Come coltivare la primula, il fiore colorato e resistente che annuncia la primavera - Creativo.media
x
Come coltivare la primula, il fiore…
Realizza delle maschere di Carnevale a costo zero in pochi minuti riciclando i piatti di carta! Non sai come togliere i peli da moquette e tappeti? Prova con questo metodo che spopola sui social

Come coltivare la primula, il fiore colorato e resistente che annuncia la primavera

23 Febbraio 2022 • di Angelica Vianello
2.445
Advertisement

Un fiore semplice che regala tante soddisfazioni: le primule sono tra le prime piante ad annunciare l'arrivo della primavera, dato che iniziano a fiorire dalla fine di febbraio, quando l'inverno comincia a perdere i suoi caratteri più rigidi per far posto a temperature man mano più miti. 

Crescono spontanee in tante parti del mondo, con fiori semplici e adorabili, e poi ne esistono un'infinità di cultivar ibridati artificialmente per poter avere petali di ogni sfumatura (anche neri!) e piante con fiori anche stradoppi. Sono facili da coltivare e resistono in tante condizioni diverse: scoprite qualcosa in più sulle primule leggendo di seguito.


immagine: pxhere.com
  • Esposizione: non amano il sole diretto nelle ore più calde della giornata, soprattutto nelle stagioni più calde dell'anno. In estate, infatti, rischiano di bruciarsi se esposte al sole diretto troppo a lungo. Quindi sistematele in una penombra luminosa, dove il sole arrivi la mattina o il tardo pomeriggio, ma senza essere troppo al buio il resto del tempo. Quelle più rustiche (in genere con fiori più semplici e senza colori particolari), sono molto più resistenti, mentre alcune varietà particolari e selezionate temono correnti e venti, quindi sempre meglio metterle in una posizione riparata.
  • Temperature: amano il fresco e temono il caldo intenso, ma sanno adattarsi piuttosto bene laddove non ci sono temperature estreme.
  • Irrigazione: il terreno va bagnato quando si asciuga del tutto. Dunque un paio di volte a settimana nei periodi più caldi, e man mano diradando nelle stagioni più umide e fredde.
  • Terreno: hanno bisogno di un terreno ben drenato, soffice e arricchito con un po' di torba. Preferiscono un pH acido.
  • Concime: va benissimo un concime universale per piante fiorite, che sia bilanciato in azoto, fosforo e potassio.

Potete interrarle un po' in ogni periodo dell'anno, magari evitando i periodi più caldi. Quanto invece alla semina è preferibile seminare quando le temperature notturne non sono troppo alte (5-8°), quindi anche in inverno entro i primi di aprile, così che poi i semi abbiano più chance di germinare. 

Sono bellissime nelle bordure delle aiuole ma anche coltivate in vasi (andranno rinvasate ogni due anni circa). Ne avete mai avute in casa?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie