Cappotti con inserti in pelliccia: scopri come lavarli a casa nel modo giusto

Angelica Vianello

21 Gennaio 2023

Cappotti con inserti in pelliccia: scopri come lavarli a casa nel modo giusto
Advertisement

I cappotti imbottiti che ci proteggono dal freddo invernale sono capi che cerchiamo di trattare con molta cura, anche quando arriva il momento di lavarli. Possono essere realizzati in vari materiali, più o meno delicati, ma in ogni caso si devono lavare con più attenzione che tanti altri indumenti che di solito mettiamo in lavatrice senza pensarci due volte. Se poi hanno inserti in pelliccia, anche sintetica, c'è il rischio che il lavaggio sbagliato rovini quelle finiture che li caratterizzano.

Di certo, ci si evitano preoccupazioni simili quando portandoli in lavanderia, ma a meno che la loro etichetta non proibisca espressamente il lavaggio a mano e consigli solo quello a secco, allora è possibile provare a prendersene cura anche in casa. Leggete oltre per scoprire come.

Advertisement

Creativo

L'occorrente

  • Una bacinella molto ampia, o meglio ancora la vasca da bagno per i cappotti più voluminosi.
  • Una spazzola a setole morbide
  • (Facoltativo) un pettine a denti larghi
  • Detergente da bucato molto delicato: quello per i capi in lana o delicati, oppure un sapone di Marsiglia completamente naturale.
  • (Facoltativo) Balsamo per capelli

Come procedere

Il lavaggio deve essere a mano. C'è chi sperimenta con i lavaggi delicati della lavatrice, ma se non siete sicuri dei risultati, evitate.

  1. Riempite la bacinella di acqua fredda, oppure la vasca da bagno con abbastanza acqua da poter poi immergere il cappotto.
  2. Versate 2 cucchiai di detersivo delicato e mescolate con la mano.
  3. Immergete il cappotto, e lasciatelo in ammollo per 15 minuti.
  4. Sollevate il capo dalla bacinella e svuotatela. 
  5. Comprimete gentilmente il cappotto tra le mani, procedendo pian piano a far uscire con delicatezza l'acqua da ogni sezione del capo, senza torcere o strizzare forte.
  6. Riempite di nuovo la bacinella di acqua fredda e sciacquate fino a che non esce più sapone.
    Nella vasca potete anche direttamente far scorrere l'acqua dal soffione o dal rubinetto sul capo, e comprimere il cappotto sempre con delicatezza per far uscire tutto il sapone.
    Se la parte in pelliccia era particolarmente sporca, lavatela con una goccia di balsamo per capelli, strofinando piano direttamente sulle setole.
  7. Scolate via tutta l'acqua dalla bacinella/vasca e con calma comprimete ancora il cappotto in modo da liberarlo dell'acqua di cui è impregnato, il più possibile. Se tentate di strizzarlo, fatelo sempre con estrema delicatezza.
  8. Potete aiutarvi ad assorbire ancora più acqua arrotolando con gentilezza il cappotto dentro a grandi asciugamani puliti (come quelli per la spiaggia o per la doccia), un po' come si fa con i capi in lana.
  9. Mettete il capo ad asciugare di piatto su uno stendino resistente, oppure, se vi sembra che non sia troppo pesante, potete anche direttamente appenderlo a una gruccia molto robusta e soprattutto sagomata e imbottita in modo da non deformare le spalle. 
  10. Molto probabilmente, il capo continuerà a sgocciolare per un po', quindi posizionate al di sotto la bacinella, per raccogliere l'acqua.
  11. Se vi sembra che la parte in pelliccia sia annodata, usate con molta cautela il pettine a denti larghi per districare tutto. 
  12. Passate la spazzola a setole morbide sulla pelliccia per finire di "pettinarla" man mano che il cappotto va asciugandosi.

Ora dovrete aspettare che il cappotto sia del tutto asciutto, e in caso usare di nuovo la spazzola sulla pelliccia quando anch'essa non ha più alcuna traccia di umidità, così da farla tornare come nuova. Avete mai provato a lavare in casa i vostri cappotti?

Advertisement