Sogni un giardino profumatissimo? Scopri quali piante scegliere - Creativo.media
x
Sogni un giardino profumatissimo? Scopri…
Freezer da scongelare? Attenzione ai metodi da usare in casa per far prima! Prova a fare ginnastica con gli elastici per coinvolgere tutto il corpo con pochi, semplici movimenti

Sogni un giardino profumatissimo? Scopri quali piante scegliere

04 Maggio 2022 • di Angelica Vianello
957
Advertisement

Immaginate di passeggiare nel vostro giardino, o sul balcone, e sentire il profumo di qualche pianta portato dal vento: è una delle meraviglie della natura di cui possiamo godere facilmente, se solo scegliamo le piante giuste.

Sono tantissime le specie di arbusti, piante erbacee e persino alberi che hanno fiori o addirittura foglie profumate, ma alcune sono più facili da trovare e coltivare di altre, per creare aree in giardino che non solo sono belle a vedersi, ma anche da "annusare". Inoltre, molto spesso le piante che hanno naturalmente dei profumi inebrianti (non dunque quelle create ad hoc con ibridazioni come certe rose) sono gradite agli insetti impollinatori, quindi inserirle nei nostri angoli verdi è un piacere per noi e un gesto gentile per l'ecosistema. Di seguito ve ne indichiamo cinque tra le più comuni.

Lavanda

immagine: Creativo

Questa pianta non solo ha un profumo piacevolissimo, che si sente quando la chioma è mossa dal vento o quando sfioriamo i rami, ma è anche una di quelle più amate dagli insetti impollinatori. Scegliete per lei un punto in cui sia raggiunta dal sole per quante più ore possibili al giorno.

È una pianta poco esigente, che riesce a resistere anche a periodi di siccità, alle estati secche e aride e ama anche zone ventilate. Se sistemata nel punto giusto, con un terreno ben drenante, si impossessa velocemente dello spazio a disposizione riempendo l’area con una fitta vegetazione dalle foglie argentate, anch’esse profumatissime quanto i fiori. Esistono diversi tipi di lavanda, ma quasi tutti diventano cespugli abbastanza ordinati con un’altezza massima che si aggiro intorno tra i 50 e i 70 cm.

Camomilla

immagine: pxfuel.com

La camomilla (Matricaria camomilla), che spesso è confusa con la cosiddetta "falsa camomilla", dalla quale però differisce proprio per il fatto di avere un profumo molto piacevole e intenso che a quella manca, è una pianta che cresce allo stato spontaneo ma può essere anche facilmente coltivata.

L'esposizione migliore è il pieno sole, e predilige terreni asciutti - anche poveri e un po' calcarei. Va irrigata spesso solo finché le piante sono piccole e giovani, ma quando ormai la macchia ha preso possesso del terreno è praticamente autonoma, quindi ottima per i giardini a bassa manutenzione.

Advertisement

Eucalipto (Eucalyptus globulus)

immagine: picryl.com

Se oltre a cespugli cercate anche qualche pianta più grande, potreste considerare l'eucalipto, in particolare la varietà "globulus" che è molto apprezzata per le sue foglie caratterizzate da una colorazione grigio-azzurra con dei tocchi di bianco. L'eucalipto ama il pieno sole, che conferisce alle foglie un colore intenso, ma riesce a crescere anche in una leggera mezzombra. Sono piante rustiche che tollerano anche temperature tendenzialmente fredde sebbene preferiscano climi caldi.

Non sopportano invece ristagni idrici di nessun tipo, quindi bisogna sistemarli in terreni molto drenanti e non esagerare con le innaffiature, che comunque servono solo nella fase di impianto e la prima crescita.

Gelsomino (Jasminum spp.)

immagine: Commons Wikimedia

Tra i profumi più inebrianti, dolci e inconfondibili che possiamo trovare in natura c'è il gelsomino. Come la lavanda, è un profumo che aiuta a rilassarsi tanto che si consiglia di tenere le piante vicino alle camere da letto (o al loro interno, se ci sono le condizioni per coltivarle in vaso). È un pianta rampicante, molto bella su tralicci a parete o anche sulle recinzioni.

Sebbene preferiscano climi caldi, riescono a crescere anche dove gli inverni sono moderatamente rigidi, sebbene debbano essere sistemati in punti riparati dal vento. L'esposizione ideale è luminosa e preferibilmente soleggiata, ma possono anche trovarsi in leggera penombra soprattutto nelle ore più calde della giornata.

Melissa (m. officinalis)

immagine: Pixabay

Molto simile alla menta per aspetto e cura, la melissa ha un delicato odore (e sapore) agrumato che la rende davvero unica. Sono note le sue proprietà calmanti, anche per lo stomaco.

La melissa ama il sole e cresce bene a una temperatura tra i 18 e i 25 gradi. Come la menta, con l'arrivo della stagione fredda tende a perdere la parte aerea ma torna a crescere in primavera. È una pianta molto resistente, adatta anche all'esterno, e si propaga molto velocemente, tanto che spesso si trovano piccoli esemplari che crescono nei dintorni della pianta madre, anche tra le fessure di un pavimento esterno. Profumata e dalle note proprietà calmanti, è una pianta che vale la pena tenere in casa.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie