Scopri tanti trucchi a costo zero da conoscere per curare le tue piante - Creativo.media
x
Scopri tanti trucchi a costo zero da…
Libera la lavastoviglie dalla sporcizia e dai cattivi odori con questi semplici metodi fai-da-te La federa è troppo grande per il cuscino? Usa questo trucco che spopola su TikTok per sistemarla

Scopri tanti trucchi a costo zero da conoscere per curare le tue piante

22 Marzo 2022 • di Angelica Vianello
1.794
Advertisement

Chiunque coltivi piante vorrebbe che fossero sempre sane e belle col minor sforzo: è impossibile non doversi impegnare nella cura dei nostri angoli verdi, ma si può di certo ottenere risultati migliori e magari ridurre un po' la fatica ricorrendo a qualche trucco utile.

E in casa potremmo avere molti più alleati cui affidarci di quanti non crederemmo. Alcuni ingredienti come l'amido di mais, scarti come gusci d'uova e fondi di caffè o anche il carbone vegetale che rimane nel camino possono dare una mano a migliorare l'aspetto e la salute delle nostre piante. Scoprite qualche trucco utile di seguito.

Quando usi le bacchette di legno per mangiare cibo asiatico, tienile da parte anche se si sono sporcate ormai troppo: sono perfette come tutori delle piante più piccole, senza rischio che rovinino le radici.

Uno scarto organico come i gusci delle uova possono diventare  ottimi vasetti per far germogliare le piantine: insomma, dei sostituti dei semenzai tradizionali ma fatti di materiali completamente compostabili e riciclabili come appunto i gusci e il cartone delle uova.

Quando poi le piante crescono abbastanza da essere spostate in vasi più grandi o a terra, basterà rompere i gusci e magari mettere i frammenti nella pila del compost, mentre il cartone finisce nella differenziata senza problemi.

Advertisement
immagine: piqsels.com

Dopo una festa è rimasta della birra nei bicchieri o nelle bottiglie aperte? Versatela nella pila del compost! La birra, infatti, contiene il lievito, che è ricco di azoto e ideale per stimolare la decomposizione delle sostanze organiche, accelerando così il processo di compostaggio.

immagine: Creativo

I fondi di caffè sono un altro scarto della cucina che possiamo impiegare nella cura del verde. Possono infatti essere usati come fertilizzante visto che contengono nitrogeno, potassio, fosforo, ferro, magnesio, calcio e cromo. Quindi fa bene sbriciolarli quando sono ben asciutti attorno alle piante e poi annaffiare per farli penetrare nel terreno. In alcuni studi, poi, è stato riscontrato che i fondi del caffè possono aiutare ad assorbire metalli pesanti come pure ad attrarre vermi, il cui humus è utilissimo per il terreno.

E in ogni caso anch'essi sono un'ottima aggiunta alla pila del compost.

Con le bottiglie di vetro come quelle del vino (anche quelle di plastica) potete creare un sistema fai-da-te per innaffiare le piante quando siete via solo qualche giorno.

Advertisement

Avete dei vecchi vasi di terracotta che magari avevano contenuto piante morte per via di funghi, muffe o parassiti dannosi? Potete continuare a usarli dopo averli puliti per bene e lavati anche con dell'aceto bianco.

immagine: Commons wikimedia

Il carbone vegetale (quindi quello generato solo da legna non trattata) è un altro ottimo alleato nella cura del verde. Quando viene incorporato nel terreno, avendo una struttura molto porosa, aiuta il passaggio dell'aria nel substrato, cosa fondamentale per la salute delle radici che non devono  mai essere soffocate da un terreno troppo compatto e pesante. Inoltre, quei pori del carbone trattengono acqua, aiutando la terra a rimanere umida più a lungo nei periodi caldi. Col fatto che poi si decompone lentissimamente, migliora la qualità del terreno per tantissimo tempo.

Advertisement

Anche l'amido di mais è utile per le piante. Si tratta di una sostanza che, mescolata al terreno attorno alle piante, aumenta la capacità del terriccio stesso di trattenere acqua e nutrienti attorno alle radici, stimolando così la crescita della pianta e aiutandola a resistere ai periodi di siccità, ed è anche in grado di ridurre i livelli di inquinamento ambientale poiché riduce il deflusso di azoto.

Quante preziose risorse per le piante nelle nostre case!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie