x
Dal rametto di prezzemolo comprato al…
Scarti di cucina utili in giardino: usa in tanti modi naturali le scorze di limone o arancia! Mobili IKEA a prezzi super convenienti: c'è un modo semplice per usufruire delle offerte

Dal rametto di prezzemolo comprato al mercato puoi far crescere una pianta: scopri come

27 Maggio 2022 • di Angelica Vianello
49.219
Advertisement

Insaporire i piatti che cuciniamo con un po' di erbe aromatiche fresche è un piccolo grande piacere della cucina, che dà quel tocco in più ai nostri manicaretti. Ci sono periodi dell'anno in cui è facile trovare piantine da acquistare, anche nei supermercati e mercati. E se ci ricordiamo, possiamo comunque comprare "gli odori" nei reparti ortofrutta o dai fruttivendoli. Ma se non cuciniamo costantemente, e magar non facciamo scorta abitualmente di alcune erbe più comuni come ad esempio il prezzemolo e all'improvviso ci serve per insaporire un piatto?

In quel caso sarebbe comodo averne una pianta in casa o in giardino cui attingere, ed è facile procurarsela proprio a partire da un rametto fresco.


immagine: Creativo

La condizione di partenza è che il rametto che avete preso al mercato o supermercato sia ben fresco e integro: deve essere ancora turgido, con le foglie non appassite e nessun segno che indichi che è stato schiacciato né punti del gambo o delle foglie discolorati. Quindi ben verde e sano! 

Il prezzemolo acquistato come ingrediente andrà trattato dunque proprio come qualsiasi altra talea, dato che in fondo si tratta proprio di propagare una pianta a partire da un suo rametto.

Il rametto dovrà essere ridotto a una lunghezza di 7 cm circa, e se tagliandolo ne ricavate due o più, usate tutti per fare delle talee. Una volta preparati i rametti, l'obiettivo è quello di farli radicare e lo si può fare in due modi:

  • In acqua: prendete un qualsiasi bicchiere o barattolo di vetro e infilate il rametto al suo interno, riempendo di acqua fino a tre quarti. Se il rametto ha molte foglioline lungo il gambo, tagliatele via, in modo che non marciscano dentro all'acqua. C'è chi mette una punta di cucchiaino di zucchero per aiutare il gambo a tenersi ben vigoroso più a lungo mentre crescono le radici, ma potrebbe essere superfluo. Tenete il rametto in acqua per qualche settimana, cambiando l'acqua ogni volta che si intorbidisce: in quel lasso di tempo avrà prodotto un apparato di radici e potrete spostare tutto in un vasetto.
  • In terra: scegliete un vasetto piccolo (circa 15 cm di diametro) e preparate uno strato di uno o due dita di argilla espansa sul fondo, poi riempite il resto con terriccio ricco e ben sciolto, alleggerito con un po' di sabbia o perlite/vermiculite. Per aumentare le chance che la talea radichi, intingete la punta del rametto che infilerete nel terreno prima in un po' di acqua e poi nell'ormone radicante in polvere (si acquistano nei negozi di giardinaggio o online), e poi infilate il rametto nel terreno. Potete anche non usare l'ormone.
    Dovrete tenere il terriccio umido ma non bagnato, quindi ricordatevi di controllare con un dito se si è asciugato (in profondità) ogni due o tre giorni e innaffiate di conseguenza.

Le piantine che crescete in questo modo vanno tenute in punti luminosi ma non dove siano colpite dai raggi diretti del sole soprattutto nelle ore più calde. Nei pressi di una finestra va benissimo, o anche sul davanzale se non è esposto a sud-sudovest. Nei periodi caldi potete mettere un sottovaso ma evitate ristagni di acqua. Se volete, quando ormai la pianta è avviata e comincia a svilupparsi per bene, potete somministrare fertilizzante liquido ogni due settimane per averlo più rigoglioso, e può essere anche accostato ad altre aromatiche.

Buon giardinaggio e buon... appetito!

 

 

Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie