x
Tanta bellezza, poco sforzo: gli step…
Occhio al prezzo: 7 tipi di alimenti su cui è possibile risparmiare 5 modi fai-da-te da provare per evitare le punture di zanzare

Tanta bellezza, poco sforzo: gli step da seguire per dar vita a un giardino resistente alla siccità

12 Agosto 2022 • di Angelica Vianello
2.028
Advertisement

Tradizionalmente, l'idea di un giardino bello e riuscito coincide con l'immagine di un prato verde e poi alberi e piante a movimentare il paesaggio in modi diversi a seconda di gusti e ubicazione. Quell'ideale mantiene sempre il suo fascino, ma richiede anche cure costanti che si traducono, soprattutto, in un grande consumo d'acqua per la maggior parte dell'anno, e soprattutto in estate.

I cambiamenti climatici in atto, però, ci mettono di fronte spesso all'impossibilità di mantenere certi standard, e sebbene questo possa da una parte comportare la rinuncia a quel paesaggio dai toni verdi più "freschi", non significa altresì che ci si debba privare di bellezza e comfort. 

La voglia di diminuire le spese di gestione (e la fatica!) può diventare l'occasione per una sfida affascinante: pensare a dar vita a un paesaggio bello, accogliente e soprattutto capace di resistere meglio a periodi di siccità. Non è una missione impossibile, basta saperla affrontare col cipiglio giusto.


Il terreno deve essere ricco di sostanza organica. Se il vostro non lo è, prima di piantare qualsiasi esemplare, lavoratelo per bene incorporando compost, ma anche corteccia compostata o letame fermentato in profondità. È un lavoro lungo e faticoso ma preparerà "il palco" per una crescita rigogliosa e spettacolare.

Sappiate anche riconoscere il tipo di terreno (se più acido, argilloso, drenante o meno, etc), così da scegliere le piante in base anche a questo parametro. Saranno più capaci di tollerare variazioni climatiche e meno esposte all'attacco di parassiti o malattie.

 

Quali piante? Studiate bene le caratteristiche del giardino, specie quanto a temperature ed esposizione, e scegliete le piante (dalle annuali agli alberi) sempre dopo una ricerca adeguata. Tendenzialmente, si preferiscono piante che abbiano foglie argentate o grigioverdi, perché sanno riflettere meglio i raggi del sole.

Abituatele poi a irrigazioni scarse: se le innaffiate tutti i giorni e poco, non saranno spinte a "farcela da sole", quindi ogni anno, man mano che arriva il caldo, cercare di diradare fino al massimo possibile le innaffiature, trovando il ritmo da  mantenere in estate finché perdurano le temperature alte e la mancanza di precipitazioni. Spingeranno le radici verso il basso, cercando da sole l'acqua in profondità.

Advertisement

Decorare con elementi naturali e artificiali aiuta a rendere sempre più bello e accattivante il giardino. Quindi percorsi, muretti di contenimento, bordure ma anche sculture e oggetti d'arte da esterno. Potete sbizzarrirvi con materiali, forme e colori che siano il complemento perfetto dello sfondo naturale creato con le piante.

Considerate quindi la bellezza delle zone coperte di ghiaia, con piante sparute, e poi aree più fitte di vegetazione a incorniciare il tutto. In ogni caso, riducete le aree destinate a prato quando possibile.

Anche il tipo di pacciamatura, indispensabile per trattenere l'umidità, aiuta a decorare.

Piantate gli esemplari quando sono ancora giovani: comprare piante più grandi garantisce il pronto effetto ma il trauma del trapianto è accresciuto in climi aridi. Invece, quando la pianta viene abituata fin da subito al suo habitat, si adatterà prima alle condizioni circostanti, diventando più resistente con gli anni. Meglio piantare in autunno, quando fa meno caldo, con tutto il tempo necessario per attecchire prima dell'arrivo del freddo invernale.

Un'altra tecnica utile è quella di immergere in acqua i vasi delle piante che state per interrare, così che si impregnino per bene: mettetele in una bacinella o secchio d'acqua, e tenetele fino a che le bolle d'aria non affiorano più, poi estraete e lasciate scolare. Quando non perdono più acqua, potete adagiarle nella buca o nella fioriera prescelta.

Trovate altre informazioni utili su come mettere su un giardino resistente alla siccità qui.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie