3 metodi facili per realizzare in casa tessuto cerato per alimenti da usare al posto della pellicola di plastica - Creativo.media
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
3 metodi facili per realizzare in casa…
La soluzione migliore per rivoluzionare pensili e credenze della cucina e riorganizzarli in modo efficiente 8 modi creativi per inserire le piante nell'arredamento di casa e creare splendidi angoli verdi

3 metodi facili per realizzare in casa tessuto cerato per alimenti da usare al posto della pellicola di plastica

Advertisement

Uno dei prodotti che usiamo di più in cucina è la pellicola trasparente per alimenti, che ci serve per coprire cibi quando li riponiamo in frigo o avvolgerli per portarli in giro magari a lavoro o in occasione di un pic-nic. Questo significa un volume di consumo di plastica quotidiano davvero altissimo, in tutto il mondo, che però potrebbe essere ampiamente ridotto se facessimo più spesso ricorso a metodi alternativi e rispettosi dell'ambiente. Come nel caso di contenitori riutilizzabili o tessuti cerati da usare (più e più volte) esattamente come la pellicola trasparente.

In commercio se ne cominciano a trovare di ottimi (e bellissimi!), ma se voleste averne qualcuno di dimensioni diverse o voleste aumentarne la scorta in modo da non usare davvero più la plastica, potete realizzarli anche a casa, in modo davvero facile e veloce.

1. Col ferro da stiro

  • Preparate i vostri ritagli di stoffa: si consiglia di usare un buon cotone al 100%, che abbiate lavato a 60°, stirato e ritagliato nelle dimensioni necessarie.
  • Grattugiate la cera sopra la stoffa: se avete vecchie candele di cera d'api pura e senza coloranti, usate quelle. Altrimenti acquistate un po' di cera d'api (la si trova online anche in comode pepite, oppure potreste trovarla in erboristerie ben fornite, o apicoltori locali).
  • Coprite tutto con un foglio di carta da forno.
  • Passate il ferro da stiro sulla carta forno, facendo squagliare la cera, assicurando che si spanda su tutta la stoffa.
  • Eliminate la carta forno e aspettate solo pochi minuti che si asciughi la cera

I vostri scampoli di tessuto cerato sono pronti all'uso! Potrete lavarli e riutilizzarli molte volte, e se vi sembra che la cera cominci a sparire, vi basterà ripetere l'operazione. Per maggiori informazioni, consultate questo video.

2. In forno

  • Ritagliate la stoffa e disponetela su una teglia da forno: deve formare un unico strato.
  • Sparpargliate scaglie di cera su tutta la stoffa;
  • Mettete in forno a temperature medio alta e fate sciogliere la cera completamente;
  • Rimuovete la teglia e aspettate un po' che la cera si raffreddi e cominci a indurirsi;
  • Con l'aiuto di una forchetta sollevate i vari pezzi e tenendoli con la punta delle dita (quando sono tiepidi) sventolateli legegrmente per farli asciugare del tutto.
Advertisement

Potete anche decidere di incerare tutto un pezzo di stoffa più grande, prepararlo col metodo appena visto e poi all'occorrenza ritagliarne la parte necessaria.

Per maggiori informazioni, consultate questo video.

3. Con cera d'api e olio

immagine: Wikimedia

Con una parte di olio (d'oliva, ma potete provare anche con altro olio vegetale) e tre di cera d'api, potete anche preparare le vostre pellicole per alimenti a bagnomaria. Per esempio, due cucchiai di olio e 6 di cera in scaglie.

  • Fate sciogliere la cera a bagnomaria
  • Aggiungete l'olio, senza spegnere il fuoco
  • Tenendo il fuoco al minimo, immergete il cotone nel composto liquido, senza levarlo dal bagnomaria
  • Rigiratelo in modo che si impregni bene
  • Spiegate un foglio di carta da forno su un ripiano e quando avrete ben impregnato il cotone, stendetelo sulla carta forno, aspettando che si asciughi e indurisca.

Per maggiori informazioni, consultate questo link.

Sono alternative facili e veloci, rispettano l'ambiente e vi permetteranno di avvolgere cibo e pranzi da asporto in stoffe con bellissime fantasie. Da provare, no?

Tags: UtiliRicicloFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie