Funzionano davvero le piante come repellenti contro zanzare e insetti? I metodi alternativi utili - Creativo.media
x
Funzionano davvero le piante come repellenti…
Il ferro da stiro bruciato ti macchia i vestiti? Con questo rimedio semplice ed efficace tornerà come nuovo Alla scoperta della Hoya Carnosa, l'irresistibile rampicante con i fiori di cera

Funzionano davvero le piante come repellenti contro zanzare e insetti? I metodi alternativi utili

17 Giugno 2022 • di Angelica Vianello
827
Advertisement

Ci sono piante che da sempre vengono considerate un'ottima prima linea di difesa contro la presenza di zanzare o altri insetti molesti in giardino e poi in casa. Così certi gerani, soprattutto quelli che emanano un profumo agrumato, e ancora di più la citronella (Cymbopogon citratus) diventano oggetto del desiderio di tante persone ogni volta che in tarda primavera si torna a dover fare i conti con questi animali fastidiosi.

C'è un fondo di verità: dalle piante di cui si decantano le proprietà repellenti si estraggono oli essenziali che sono, in effetti, capaci di tenere alla larga le zanzare. Quindi il modo migliore tra quelli fai-da-te per sfruttarne le proprietà desiderate è più che altro sfruttare le foglie, anche spezzettate, in prodotti casalinghi. Alcune si possono anche strofinare sulla pelle senza danni - ma assicuratevi sempre di sapere quali sono più sicure e se non vi provocano allergie.


immagine: Pixabay

Se quindi non si può sperare che le piante ci difendano, cosa fare? Ci sono una serie di accortezze e rimedi da tenere in considerazione

  1. Per evitare che entrino in casa, è banale, ma è bene controllare lo stato di ogni zanzariera: si intrufolano anche da piccoli pertugi.
  2. Se avete erba alta in giardino in prossimità della casa tagliatela (non bassissima, però, ché provoca altri danni)
  3. Togliete di mezzo il più possibile tutta la spazzatura intorno a casa, compresi rifiuti in giardino.
  4. Assicuratevi che non ci siano ristagni di acqua nemmeno nei sistemi di deflusso delle acque piovane.
  5. Se tenete una ciotola d'acqua per i cani, o vaschette per gli uccellini, cambiate l'acqua spesso.
  6. In ogni caso, bisogna svuotare dall'acqua ogni posto in cui essa si accumula per più di 7 giorni soprattutto se poi ci marciscono dentro anche foglie e materiale organico.

Laddove l'acqua non possa essere scaricata via o cambiata, considerate se si tratta di un posto in cui potete usare degli insetticidi professionali. Attenzione a ogni controindicazione, a volte sono dannosi per altre specie e comunque non vanno usati dove possono arrivare bambini o animali domestici. Meglio puntare sui larvicidi che hanno un minore impatto ambientale e più sicuri per altri animali.

Ricorrete poi a trappole e teli zanzariera per cercare di disinfestare le aree relax dove volete passare più tempo.

Quali sono i vostri metodi preferiti contro le zanzare?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie