Alberi da frutto in casa? Scopri quali puoi coltivare anche in vaso e al chiuso - Creativo.media
x
Alberi da frutto in casa? Scopri quali…
Letto di pallet: scopri come creare tutte le strutture che vuoi con i bancali! Crea bellissimi gioielli personalizzati con l'affascinante tecnica del Soutache

Alberi da frutto in casa? Scopri quali puoi coltivare anche in vaso e al chiuso

27 Dicembre 2021 • di Angelica Vianello
1.601
Advertisement

In casa siamo soliti coltivare piante ornamentali di tanti tipi diversi, che siano da fiore oppure caratterizzate da fogliame particolarmente decorativo, ma raramente pensiamo a tenere alberi, tantomeno da frutto. Per definizione, gli alberi sono infatti piante che sviluppano radici, fusto e chiome di dimensioni grandi che difficilmente possono trovare spazio in un appartamento o all'interno di una casa. E di certo crescono sempre in modo più sano all'aria aperta, ma solo quando si trovano in un habitat a loro ideale.

Per questo, anche se tanti alberi non diventano necessariamente molto grandi e quindi potremmo anche pensare di coltivarli all'aperto - in balcone o su un terrazzo, ad esempio - in vasi ampi, spesso siamo frenati dal fatto che non sopravvivrebbero all'inverno rigido. In casa, però, la temperatura è controllata e quindi, se sussistono anche tutte le altre condizioni necessarie, ci sono diversi alberi da frutto che possono sopravvivere.

È infatti fondamentale che, proprio come con qualsiasi altra pianta, gli alberi da frutto siano esposti alla luce del sole per tutte le ore necessarie, abbiano il terriccio giusto e siano tenuti dentro a un vaso di dimensioni sufficienti con ottimo drenaggio. Bisognerà poi anche occuparsi dell'adeguata concimazione.


Agrumi

Sono la scelta più popolare e intuitiva: riempiono la stanza di colori vivaci e un gradevole profumo. Si deve però dare la preferenza alle cultivar nane, che siano anche autoimpollinante come Limone Meyer (Citrus meyerii), Lime, arancio calamondin.

Preferiscono un terriccio leggermente acido (con una ratio di sabbia, limo e argilla pari a 2:2:1). Devono essere tenuti in luoghi abbastanza umidi (magari vicino ad umidificatore per raggiungere l'umidità del 50%), e innaffiati in modo da non far asciugare del tutto il terreno, ma tenendolo appena umido (non bagnato). Hanno bisogno poi di almeno 8 ore di sole.

Avocado

Coltivare gli avocado in casa è un po' più difficile, ma se partite da una pianta già innestata e avviata (e non dal seme, sebbene sia un esperimento divertente). Anche per queste piante è bene scegliere delle varietà che rimangano piccole.

Sul fondo del vaso mettete un po' di sabbia o argilla espansa, poi usate terriccio universale di buona qualità, e innaffiate con regolarità quando il substrato si asciuga. Quanto all'esposizione, sono piante che amano luoghi molto luminosi.

Advertisement

Banano

Anche per i banani bisogna optare per le varietà nane,ma fate attenzione: sono tutte ugualmente decorative, ma alcune producono frutti non edibili. Scegliete quindi cultivar come Super Dwarf Cavendish oppure Dwarf Red, che non hanno bisogno di impollinazione.

Il terreno ideale per queste piante è leggero e mescolato a argilla. Hanno bisogno di molta acqua, quindi innaffiate abbondantemente ma solo quando il terreno si è appena asciugato del tutto. Potete anche nebulizzare ogni tanto acqua sulle foglie (meglio se non dura). Vogliono molta luce indiretta, quindi considerate i pressi delle finestre rivolte a sud.

Fico

Esistono varietà nane anche di fico, e sono quelle che sarebbe meglio scegliere per la coltivazione in casa. Quanto più grande sarà il vaso in cui li sistemate (dovrà crescere comunque con loro), tanto più il fico sarà produttivo.

Il terriccio deve essere un po' argilloso e un po' sabbioso. Innaffiate una volta a settimana o poco più e assicuratevi che ci sia un ottimo drenaggio. Potrete potarlo quando arriva all'altezza desiderata.  Sistemate il fico in una zona luminosa ma non alla luce diretta, e bisogna evitare affilature e correnti d'aria.

Albicocche

immagine: Pixabay

Ancora una volta, date la preferenza alle varietà nane. Le esigenze sono diverse a seconda dei cultivar, ma tendenzialmente vanno piantate in vasi non troppo più grandi, in un terriccio arricchito di argilla e sabbia, ma anche un po' di compost o letame. Il substrato non deve asciugarsi del tutto, quindi controllate sempre se c'è umidità appena sotto alla superficie, e in caso innaffiate. Quanto alla luce, può essere anche indiretta ma bisogna assicurarla per 4 o 6 ore al giorno.

Quale albero vorreste coltivare in casa?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie