Peonie in giardino: piantale entro fine autunno per godere di un bellissimo spettacolo in primavera - Creativo.media
x
Peonie in giardino: piantale entro fine…
Niente più ante appiccicose al tatto: fai sparire lo sporco grasso in cucina con un prodotto fai-da-te Fai brillare vetri e specchi con qualche semplice metodo fai-da-te da preparare in casa

Peonie in giardino: piantale entro fine autunno per godere di un bellissimo spettacolo in primavera

21 Novembre 2021 • di Angelica Vianello
708
Advertisement

Camminare nei boschi più incontaminati in primavera può regalare uno spettacolo davvero bellissimo: tra i fiori che arrivano a colorare il sottobosco, infatti, possono esserci delle bellissime peonie erbacee. Queste piante vigorose dalla fioritura davvero scenografica si possono coltivare anche in giardino, basta comprarle nei garden center o anche negozi online specializzati.

Il momento ideale per metterle a dimora è l'autunno, ancora entro la fine di novembre, così avranno tutto il tempo di impossessarsi del terreno e "attivare" le radici durante l'inverno e prepararsi così a fiorire in primavera. Leggete oltre per scoprire come ammirare la bellezza di queste piante in giardino.

immagine: Pixabay

Il periodo di impianto inizia a ottobre (nei luoghi più freddi) ma dove gli inverni non sono rigidi lo si può fare ancora entro febbraio, sebbene sia sempre meglio ricordarsene entro novembre, così che godano ancora di qualche settimana un po' più mite. 

  • Esposizione: come per le peonie arboree (più difficili da coltivare, ma molto belle), si deve preferire il pieno sole nelle zone più fredde e umide, mentre nelle aree calde andrà bene la mezz'ombra.
  • Impianto: tenete le vostre piante a una distanza di almeno 80 cm l'una dall'altra. Sembra tantissimo quando le piantate, ma nel produrre foglie e fiori occuperanno spazio. Se volete riempire un'aiuola o creare una piccola siepe si consigliano 80-100 cm di distanza.
  • Irrigazione: appena piantate è bene bagnarle un po', ma poi le piante entrano in inverno in un periodo di riposo vegetativo, e la parte aerea si essicca. Basteranno quindi le piogge, e solo s ci sono periodi di siccità durante l'inverno si interverrà manualmente. Attenzione a non esagerare mai, perché le piante non tollerano ristagni idrici, quindi le radici marcirebbero velocemente.
  • Quando la parte aerea si dissecca è meglio tagliare gli steli appassiti lasciandone solo circa 5 cm.

 

immagine: pixnio.com

In primavera produrranno steli che raggiungono anche i 60-100 cm di altezza: aspettate che abbiano finito del tutto di fiorire, e poi tagliate via gli steli lasciando solo 2 o 3 cm (così le ritroverete facilmente).

La fioritura può iniziare già in aprile, anche se in genere accade a maggio e la durata dei vistosi fiori sulla pianta dipende molto dal clima: il sole fa appassire prima, ma le piogge possono far cadere i petali. Ad ogni modo, son piante davvero molto belle e piuttosto facili da coltivare che rendono il giardino incantevole!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie