Orto in agosto: cosa c'è da fare per le nostre colture prima della fine dell'estate?

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

07 Agosto 2021

Orto in agosto: cosa c'è da fare per le nostre colture prima della fine dell'estate?
Advertisement

Durante il mese d'agosto ci sono ancora diverse operazioni di cui occuparsi nel proprio orto: anche se l'estate è inoltrata e molte delle piante hanno già dato i loro frutti, ce ne sono altre che invece hanno ancora bisogno di qualche attenzione.

In questa fase, infatti, diversi ortaggi tornano ad avere più vigore, quando le temperature cominciano ad abbassarsi un po' e ritorna un minimo di umidità, ma c'è ancora molto sole. In questo momento dell'anno, quindi, ci si può occupare dell'orto per rivitalizzarlo, anche se ce ne eravamo un po' dimenticati durante la primavera. Leggete oltre per scoprire di più.

Advertisement

Fragole tardive

Fragole tardive

Commons Wikimedia

Anche nel pieno dell'estate non si dovrebbe dimenticare di innaffiare alcuni tipi di fragole che poi, dalla fine di agosto e durante settembre possono tornare a fruttificare. Bisognerà quindi continuare a pacciamare, e ogni 4 settimane (già da luglio) possono essere fertilizzate leggermente.

Bisogna anche eliminare tutte le piante nate lungo i rami che sono usciti dai vasi o che vanno a riempire il solco tra i filari, o ripiantarle nei filari in modo ordinato, ma solo dopo averle fatte attecchire in qualche vasetto (si ripiantano quindi a settembre). In questo momento, poi, si procede a eliminare anche le piante che hanno fruttificato per due anni, che in genere poi non producono più molti frutti.

Advertisement

Bietole

Bietole

Pixabay

Se il tempo è caldo ma anche umido, le foglie delle bietole e altri tipi di verdura a foglia larga simili si riempiono di un particolare tipo di mosca, detta proprio "mosca della bietola" (pegomyia), la quale col tempo rovina le foglie compromettendo il raccolto. Bisogna quindi ispezionare le piante e tagliare via le foglie colpite.

Meloni

Meloni

piqsels.com

A volte capita che in questo periodo alcuni meloni fatichino ad arrivare a maturazione, ma si può stimolare il processo degli ultimi frutti esponendoli meglio al sole. Liberateli quindi dalle foglie o posizionateli su oggetti (sassi, vasi rovesciati, o qualsiasi altro supporto) che li facciano maturare per bene.

Patate

Patate

Pixabay

Ad agosto c'è ancora tempo per raccogliere le patate che non erano state colte prima (quando le foglie delle piante appassiscono). Prima che però diventino cibo per vermi, roditori o marciscano in terra, bisogna ricordarsi di smuovere il terreno per cogliere quelle che sono rimaste.

Una volta colte, vanno sistemate in un luogo chiuso al fresco, lontano dal sole e con una buona ventilazione, oppure consumate velocemente.

Peperoni

Peperoni

pxfuel.com

Molti colgono i peperoni ad agosto, quando non sono ancora del tutto maturi né si sono colorati, a seconda però delle varietà. Cogliere i primi peperoni verdi stimola la crescita degli altri che vengono subito dopo. È anche un buon momento per fertilizzare, se sembra che i peperoni abbiano un colore troppo chiaro.

Advertisement

Erbe aromatiche

Erbe aromatiche

Pixabay

È vero che tante erbe aromatiche come rosmarino, basilico, timo, salvia, etc sono piante mediterranee che amano il caldo, ma verso la fine dell'estate tendono ad entrare in una fase di dormienza. Per posticiparla bisogna allora continuare a innaffiare regolarmente le piante, che così avranno un sapore meno amaro. Se ci sono foglie o rami in cattive condizioni, meglio tagliarli e stimolare la crescita del resto della pianta.

Buon lavoro!

Advertisement