoproduzione consiste principalmente nella possibilità di realizzare stoppini su misura per le nostre candele;
  • oli profumati: perché la vostra candela emani un profumo gradevole aggiungete oli essenziali a piacere;
  • contenitore: è importante che il contenitore prescelto sia resistente al calore, ma potrete scegliere liberamente tra moltissimi iggetti di riciclo come barattoli o bicchieri in vetro (purché temprato), barattoli in latta, ciotole, vecchie tazze o tazzine in ceramica, piccole pentole, pirofile o vassoi;
  • strumenti per la preparazione: procuratevi un pentolino riempito con poca acqua e un recipiente in metallo per il bagnomaria, una spatola resistente al calore per rimescolare la cera, un termometro per fritti o per caramelle e bastoncini per stabilizzare lo stoppino.

Advertisement

Procedimento per la realizzazione di candele fai da te

rawpixel.com

  • Innanzi tutto misurate la quantità di cera necessaria alla realizzazione delle vostre candele: la cera in scaglie occupa più spazio di quella liquida e per questo sarà necessario considerare due contenitori per ogni candela che vorrete realizzare. Sciogliete quindi la cera a bagnomaria a fuoco dolce, monitorando costantemente la temperatura. Ogni cera ha una sua temperatura di scioglimento, quella d'api si scioglierà a circa 60 gradi, la cera di soia a 50 gradi circa.
  • Quando la cera si è sciolta completamente aggiungete le fragranze, singolarmente oppure miscelandole tra loro, considerando una dose di circa 30-40 gocce di olio essenziale per ogni candela da 250 grammi. Sia durante lo scioglimento che mentre aggiungete la profumazione mescolate accuratamente con una spatola in modo che la cera si sciolga e si profumi uniformemente.
  • Inserite gli stoppini nei contenitori, fissandoli al fondo con una goccia di cera oppure con della colla, e versate la cera liquida mantenendo gli stoppini in posizione verticale con l'aiuto di bastoncini, bacchette o mollette.
  • Versate la cera all'interno del contenitore, procedendo molto lentamente per evitare la formazione di bolle d'aria e ripulendo immediatamente eventuali fuoriuscite per evitare che la cera asciugando diventi più difficile da rimuovere.
  • Attendete la completa asciugatura delle vostre candele lasciandole a temperatura ambiente. Se utilizzate le cere naturali il processo sarà più lungo, 4 giorni circa per la cera di soia, fino a 10 giorni per la cera d'api.

Finalmente è il momento di accendere la vostra candela e profumare la vostra casa!

Advertisement