Pini in miniatura: fai germogliare una pigna per una decorazione adorabile - Creativo.media
x
Pini in miniatura: fai germogliare una…
Realizza dei segnaposto creativi col fai-da-te per decorare con fantasia la tavola nelle occasioni speciali Imbandisci una tavola piena di snack divertentissimi per Halloween

Pini in miniatura: fai germogliare una pigna per una decorazione adorabile

13 Ottobre 2021 • di Angelica Vianello
10.636
Advertisement

Far germogliare una pianta a partire dal seme è sempre un esperimento divertente da seguire, e in molti casi è anche davvero facile: ci sono infatti piante i cui semi hanno infatti un'alta germinabilità, ovvero riescono a produrre germogli più facilmente e con maggior successo di altre e una di queste è il pino.

Quando notiamo a terra la pigna (strobilo) di un pino, questa può essere ancora tutta chiusa e nascondere al suo interno i pinoli protetti dal guscio legnoso, oppure più aperta, con i pinoli che sono rotolati fuori. Dato che è da questi che dovranno nascere le nuove piante, se si vuole far in modo di veder emergere gli alberelli in miniatura proprio dalla pigna, è bene sceglierne una che contenga ancora diversi pinoli.

Il procedimento è davvero semplice: bisogna scegliere una pigna che sia abbastanza matura e solo un po' dischiusa. È preferibile pulire un po' con una spazzola da eventuali residui come foglie bagnate o aghi e altro che possa marcire, e aspettare poi che la pigna sia ben asciutta. 

Scegliete anche un vasetto che possa contenerla, riempitelo di terriccio e poggiate la pigna con la punta verso l'alto oppure in posizione leggermente obliqua, interrando solo un paio di dita al massimo nel terriccio.

Potete anche prendere del muschio e tappezzare sia il terriccio che le fessure tra le brattee, così da decorare il vostro vasetto.

Bisogna poi innaffiare con molta moderazione ogni giorno (magari spruzzando acqua sulla pigna), o in modo appena più abbondante ogni due o tre giorni, così da inumidire i pinoli ma non far marcire la pigna. 

Una curiosità: le pigne tendono a chiudersi quando sono bagnate, perché con l'umidità cercano di proteggere i pinoli al loro interno, mentre quando il tempo è caldo e asciutto si aprono proprio per rilasciarli. Potrete notare anche queste piccole modifiche, che avvengono lentamente, nel tenere la pigna in casa in questo modo.

Advertisement

Potete sbizzarrirvi a scegliere i vasetti, anche dalle forme molto creative, da usare. Potete persino crearli con il cemento o usare vecchi oggetti, e una volta che gli alberelli cominceranno a formarsi sembreranno quasi una sorta di bonsai, carinissimi anche da regalare!

E se non voleste usare la pigna, anche solo interrare i pinoli con il guscio appena aperto - basta provocare anche solo una minima apertura forzando appena la fessura tra le due metà - e con la parte appuntita verso l'alto, si possono far crescere delle piantine nel giro di qualche settimana.

Potreste anche provare con le pigne di vari tipi di pini, o magari con dei larici: è un modo diverso e divertente di osservare la natura!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie