x
Guinzagli e pettorine: la pulizia a…
Elimina grasso e gonfiore: prova i mountain climbers per avere la pancia piatta 10 fantasiosi capolavori di design e arredamento salvaspazio tutti da scoprire

Guinzagli e pettorine: la pulizia a fondo per togliere tutto lo sporco disgustoso

09 Agosto 2022 • di Angelica Vianello
1.407
Advertisement

Chiunque abbia un cane sa quanto in genere siano felicissimi di accompagnarci in passeggiate fuori di casa, e per quelle servono sempre guinzagli e pettorine (meglio queste dei collari, che provocano tutta una seri di danni fino anche a traumi severi!) per poterli portare senza rischi per loro e per gli altri.

Se queste passeggiate sono un'abitudine giornaliera e settimanale, ci vuole pochissimo perché quegli accessori si riempiano di sporcizia, e lo si nota anche dal colore che prendono le cinghie. Nel giro di poche settimane, infatti, perdono i loro colori brillanti e si coprono di una patina grigiastra, senza contare poi tutti i peli e lo sporco incrostato. Per una pulizia a fondo si possono tenere in ammollo con qualche prodotto che troviamo facilmente in casa.

 


immagine: @lauzydan/TikTok

Come fa vedere l'account di @lauzydan su TikTok, si può preparare una vera e propria "zuppa": è così che la chiama la TikToker, e in effetti quella che si produce è una brodaglia scura, densa e... piuttosto disgustosa.

Cosa serve:

  • una bacinella
  • acqua calda
  • soda da bucato o borace
  • smacchiatore all'ossigeno attivo
  • un vecchio mestolo

A volte, in queste "pozioni" viene aggiunto anche del detersivo da bucato, e qualche volta il bicarbonato di sodio prende il posto di uno degli altri ingredienti. Fate però sempre attenzione a controllare quali prodotti possono essere mescolati tra loro!

immagine: @lauzydan/TikTok

Il procedimento è intuitivo: 

  1. Riempite di acqua la bacinella
  2. Aggiungete i vari ingredienti per pulire
  3. Mescolateli per bene
  4. Adagiate guinzagli e pettorine nella mistura
  5. Lasciate in ammollo per qualche ora, o anche tutta la notte.

Noterete che già dopo un'ora l'acqua è diventata scura e piena di sporcizia in sospensione. Quanto più tempo aspetterete, tanto più sarà fangosa. Se poi non avete ma fatto una pulizia simile dei guinzagli e pettorine (cosa probabilissima per tantissimi di noi), potreste trovarvi con acqua veramente melmosa, talmente sporca da non vedere nemmeno il mestolo immerso al suo interno!

In genere, dopo questo tipo di pulizia, cui spesso ci si riferisce col termine inglese stripping, si passa anche a un lavaggio in lavatrice. Nel caso dei guinzagli, che sono piccoli, vi consigliamo di farlo solo se erano davvero sporchi e soprattutto se la vostra lavatrice usa quantità di acqua automaticamente proporzionate al carico, altrimenti sarebbe uno spreco inutile. Nella maggior parte dei casi, infatti, è più che sufficiente risciacquare per bene tutto e lasciar asciugare. 

Pronti a scoprire in che condizioni sono i guinzagli dei vostri amici pelosi?

 

Tags: AnimaliCaniTrucchi
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie