Ciotole e vasi fatti con la segatura: scopri una tecnica di riciclo facile e divertente! - Creativo.media
x
Ciotole e vasi fatti con la segatura:…
Come sciacquare la doccia quando il soffione è fisso? Scoprilo con un video di TikTok Non sai come rimuovere le macchie di super colla da tessuti e superfici varie? Scopri come puoi fare

Ciotole e vasi fatti con la segatura: scopri una tecnica di riciclo facile e divertente!

29 Aprile 2022 • di Angelica Vianello
839
Advertisement

La segatura, ovvero tutti i trucioli di legno più piccoli misti a polvere che rimangono dai lavori di falegnameria, è un materiale di scarto che nella migliore delle ipotesi viene usato per assorbire macchie di sporco umido nelle officine e non solo. Con un po' di fantasia, però, può essere usato a scopo artistico: la si può infatti mescolare ad altre sostanze per dar vita a una pasta modellabile che, una volta asciutta, diventa solida e robusta.

In particolare, la segatura viene mescolata spesso con della colla - perlopiù vinilica - e con l'impasto che ne viene fuori c'è persino chi realizza delle sculture. Di seguito, però, vi riportiamo due diversi tutorial per creare ciotoline portaoggetti o anche vasi per le piante.

Il primo tutorial, di cui potete vedere il video qui, mostra come mescolare trucioli di legno e polvere di legno (come quella che rimane dopo aver levigato le superfici) con colla vinilica. Le quantità dipendono dal materiale a disposizione. La colla usata in questo caso (Favicol) è multifuzione, adatta per carta, cartone, tessuti e non solo. Dunque la colla vinilica bianca semplice, di qualsiasi marca, può essere un buon sostituto.

In una ciotolina di plastica da dedicare proprio solo ai vostri lavoretti mescolate i due tipi di segatura (in parti uguali, preferibilmente) e poi aggiungete poco a poco la colla liquida in modo da raggiungere una consistenza malleabile e appiccicosa, ma che si stacchi dalle pareti della ciotola senza sbriciolarsi.

A questo punto potete usare l'impasto ottenuto come si vede nel video, dunque riempendo l'interno di qualche ciotolina e poi ricreando la parte concava con le dita, oppure potreste prendere le ciotoline che volete usare come modello e capovolgere, rivestendo quindi l'esterno con la pasta di segatura.

Lasciate asciugare in luogo asciutto e magari anche al sole: a seconda delle dimensioni e dello spessore dei vostri manufatti potrebbero volerci anche un paio di giorni.

Quando l'oggetto è di certo asciutto, separatelo dalla ciotolina con un coltello, con delicatezza e poi usate un prodotto di finitura, qualche vernice trasparente  (a finitura satinata o lucida, a piacere) che servirà a creare una patina di protezione per far durare più a lungo il lavoro. La segatura tenderà ad assorbirne molta, quindi siate generosi.

Nel caso in cui vogliate usare la vostra pasta di segatura per modellare un vaso,  i passaggi sono molto simili, ma bisogna far molta attenzione a impermeabilizzare per bene entrambi i lati del vaso stesso.

Una volta che il vaso modellato è asciutto, potete ripassare un paio di mani di colla vinilica, e quando anche questa è asciutta del tutto usare anche un impermeabilizzante per il legno: può trattarsi di una vernice trasparente fatta proprio per questo, o anche la gomma liquida oppure una miscela di un tappo di colla di silicone liquido, un tappo di alcol 70% e abbastanza etanolo (carburante per auto) per creare una miscela viscosa che si possa stendere facilmente con un pennello.

Vi piacerebbe usare questa tecnica per creare dei vasi dalle forme del tutto personalizzate?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie