Pulizia e manutenzione delle grondaie: quali sono i metodi migliori per farlo?

Isabella Ripoli image
di Isabella Ripoli

17 Marzo 2024

Pulizia e manutenzione delle grondaie: quali sono i metodi migliori per farlo?
Advertisement

La manutenzione della casa sia interna che esterna è di fondamentale importanza. Una cosa di cui non ci occupiamo spesso e che, forse, sottovalutiamo, sono le grondaie. Queste permettono all'acqua piovana di defluire e di non ristagnare inutilmente, ma vanno curate perché potrebbero riempirsi di foglie e detriti che non permettono il corretto funzionamento. 

Come fare per riuscirci senza l'intervento di uno specialista e senza spendere troppo? I modi esistono ed è arrivato il momento di scoprirlo.

Advertisement

Perché è importante la pulizia delle grondaie?

Perché è importante la pulizia delle grondaie?

TnTDynamight/Reddit

Le grondaie stanno lì in alto, silenziose e quasi dimenticate da molti di noi. Pensiamo non sia necessario occuparsene, che l'acqua defluirà sempre tranquilla e che non sorgeranno problematiche. Ma è un pensiero sbagliato, poiché si tratta di un punto della casa esposto alle continue intemperie soprattutto autunnali e invernali e le foglie che cadono, residui di terriccio, magari piccioni che nidificano proprio sul tetto e in corrispondenza dello scolo potrebbero favorirne l'intasamento. 

Ecco, allora, che si accumula sporco e che man mano l'acqua sarà bloccata nel passaggio, creando delle "cascate" che andranno a bagnare tutti gli spazi circostanti. Il pericolo maggiore, però, non è solo la fuoriuscita dell'acqua dal canale di scolo, ma le conseguenze che potrebbe avere sulla struttura.

Il ristagno di acqua, lo scolo al di fuori del condotto e la presenza costante di umidità potrebbe far insorgere ruggine e muffa nelle zone esterne della casa, ma estendendosi, anche all'interno. Per cui rischieremmo di avere perdite nelle stanze, indebolimento del tetto, magari crepe sul muro e antiestetici scrostamenti della vernice, insomma, sarebbe consigliabile evitare.

Advertisement

Come pulirle senza assistenza professionale

Come pulirle senza assistenza professionale

Pale_Equivalent9126/Reddit

Abbiamo capito che avere la grondaia intasata non è un bene per molte ragioni. Possiamo prevenire installando protezioni al canale di scolo che ne rallentano l'intasamento e, regolarmente, procedere con la sua pulizia. Vediamo come fare senza attendere l'intervento di un professionista.

  • La cosa migliore sarebbe munirsi di una robusta scala e salire ad altezza grondaia per rendersi conto al meglio della situazione.
  • Fatto questo, se la scala è stabile e l'abbiamo bloccata con stabilizzatori appositi - controlliamo bene per evitare incidenti, oppure chiediamo a qualcuno di assisterci nell'operazione - portiamo con noi un secchio in cui metteremo di detriti, una paletta con cui li rimuoveremo e indossiamo guanti resistenti.
  • Finito di liberare la grondaia, mettiamo via gli attrezzi e puliamo con il tubo dell'acqua, così da lavare l'intero condotto e serviamoci di un serpente idraulico per i punti più nascosti. In questo passaggio potrebbe tornarci utile anche un'idropulitrice.
  • A questo punto il canale è libero, pulito e dovrebbe accogliere l'acqua nel modo migliore, ma per fare ancora un passetto in avanti, potremmo installare protezioni, così da ritardare l'intervento successivo.

Altri modi per mantenere la grondai libera da detriti

Altri modi per mantenere la grondai libera da detriti

palpitante_carbonile/Reddit

Quello che abbiamo visto era il modo per pulire servendosi della scala e "arrampicandosi". Se questo non è il nostro intento, potremmo farlo anche da terra, usando un bastone telescopico adatto proprio per pulizie di questo tipo. Sarà allungabile secondo necessità e ricurvo all'estremità superiore, così da permetterci di lavorare meglio all'interno del canale. 

Altrimenti, è possibile acquistare un braccio che applicheremo al tubo dell'acqua e che ci consentirà di pulire la grondaia usando l'estremità uncinata e l'idropulitrice adatta. Di soluzioni in vendita ce ne sono tante e per ogni esigenza, del resto non tutti i tetti sono uguali e alla stessa altezza.

Frequenza di pulizia

Le tempistiche tra una pulizia e l'altra dipendono, poi, da vari fattori. Prima di tutto dal clima del luogo in cui si vive, se è più o meno piovoso. Poi, dipende dalla presenza o meno di alberi nelle immediate vicinanze, questi potrebbero comportare accumulo di foglie, e di piccioni o altri uccelli che con la loro permanenza sul tetto favorirebbero l'intasamento dello scolo. 

In linea di massima, farlo almeno una volta all'anno, dopo la caduta delle foglie autunnali e prima della stagione più piovosa, sarebbe l'ideale. E se proprio non ci va di cimentarci in prima persona, potremmo sempre rivolgerci a un professionista del settore.

Advertisement