x
Cosa puoi fare con l'acqua che avanza…
11 spunti creativi per riciclare gli oggetti di polistirolo e farne decorazioni inaspettate Per avere AirPods sempre puliti e ben funzionanti ti bastano 3 semplici passaggi

Cosa puoi fare con l'acqua che avanza dall'asciugatrice?

17 Settembre 2022 • di Angelica Vianello
13.369
Advertisement

Per molti l'asciugatrice è un elettrodomestico imprescindibile in casa, che permette di dimezzare i tempi di gestione del bucato, senza dover aspettare ore e giorni che i vari capi finiscano di asciugarsi all'aria sugli stendini e l'umidità nelle stanze che spesso ne consegue.. Senza contare tutto lo spazio che quelli rubano finché devono rimanere aperti. Libera anche dal fastidio di dover correre all'esterno di casa e ritirare tutto da balconi, terrazzi e giardino quando il cielo minaccia pioggia.

L'asciugatrice priva tutti i tessuti di acqua, lo sappiamo bene, e la convoglia altrove. Di fatto, quell'acqua viene sempre buttata via. Eppure è pulita, perché proviene da tessuti già lavati. Perché allora non riciclarla in modo utile?


immagine: nicblair/Rreddit

Ci sono vari modi per utilizzare l'acqua dell'asciugatrice, che si può raccogliere facilmente sistemando un tubo con un secchio o bacinella nei pressi. Un'accortezza utile, prima di usare l'acqua nei vari modi indicati di seguito: assicuratevi che non ci siano fibre dei vari tessuti o lanugine. Quindi prendete un colino a maglie strette per filtrare il tutto e pulire quanto più possibile l'acqua.

  1. Ferro da stiro: potete usare l'acqua per la caldaia, magari alternandola a quella demineralizzata o distillata, così da scongiurare la formazione del calcare, o quantomeno ritardarla.
  2. Lavare i pavimenti e superfici varie: se dovete lavare a terra senza usare acqua calda, potete facilmente travasare quella dell'asciugatrice nel secchio. Ma anche per prodotti spray fai-da-te, è acqua comodamente riutilizzabile. Se davvero vi sembra priva di lanugine e fibre di tessuto, potreste usarla anche per lavare i vetri.
  3. Per bucato a mano: se dovete lavare qualcosa, o risciacquare, perché non usare acqua che avete già raccolto, invece di consumarne altra?
  4. Pretrattamento del bucato: se dovete lasciare capi in ammollo nel caso in cui siano seriamente sporchi, non consumate acqua nuova. Quella dell'asciugatrice è perfetta!
  5. Tergicristallo: ogni volta che finisce la miscela di acqua e sapone nel serbatoio del tergicristallo potete pensare di usare quest'acqua pulita!
  6. Sciacquone: ogni volta che premiamo il pulsante o tiriamo la levetta del WC consumiamo davvero tanta acqua. Rimandare troppo a lungo di tirare lo sciacquone, d'altro canto, ha conseguenze igieniche non proprio desiderabili. Perché non riempire il serbatoio con acqua dello sciacquone, di tanto in tanto?
  7. Sciacquare oggetti in genere, magari pennelli, spugnette e simili. Ma anche stoviglie!

C'è chi usa quest'acqua anche per innaffiare, ma considerando che potrebbe comunque avere tracce di fibre sintetiche minuscole, non è forse così indicato usarla in questo modo.

Avete mai riciclato l'acqua dell'asciugatrice?

 

Tags: TrucchiFai da teGreen
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie