Non hai il pollice verde? Punta sulle piante perenni, si seminano solo una volta e durano diversi anni - Creativo.media
x
Non hai il pollice verde? Punta sulle…
È il momento di pulire il ventilatore: scopri come rimuovere bene lo sporco e respirare aria pulita Non gettarli via! 5 brillanti spunti di fai-da-te per riciclare gli scatoloni di cartone

Non hai il pollice verde? Punta sulle piante perenni, si seminano solo una volta e durano diversi anni

30 Giugno 2022 • di Laura De Rosa
1.389
Advertisement

Sono ottime in cucina, hanno innumerevoli proprietà benefiche, e dopo averle piantate prosperano per oltre 2 anni. Sono le piante perenni, il cui ciclo vitale non termina con l'inverno come per le piante annuali, ma riprende in primavera. Durante l'inverno infatti riposano ma non muoiono.

Profumate, deliziose e tendenzialmente rustiche, quindi facili da coltivare sia in piena terra che in vaso, senza necessità di grandi cure. Ne esistono innumerevoli varietà ma quelle che abbiamo selezionato sono in gran parte commestibili, ideali per insaporire primi e secondi piatti o per preparare ottimi drink. Dalla lavanda al timo, dal rosmarino alla menta, le piante perenni ti daranno grandi soddisfazioni senza impegnarti eccessivamente. 


Menta

immagine: Pixabay

La menta è una pianta erbacea perenne di cui esistono numerosissime varietà. Quella più utilizzata in cucina, nella preparazione di liquori, cocktail, sciroppi ma anche per condire primi e secondi piatti, è la menta piperita. Facile da coltivare, non richiede particolari attenzioni e anzi, tende a espandersi rapidamente anche se la pianti in vaso. 

Camomilla romana

immagine: PxHere

La camomilla romana è una pianta perenne facile da coltivare anche in terreni non particolarmente fertili, che anzi, sono i suoi preferiti. Non necessita di essere irrigata più di tanto perché teme i ristagni idrici. Ottima per la preparazione di tisane. 

Advertisement

Erba cipollina

immagine: Pixabay

Pianta erbacea perenne, l'erba cipollina oltre che preziosa in cucina, è anche molto decorativa. Predilige terreni fertili e l'esposizione in pieno sole. Una volta terminata la stagione invernale, inizia nuovamente a vegetare da primavera a ottobre. Puoi utilizzarne le foglie tritate per aromatizzare vari piatti, recidendole alla base con una forbice. 

Salvia

immagine: Pixabay

Ottima in cucina e ricca di proprietà benefiche, la salvia è una pianta perenne che si adatta sia alla coltivazione in piena terra che in vaso, purché posizionata al sole o al massimo in mezz'ombra. Innaffiala bene quando la pianti ma successivamente occhio a non esagerare con l'acqua perché teme i ristagni idrici. Come pianta dura diversi anni. 

Timo

immagine: Pixabay

Il timo è un arbusto perenne che necessita di pochissime cure per prosperare, infatti riesce tranquillamente a sopravvivere anche in terreni decisamente aridi. Facile da coltivare, ottimo in cucina. Quando tagli i rametti, assicurati di farlo con una forbice pulita, facendo dei tagli netti. 

Advertisement

Melissa

immagine: Pixabay

La melissa è una pianta aromatica spontanea, appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, e rientra tra le piante erbacee perenni. Se ne utilizzano foglie, steli e fiori, è ottima per preparare tisane ma anche per insaporire diversi piatti. Facile da coltivare purché non venga posizionata in pieno sole, visto che preferisce il clima fresco. Le foglie possono essere raccolte una volta che la pianta ha iniziato a crescere. 

Rosmarino

immagine: Pixabay

Pianta aromatica perenne, il rosmarino appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, ed è tipico dell'area mediterranea. Non ha particolari esigenze ma non ama il freddo, quindi se viene coltivato in zone dalle temperature rigide, va piantato in aree esposte al sole e riparate. 

Advertisement

Lavanda

immagine: Pixabay

Ecco un'altra pianta aromatica perenne che si contraddistingue per le sue meravigliose fioriture violacee. La lavanda non è difficile da coltivare ma è opportuno piantarla in pieno sole e qualora volessi piantarla in vaso, ricordati di rinvasarla in un contenitore più grande ogni primavera. Il terriccio dev'essere ben drenato. Meglio raccoglierla dopo che le gemme si sono formate ma prima che i fiori si aprano completamente. 

Pronti a riempire balconi e giardini di queste piante belle, buone e profumate?

 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie