x
Lo stelo dell'orchidea è giallo: le…
7 dritte da ricordare per avere asciugamani soffici e profumati I 5 tagli perfetti per rendere più snello un viso rotondo

Lo stelo dell'orchidea è giallo: le possibili cause e rimedi da provare

28 Luglio 2022 • di Angelica Vianello
8.129
Advertisement

Amiamo curare le nostre orchidee in modo che regalino fioriture lunghe e rigogliose, decorando con eleganza qualsiasi ambiente o angolo del giardino. Può capitare, però, che ogni tanto mostrino qualche segno di stress o sintomi di qualcosa che non va come dovrebbe. 

Ad esempio, a volte ci si preoccupa quando si vede che lo stelo che regge i fiori diventa giallo. Sono diverse le cause possibili, e la più comune è l'eccessiva esposizione alla luce diretta del sole, dato che le specie più comunemente coltivate in casa (Phalaenopsis) non amano posizione troppo soleggiate. Più spesso, però, si tratta solo del naturale ciclo di vegetazione della pianta che, dopo la fioritura, perde proprio il rametto che reggeva i fiori.


Stelo giallo per via del naturale ciclo di vegetazione della pianta: nessuna preoccupazione

Quando ormai i fiori hanno finito il loro ciclo, si sono seccati e sono caduti dal rametto, è probabile che tutto il gambo poi diventi giallo, per seccarsi del tutto anche lui e cadere da solo. Se vi rendete conto che è quello il processo in corso, potete lasciar fare alla pianta, oppure tagliare a un paio di centimetri dalla base (oppure appena sopra al primo nodo ancora verde), perché a volte la pianta produrrà un nuovo stelo che fiorirà in seguito. Quindi, se le foglie e le radici sono del tutto sane, è molto probabile che lo stelo giallo rientri in questa casistica appena descritta.

Troppa esposizione al sole diretto

Le orchidee sono, sì, piante tropicali, ma il loro habitat è tra i rami e le fronde degli alberi, dunque al riparo delle chiome. Ciò significa che non vivono, di solito, sotto ai raggi diretti del sole. Quando perciò vengono esposte eccessivamente al sole, soprattutto nelle ore più calde della giornata, la pianta "si brucia", e quindi rami e steli si ingialliscono per poi seccarsi.

Portatele in un punto più riparato, e controllate sempre anche eventuali altri segni di stress sulle foglie.

Altre possibili cause: errori di irrigazione

Troppa umidità o troppo poca acqua sono due eccessi da evitare con moltissime piante, orchidee incluse. Se lo stelo si tinge di giallo invece che del bel verde sano cui siete abituati, controllate il substrato:

  • Se è del tutto asciutto e leggerissimo è il momento di mettere un po' a bagno le orchidee (facendo poi scolare l'acqua in eccesso, dopo che il terriccio si è saturato).
  • Se invece il terriccio è troppo umido sospendete le innaffiature fino a quando non si asciuga. Potreste anche rendervi conto che il terriccio è troppo compatto e ha un po' "soffocato" le radici. Se per caso notate segni di marciume radicale, sterilizzate delle cesoie e tagliate via le radici rovinate, poi spruzzate acqua ossigenata al 3% e rinvasate la pianta con terriccio del tutto nuovo. Se volete usare lo stesso vaso, sterilizzatelo con la stessa acqua ossigenata per buona misura.

Buon giardinaggio!

Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie