Malvarosa o Alcea rosea: sapevi che coltivare questo fiore strepitoso è davvero semplice? - Creativo.media
x
Malvarosa o Alcea rosea: sapevi che…
Accessori e mobili per far ordine in casa? Scopri tanti oggetti vintage perfetti per il riciclo creativo Tappi di sughero: lasciati ispirare da queste idee di riciclo creativo e trova il progetto che fa per te

Malvarosa o Alcea rosea: sapevi che coltivare questo fiore strepitoso è davvero semplice?

30 Luglio 2021 • di Angelica Vianello
1.560
Advertisement

Immaginate un clarinetto che, al posto dei tasti, ha tanti fiori vistosi: la malvarosa, o alcea rosea o malvone, ricorda un po' quello strumento musicale. Con i suoi fusti alti e dritti e i fiori che nascono un po' su tutti i loro lati, con colori allegri e brillanti, è una pianta di umile origine che però sa farsi notare.

Perfetta nelle bordure a ridosso di mura, reti e recinzioni varie, questa sentinella coloratissima ama il sole può diventare anche molto alta, è rustica e generosa nel propagarsi: insomma, facile da coltivare e molto decorativa, è una pianta che vale la pena inserire nel giardino.


immagine: 鎮邦/Flickr
  • Esposizione: l'alcea rosea ama le posizioni ben illuminate, quindi va posizonata in pieno sole e senza alberi a farle ombra, almeno per qualche ora al giorno. Resiste anche a qualche grado sotto lo zero, ma con l’arrivo del freddo i rami si seccano e la pianta entra in uno stato di dormienza per poi rinascere la primavera successiva. A seconda dei tipi,  è una pianta biennale o perenne. Poiché i fusti possono crescere fino a 2 metri o più, è anche importante non lasciarla in balia dei venti, preferendo posizioni un po' riparate.
  • Terreno: ha un apparato radicale molto robusto tanto da sapersi far strada anche in terreni sassosi e fino a un metro di profondità. Preferisce però i terreni un po' più leggeri, abbastanza fertili e tendenzialmente neutri, e non tollera ristagni idrici.
  • Si può coltivare in vaso? Il fatto che produca una radice fittonante che scende parecchio in profondità rende necessario usare dei vasi molto profondi, il che limita un po' la facilità di coltura in vaso, ma se avete fioriere ampie e alte (si usano anche per i bambù, ad esempio), allora potreste sfoggiarla anche su balconi e terrazzi.
  • Irrigazione: ha bisogno di irrigazioni regolari durante il periodo estivo, quando i fiori perdurano sulla pianta e le temperature si alzano molto.
  • Concimazione: se il terreno è ricco, non ce n'è bisogno, ma la pianta può comunque beneficiare di una pacciamatura con compost organico maturo.
  • Quando fiorisce? A seconda del clima e della varietà, i fiori possono cominciare ad apparire già verso la fine della primavera, ma tendenzialmente il periodo di fioritura va da luglio ad ottobre, e spesso solo dal secondo anno di vita.

Non sarebbe bello avere queste piante in giardino?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie