6 piante da tenere in camera da letto per migliorare la qualità del sonno - Creativo.media
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
6 piante da tenere in camera da letto…
Il metodo per cerare le foglie autunnali e preservarle per creare decorazioni bellissime e durature 10 proposte economiche e ricche d'inventiva per realizzare fantastici sottopentola fai-da-te

6 piante da tenere in camera da letto per migliorare la qualità del sonno

18 Ottobre 2020 • di Angelica Vianello
7.445
Advertisement

Le piante sono grandissimi alleati nel mantenimento di un ecosistema sano in cui tutti gli esseri viventi possano prosperare, e questo è vero persino anche nelle nostre camere da letto. Ci sono alcune varietà, infatti, che più di altre sono in grado di eliminare efficacemente alcune tossine e sostanze chimiche dall'aria, derivate dall'inquinamento o dall'uso di alcuni prodotti (lacche per capelli, per esempio). Purificare l'aria significa garantire un miglior sonno, e poi ci sono alcune piante che hanno la capacità di ridurre stress e ansia negli adulti così come nei bambini.

Anche la NASA aveva elencato quelle più efficaci in tal senso, e alcune di esse sono di dimensioni abbastanza ridotte da poter essere coltivate con facilità anche in una camera da letto. Scoprite di quali si tratta.

Lavanda

immagine: Pixabay

Il profumo della lavanda è forse il più conosciuto tra i rimedi fitoterapici contro l'ansia. Riduce la tachicardia, i livelli di ipertensione e stress, quindi è bene tenerne una pianta in camera. Uno studio americano aveva anche dimostrato che usare l'olio essenziale di lavanda nel bagno aiuta i bambini a rilassarsi e dormire più profondamente, oltre che ridurre lo stress nelle mamme.

Sono piante che amano il caldo e la luce, e temono temperature basse o ristagni idrici, quindi sistematele al sole e innaffiate solo quando, infilando un dito nel terreno, scoprite che si è asciugato anche qualche centimetro in profondità.

Aloe vera

immagine: needpix.com

Pianta dai molteplici usi terapeutici, produce ossigeno di notte, migliorando la qualità dell'aria. È infatti una delle piante che il famoso studio della NASA aveva elencato tra quelle più capaci di purificare l'aria.

Anch'essa ama climi caldi e secchi, quindi trovate un posto al sole per il vaso che vorrete mettere in camera e innaffiatela solo quando si asciuga del tutto il terreno (ma non dimenticatela!).

 

Advertisement

Gelsomino

immagine: Pixabay

Il gelsomino produce bellissimi fiori bianchi che emanano uno dei profumi più gradevoli in natura. Da questa pianta si estrae un olio essenziale ottimo per favorire il rilassamento, e alcuni studi hanno provato che il profumo di questa pianta aiuta anche a migliorare la qualità del sonno.

Sistematele in un vaso su un davanzale dove ricevano molta luce e annaffiatele regolarmente soprattutto nel periodo di fioritura. Il resto dell'anno potete diradare le innaffiature.

Edera

immagine: Pixabay

L'edera inglese comune è una delle piante più resistenti e facili da coltivare, ed è in grado di ridurre la presenza di certi tipi di muffe nell'aria, oltre che alleviare i sintomi dell'asma. Una sola accortezza: tenetela lontana da bambini e animali, visto che è tossica se ingerita.

Sansevieria

immagine: needpix.com

La sansevieria, comunemente nota come lingua di suocera, è una delle piante che meglio purificano l'aria. Anch'essa contemplata negli studi della NASA, è infatti capace di liberare l'aria da tossine e sostanze dannose come xilene, tricloroetilene, benzene, toluene e formaldeide: respirare aria pulita garantisce un sonno migliore.

Advertisement

Spathiphyllum

immagine: Pixabay

Come altre piante della lista, lo Spathiphyllum è tra le varietà studiate dalla NASA. Oltre quindi a liberare l'aria da tossine dannose, è ottimo per aumentare l'umidità della stanza, fattore che aiuta a dormire. Negli ambienti troppo secchi, infatti, si genera elettricità statica, e anche la pelle e capelli risentono di queste condizioni. Inoltre, si diventa più suscettibili di venir colpiti da raffreddori o infezioni delle vie respiratorie. Non solo belli, quindi, ma anche grandi alleati della nostra salute.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie