Scopri in quanti modi puoi usare il sapone giallo della nonna per le faccende di casa

Angelica Vianello

05 Dicembre 2022

Scopri in quanti modi puoi usare il sapone giallo della nonna per le faccende di casa
Advertisement

Ci sono prodotti che non passano mai di moda, anche nel mondo delle faccende domestiche: uno che veniva usato anche dalle nostre nonne e che ogni tanto si conferma un alleato utilissimo nelle nostre case è il cosiddetto sapone giallo, ovvero il sapone molle potassico. Nella sua formulazione originale è fatto di sale di potassio di acidi grassi, olio vegetale (ad esempio, quello di cocco) glicerina e acqua. Molte formulazioni commerciali famose, poi, aggiungono qualche aroma particolare per renderlo più gradito all'olfatto.

Si tratta di un sapone ecologico e biodegradabile che torna utile sia nella cura del verde che nel bucato e altre attività di pulizia in casa. Ve ne ricordiamo alcune di seguito.

Advertisement

Tutorial via @estela_tips/TikTok

  • Contro parassiti sulle piante: per combattere la presenza di parassiti sulle piante, quando questa ancora non sembra troppo grave, potete usare il sapone giallo. Prelevatene circa 20 grammi da un panetto e scioglietelo in un litro di acqua calda. Otterrete così un prodotto liquido da spruzzare direttamente sulle piante, là dove si vedono i parassiti. Il trattamento si ripete una volta ogni tre giorni, meglio di mattina o sera, e mai per più di 7 o 10 giorni.
  • Nel bucato: potete preparare un detersivo fatto in casa sciogliendo 250 grammi di sapone in 250 ml di acqua (ovviamente, se poi vi piace il prodotto finito, aumenterete in proporzione le dosi per prepararne di più ogni volta), cui potete aggiungere 20 gocce di un olio essenziale a piacere (magari di qualche agrume o fiori di lavanda). Quando sarà ben freddo, travasate in un contenitore adatto, da chiudere per bene col tappo, e da usare proprio come un qualsiasi detersivo per bucato, anche per il lavaggio a mano.

Dato che si tratta di un sapone dalla consistenza appiccicosa, si consiglia sempre di dividerlo in pezzi più piccoli, o anche piccole porzioni monodose (a seconda dell'uso che vogliate farne), e il metodo più facile per tagliarlo non è col coltello, ma adoperando un filo di cotone ben resistente, o anche un filo di nylon. Il procedimento è spiegato anche in questo video di Estela_tips su TikTok.

Una volta ottenuti i cubetti o palline monodose, potrete usarli anche strofinandone uno sulla spugnetta bagnata che poi usate per lavare le superfici del bagno o della cucina, oppure potrete anche far aderire una piccola porzione sulla parete interna del WC, dove aiuterà a tenerlo pulito e profumato ogni volta che si tira lo sciacquone.

In che modo preferite usare il sapone giallo?

Advertisement