Aloni e macchie sui vecchi indumenti bianchi: scopri i metodi per farli tornare come nuovi

Angelica Vianello

22 Gennaio 2023

Aloni e macchie sui vecchi indumenti bianchi: scopri i metodi per farli tornare come nuovi
Advertisement

Sappiamo tutti che mantenere intatto il candore iniziale di tanti abiti è difficile, indossandoli e lavandoli spesso. Ci sono tipi di macchie molto difficili da far sparire, a volte persino impossibili da eliminare, che lasciano aloni per sempre, visto che sui tessuti bianchi è abbastanza arduo mimetizzarli.  E anche quando invece si lava di frequente qualche camicia, maglietta, o qualsiasi altro capo di vestiario bianco, riuscendo pure a bandire macchie e aloni, col passare del tempo lo splendore del bianco va perdendosi. Ma a pensarci bene, a volte i capi bianchi si rovinano persino quando rimangono dimenticati per anni in qualche armadio.

Se per caso ci finisce un po' di polvere, o c'è dell'umidità, o per chissà quanti altri motivi, ecco che al tirar fuori la camicia di turno che volevamo indossare di nuovo dopo tanto tempo ci rendiamo conto che in realtà è rovinata da un alone giallastro, magari sulle spalle o il colletto, comunque non per forza in corrispondenza delle ascelle. Che fare?

Advertisement

Creativo

Ebbene, la buona notizia è: non è detto che sia tutto perduto. Anzi, i rimedi che spesso si adoperano per eliminare le macchie di sudore dai capi bianchi possono risolvere il problema anche in questi casi.

Innanzitutto, provate comunque a lavare il capo a temperature alte (se non è fatto di tessuti troppo delicati, e per quelli comunque è sempre meglio provar a lasciar fare agli esperti), con un po' di candeggina delicata o di acqua ossigenata aggiunti al detersivo. 

Se da un lavaggio simile non escono i risultati sperati, allora potete provare con questi altri metodi:

  • Acqua ossigenata: riempite una bacinella con due litri di acqua calda e aggiungeteci 30 ml di acqua ossigenata e 30 ml (Sono due cucchiai circa) di un detergente per capi delicati. Mescolate un po', e immergete il capo per mezz'ora. Poi, con una spugnetta pulita o con uno spazzolino, versate acqua ossigenata direttamente sulla macchia e strofinate un po' per farla penetrare ancora meglio nelle fibre. Strizzate e passate ad un lavaggio in lavatrice sempre a temperature alte.
  • Succo di limone: spremete il succo di un limone in un bicchiere, poi filtratelo dai semini e polpa, e versatelo a filo sugli aloni. Lasciate agire e poi, inumidendo di nuovo del succo rimasto una spugnetta pulita o uno spazzolino, strofinate sulla macchia. Procedete poi al lavaggio in lavatrice.
  • Aceto bianco: lo potete usare come l'acqua ossigenata, diluendo però 60 ml di aceto per ogni litro di acqua, e lasciando in ammollo per 45 minuti.

Se nemmeno con questi metodi riuscite a recuperare il bianco desiderato, potete tentare con il rimedio più aggressivo: provate a versare direttamente sulla macchia della candeggina pura, quella con cloro. Lasciando agire per 10 o 15 minuti al massimo, poi sciacquate velocemente e passate ad un nuovo lavaggio in lavatrice.

Buon lavoro! 

Advertisement